Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


22
Il grido delle IMPRESE

Il 28 gennaio mobilitazione di Rete Imprese Italia. Sangalli: “Nel 2012 ha chiuso una impresa al minuto”.


Il 2012 sarà ricordato come un "hannus orribilis" nella storia dell'economia italiana per quanto riguarda l'andamento di redditi e consumi. E' quanto emerge dai numeri illustrati da Mariano Bella, direttore dell'Ufficio Studi Confcommercio, in occasione della conferenza stampa convocata da Rete Imprese Italia (Casartigiani, CNA, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti), per illustrare la Giornata di mobilitazione nazionale del 28 gennaio prossimo.

L'anno scorso i consumi hanno subito una flessione reale pro-capite del 4,4%, mentre il reddito disponibile reale pro-capite è sceso del 4,8% rispetto al 2011. In numeri, nel 2012 i consumi reali pro-capite 2012 sono ammontati a 15.920 euro a fronte dei 16.654 euro del 2011 mentre il reddito disponibile reale pro-capite è stato pari a 17.337 euro contro 18.216 euro.

E per il 2013?
Dall’analisi emerge che questo scenario negativo proseguirà anche nel corso di questo anno, con un'ulteriore flessione per i consumi reali pro-capite dell'1,4% che li riporterà indietro di 15 anni: per ritrovare un dato analogo bisogna infatti tornare al 1998. In flessione anche il reddito disponibile reale pro-capite, che nel 2013 sarà pari a 16.955 euro contro i 17.337 euro del 2012. In questo caso la "marcia indietro" è di ben 27 anni. Altro dato drammatico illustrato da Bella riguarda la mortalità delle imprese relativa sempre allo scorso anno: il "conto" rispetto al 2011 è salito addirittura a quota 100mila considerando le imprese artigiane e di servizi di mercato più quelle manifatturiere e delle costruzioni.

Brutte notizie anche dal fisco: la pressione effettiva salirà nel 2013 a quota 56,1 rispetto al 46,3% di quella apparente. Nel 2012 la pressione fiscale per i cittadini in regola con il fisco è stata - secondo lo studio - pari al 55,2%.

Occupazione, altra nota dolentissima analizzata dall’Ufficio studi di Confcommercio. “Nel 2012 il tasso di occupazione si attesta al 10,5%, ma se teniamo conto delle persone che non cercano più lavoro e di coloro che sono in cassa integrazione allora il dato sale al 13,5%”. Aumenta, inoltre, il divario tra Nord e Sud del Paese dove il tasso di disoccupazione è rispettivamente del 7,3% e del 16,6%.

Fisco, burocrazia, la stretta sul credito, sono le cause della chiusura delle imprese. Tanto che “nel 2012 in Italia ha chiuso una impresa al minuto!”, ha sottolineato Carlo Sangalli, presidente di turno di Rete Imprese Italia. "Il nostro sistema di imprese non ci sta più a essere considerato marginale, chiediamo di essere ascoltati". Da qui nasce la necessità della giornata di mobilitazione nazionale del 28 gennaio.

“Vogliamo far sentire la nostra voce e invitare, persuadere, costringere la politica a fare una riflessione vera, nuova, moderna sul ruolo che le imprese, che si riconoscono in Rete Imprese Italia, possono avere per la ripresa della nostra economia. Imprese che – ha rimarcato Sangalli -  danno un contributo di circa il 60% alla crescita e all’occupazione del nostro Paese”.

Per saperne di Più: www.confcommercio.it.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.