Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


28
IMU: errori e versamenti in eccesso
Codice tributo errato? Somme versate e non dovute? L’unico referente per i contribuenti è il Comune. In particolare, in caso di rimborsi l'ente locale deve effettuare la restituzione dei tributi entro 180 giorni dalla data della presentazione della domanda. Lo dice una risoluzione del Ministero delle Finanze.


Che fare se tra acconto e saldo si è pagato l’Imu in eccesso? A chi chiedere il rimborso? A questo proposito è intervenuto il Ministero delle Finanze con una risoluzione chiarificatrice che individua nel comune l’unico referente per il cittadino.  Nella risoluzione il dipartimento delle Finanze del Ministero si  precisa che ”l’Imu è un tributo comunale, nonostante la destinazione di una quota del gettito del tributo allo Stato”. Per i rimborsi , in particolare, è sempre il comune “il soggetto che deve effettuare la restituzione dei tributi ed entro 180 giorni dalla data di presentazione dell'istanza".

Versamento allo stato e al comune di importi non dovuti
La risoluzione affronta alcuni casi di erroneo versamento dell'imposta. Ad esempio quello di un immobile posseduto da un anziano che ha trasferito la residenza in una casa di riposo e per il quale il comune,  dopo la scadenza prevista per l'acconto, ha stabilito l'assimilazione all’abitazione principale elevando fino ad annullare l’imposta. In questo caso il contribuente vanta un credito sia nei confronti dello Stato che del Comune, ma essendo l’Imu una imposta comunale, nonostante la quota erariale, l’istanza di rimborso va fatta al comune dove l’immobile è ubicato.

Altro caso possibile è quello dello stesso soggetto, nella medesima situazione sopra riportata, ma con una detrazione non elevata sino alla concorrenza dell’imposta. In questo caso supponendo che il contribuente abbia versato 380 euro di acconto (190 al Comune e 190 allo Stato), ma con successiva delibera il comune abbia rivisto l’aliquota in modo tale che l’imposta dovuta per l’intero anno è di 300 euro, in questo caso il contribuente avrebbe un credito di 80 euro la cui istanza di rimborso va sempre inoltrata al Comune specificando che “tale somma è pari alla differenza tra 190 euro, versati allo Stato, e 110 euro dovuti al comune. Spetta, poi, all’ente locale e allo Stato il compito di effettuare le relative regolazioni finanziarie riguardo alla somma di 110 euro”, chiarisce il dipartimento delle Finanze.

Erronea indicazione del codice tributo
Nel caso in cui l'errata indicazione del codice tributo, ferma restando la correttezza dell'importo versato, determini una diversa distribuzione dell'imposta tra Stato e comune,  spetterà all'ente locale e allo Stato il compito di effettuale le relative regolazioni finanziarie. “In linea generale, la correzione dei codici tributo non può essere richiesta all'Agenzia delle Entrate, in quanto l'Imu è un tributo comunale”.

Errata indicazione del codice catastale
Se l'intermediario (banca, Poste, agente della riscossione), presso il quale è stato presentato il modello F24, ha riportato in maniera errata il codice catastale del comune dove è ubicato l'immobile, il contribuente deve chiedere l'annullamento del modello F24 e rinviarlo con i dati corretti.

Dopo i chiarimenti del dipartimento delle Finanze, la palla passa ai comuni che devono  fornire le modalità per effettuare ogni possibile istanza.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.