Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


08
Gli eredi possono recuperare il credito d’imposta per l’acquisto della prima casa se non goduto dal beneficiario?

Gli eredi possono recuperare il credito d’imposta per l’acquisto della prima casa se non goduto dal beneficiario?

Risposta a cura di 50&Più Caaf


DOMANDA: Mia moglie ed io abbiamo acquistato pochi anni fa una nuova abitazione da un’impresa costruttrice, dopo aver venduto la nostra prima casa. Mia moglie è purtroppo deceduta lo scorso anno, senza aver potuto recuperare interamente il credito d’imposta maturato su tale acquisto. Lo posso recuperare con la prossima dichiarazione dei redditi, oppure è perso?


   


RISPOSTA:
La circolare dell’Agenzia delle Entrate n.19/E del 2001 precisa che qualora il titolare del credito d’imposta per il riacquisto della prima casa muoia prima della sua utilizzazione, il credito è trasferito agli eredi che lo possono così utilizzare:
a)    per l’intero importo in diminuzione dalle imposte di registro, ipotecarie e catastali, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e sulle denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito;
b)    in diminuzione dalle imposte sui redditi delle persone fisiche dovute in base alla dichiarazione da presentare successivamente alla data del nuovo acquisto;
c)    in compensazione delle somme dovute ai sensi del decreto legislativo 9 luglio 1997, n. 241 (in pratica con il modello di pagamento F24 dove il credito potrà essere utilizzato in diminuzione di altre imposte e tasse eventualmente dovute).
La medesima circolare chiarisce anche che il credito d’imposta in questione deve essere considerato “quale componente attivo dell’asse ereditario costituitosi a seguito della morte del titolare”.
Il credito maturato dalla persona che è venuta a mancare e da questa non utilizzato è pertanto trasferito a ciascun erede (fra cui anche il coniuge) per la quota ad esso spettante.
L’erede potrà utilizzarlo secondo le regole sopra descritte, fermo restando l’obbligo di evidenziare l’ammontare del predetto credito d’imposta nella dichiarazione di successione e previa conferma del relativo importo da parte dell’Agenzia delle Entrate.

Cosa c’è da sapere…

Il credito d’imposta in esame è previsto dall’art. 7, commi 1 e 2, della Legge n. 448 del 1998 e spetta ai contribuenti che abbiano acquistato un immobile usufruendo delle agevolazioni prima casa, entro un anno dalla vendita di altro immobile acquistato con le agevolazioni prima casa.
L’importo del credito è commisurato all’ammontare dell’imposta di registro o dell’IVA corrisposta in relazione al primo acquisto agevolato e, in ogni caso, non può essere superiore alla imposta di registro o all’IVA versata in relazione al secondo acquisto; il credito, pertanto, ammonta al minore degli importi dei tributi applicati.
Trattandosi di un credito d’imposta, esso non dà luogo a rimborsi, ma può solamente essere utilizzato, nei modi sopra indicati, in diminuzione di altre imposte dovute.
L’atto di acquisto dell’immobile dovrà contenere l’espressa richiesta del beneficio e dovrà riportare gli elementi necessari per la determinazione del credito.
Si precisa, infine, che il credito d’imposta per il riacquisto della prima casa è un credito personale, pertanto, qualora l’immobile alienato o quello acquisito risultino in comunione, esso deve essere imputato agli aventi diritto secondo le rispettive quote di possesso.

Gli esperti di 50&Più Caaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo Melucci.

50&Più Caaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Nuova sede del Patronato 50&PiùEnasco in Canada

Con l’ufficio di Mississauga, salgono a 12 le sedi distribuite sul territorio canadese


Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.