Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


18
Dopo l’Imu arriva la TARES
La nuova tassa sui rifiuti esordirà ad aprile 2013 e varrà un miliardo di euro all’anno.

Con il nuovo anno arriva la nuova tassa comunale sui rifiuti. Si chiama Tares e finanzierà interamente il servizio di igiene ambientale. Non solo, si occuperà anche di illuminazione pubblica, manutenzione delle strade, di molteplici attività riassunte nei  cosiddetti servizi invisibili

Il pagamento sarà in 4 rate, ma come stabilito ieri da un emendamento alla legge di Stabilità in Commissione bilancio del Senato, il primo versamento slitta però da gennaio ad aprile 2013. Inoltre,è prevista la possibilità per i Comuni di fissare il calendario delle rate, stabilendo il numero e la data delle successive scadenze. Le prime tre rate saranno scandite in base agli importi pagati come Tarsu o Tia nel 2012, a cui si aggiungeranno 30 centesimi al metro per i “servizi indivisibili”. Al saldo di dicembre, come accade oggi con l’Imu, gli importi potranno crescere in base alle scelte comunali. La Tares è ‘frutto’ del decreto SalvaItalia 2011, ma a farla entrare concretamente in vigore sarà il Disegno di Legge di Stabilità che approda oggi in Aula del Senato e sul quale il Governo ha posto la fiducia.

Le stime concordano tutte: la nuova tassa sarà più cara delle vecchie Tarsu e Tia Perché? Per finanziare i “servizi indivisibili”, il Comune – come già detto –  applicherà al tributo sui rifiuti una maggiorazione, pari a 30 centesimi (elevabile a 40) al metro quadrato: qualche decina di euro all’anno per abitazioni e negozi, quindi, e un conto più pesante per imprese, uffici, centri commerciali e così via (leggi qui la denuncia di Confcommercio).

 A pagare la nuova tassa saranno non solo i proprietari di case – come per l’Imu – ma anche gli affittuari dal momento che la Tares si applica a tutti coloro che “occupano o detengono locali o aree scoperte”.

Secondo il Sole24Ore “in tutto, i contribuenti pagheranno un miliardo di euro all’anno, che lo Stato (cioè la fiscalità generale) “risparmierà” grazie a un taglio equivalente agli ex trasferimenti ai Comuni ora rivoluzionati dalla legge di stabilità”.

Ultimo aggiornamento ore 10:40
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.