Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Mondo 50&Piu' > Rappresentanza Sociale > Il mercato del lavoro


Il Mercato del lavoro 

Lo scenario

Gli anziani pensionati risultano oggi inibiti invece che invogliati ad intraprendere nuove attività lavorative, anche se sono in perfetta forza fisica e psichica e desiderano impegnarsi a tale proposito.

Rispondere alle esigenze di vita attiva degli anziani significa dar loro la possibilità di poter rimanere attivi molto più a lungo come avviene in tutti i Paesi del Nord – Europa. Ma questo non deve portare necessariamente al prolungamento dell’attività lavorativa presso lo stesso ente o la stessa azienda dove si presta servizio, al di là di quanto sinora è già possibile fare. Al contrario va incentivata e premiata l’iniziativa individuale nell’intraprendere una vita attiva diversa, rispetto al lavoro precedente, sotto le forme più varie.

Osservando la tabella che segue si nota che l’Italia mostra di essere indietro rispetto al raggiungimento degli obiettivi europei, sia guardando al proprio valore obiettivo che al valore medio UE 25.    In termini di tasso di occupazione dei lavoratori tra i 55 e i 64 anni il nostro Paese nel 2005 era di ben 18,6 punti percentuali al di sotto del tasso di occupazione previsto dal Consiglio Europeo di Stoccolma nel 2001.



* media UE 25;
** calcolata come differenza tra il valore obiettivo e il valore reale italiano;
*** percentuale calcolata come rapporto tra il valore italiano sul valore obiettivo.

Fonte: elaborazione su dati Eurostat, 2006.

Le proposte:
  • l’istituzione di servizi di Orientamento e Counselling destinati al mondo della terza età;
  • la promozione di attività formative e di riqualificazione professionale, coerenti con le iniziative di lavoro che la persona anziana intende intraprendere;
  • la promozione di una nuova legge per l’imprenditorialità anziana che aiuti i soggetti della terza età ad attivare nuove aziende, secondo le personali opzioni e attitudini;
  • la promozione di una Banca–Risorse destinata a raccogliere i curricula degli anziani aventi una buona accumulazione di competenze e desiderose di mettere queste ultime a disposizione delle piccole imprese, delle iniziative promosse in favore dei Paesi in via si sviluppo o di altre attività analoghe;
  • la promozione di progetti sperimentali in vari ambiti in cui possa esercitarsi l’anziano desideroso di mettere a disposizione le proprie competenze, a partire ad esempio dai corsi di recupero per gli studenti di scuola secondaria che hanno accumulato debiti formativi e che oggi trovano “resistenze” da parte dei docenti nello svolgere le attività formative corrispondenti.
Già oggi gli anziani svolgono una significativa attività di volontariato sociale, ma spesso sono interessati a saperne di più e a fare di più.

Serve allora promuovere una politica di facilitazione di accesso al mondo del volontariato sotto le più varie forme, attraverso la promozione di una vera e propria Agenzia per il Volontariato che possa servire contemporaneamente per gli anziani ma anche per le altre generazioni (fornendo informazioni, indirizzi, assistenza, formazione, networking, etc).

Diventa socio




AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

 

 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.