Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


14
ASPI e mini aspi: chi ne ha diritto
Sono oltre 3 milioni i lavoratori over 50 in Italia, per chi non ha lavoro cosa dice la Riforma Fornero?

Sotto l’effetto di una doppia manovra.
Da una parte subiscono la riforma delle pensioni, varata sul finire del 2011, che li obbliga a rimanere a lavoro più a lungo (il fenomeno interessa soprattutto le donne, secondo l’Istat); dall’altro, quella del mercato del lavoro con la riorganizzazione delle politiche di sussidio in caso di difficoltà o fuoriuscita. Gli over 50, “generazione di mezzo”, stanno a metà del guado: troppo giovani per andare in pensione, troppo in là per trovare (subito) un’altra occupazione. È un bel problema.

In caso di disoccupazione. In caso di over 50 disoccupati da più di 12 mesi, la Riforma del lavoro (Legge 92) prevede un nuovo incentivo che scatta con l’assunzione a tempo determinato (anche sotto forma di somministrazione): il datore di lavoro si ritrova così una riduzione dei contributi a suo carico pari al 50% per un massimo di 12 mesi; ma lo sgravio può salire sino a 18 in caso di assunzione definitiva. Tutto è in vigore dal 1° gennaio, ma per il decollo manca all’appello il decreto attuativo.

È arrivata l’Aspi. Cigo (per eventi congiunturali) e Cigs (per crisi più strutturali) continuano ad esistere, ma la novità maggiore resta l’Aspi, il nuovo ammortizzatore al posto dell’indennità di disoccupazione e di mobilità, che dal 1° gennaio ha fatto il suo esordio. E cosa prevede l’Aspi per gli over 50? Per il periodo 2013-2015 è previsto per gli over 50 un intervento di massimo 16 mesi (che diventano 18 a regime). Ma attualmente la disoccupazione per gli over 50 è prevista fino a 12 mesi, e per tutto il 2014 l’indennità di mobilità sarà a requisiti pieni (arrivando fino a 48 mesi di copertura per un over 50 al Sud). Poi pian piano confluirà nell’Aspi: il nuovo ammortizzatore, rispetto all’indennità di disoccupazione, è più generoso per i lavoratori anziani, ma lo è meno in confronto all’indennità di mobilità.

L’occupazione over 50 aumenta, ma… Secondo l’Istat l’occupazione è aumentata tra i 55/64enni: nel terzo trimestre 2012 gli occupati di questa fascia hanno superato quota 3 milioni. Nello stesso periodo del 2011 si era fermi a quota 2.848.000. Dopo la riforma pensionistica la tendenza prevede un aumento. Certo i dati Istat evidenziano anche profonde zone d’ombra, come il crollo dell’occupazione maschile. Un campanello d’allarme che ha indotto Ministero e Parti Sociali a varare programmi come il credito d'imposta per il Sud a favore dei lavoratori “svantaggiati” o “molto svantaggiati” (tra cui ci sono i lavoratori che hanno superato i 50 anni).

A cosa serve l’Aspi. Il suo obiettivo è dare un’indennità mensile di disoccupazione ai lavoratori dipendenti - compresi apprendisti e soci lavoratori di cooperativa con un rapporto di lavoro subordinato e fatta eccezione per i dipendenti assunti a tempo indeterminato della Pubblica Amministrazione e gli operai agricoli - che abbiano perduto involontariamente l’occupazione ed abbiano 2 anni di assicurazione e almeno un anno di contribuzione nel biennio che precede l’inizio della disoccupazione.

Come si ottiene e in cosa consiste. L’indennità mensile è pari al 75% nei casi in cui la retribuzione sia stata uguale o inferiore a 1.180 euro. Per gli stipendi superiori è previsto un ulteriore 25% calcolato sulla differenza tra la retribuzione del lavoratore e i 1.180 euro. Dopo i primi sei mesi viene ridotta del 15%, che diventa pari al 30% dopo altri sei mesi. Per ottenerla si deve inviare la domanda all’Inps per via telematica entro due mesi “dalla data di spettanza del trattamento”, a pena di decadenza e viene sospesa in caso di nuovo impiego. Dal 2017 potrà essere incassata anche in un’unica soluzione per avviare un’attività autonoma.

La mini Aspi. Dal 1º gennaio 2013, tutti i lavoratori dipendenti espulsi dal mercato del lavoro che però hanno versato almeno 13 settimane di contribuzione negli ultimi 12 mesi - purché siano stati versati i contributi per l’assicurazione obbligatoria - avranno diritto alla cosiddetta mini-Aspi: l’importo è uguale a quello dell’Aspi, ma concesso per un numero di settimane pari “alla metà delle settimane di contribuzione nell’ultimo anno”.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.