Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


29
IMU: nessuna proroga per il saldo

Il saldo dell'Imu fissato per il 17 dicembre, rischia di mettere in difficoltà i contribuenti. Da qui la richiesta della Consulta dei Caf di una proroga. Ma il Ministro dell'economia, Vittorio Grilli, ha detto che la scadenza è confermata.

La proroga concessa ai Comuni di deliberare entro il 31 ottobre  le aliquote definitive sulle quali ricalcolare l'imposta e la detrazione del tributo, più altri 30 giorni  per pubblicare la delibera, è una tempistica dalle“criticità evidenti” e può comportare difficoltà nel pagamento per i contribuenti. L'avvertimento arriva dalla Consulta dei Caf, i Centri di assistenza fiscale, che ha chiesto al Governo di spostare  la scadenza del saldo Imu al 31 dicembre. La speranza è durata poco, la risposta non si è fatta attendere: il Ministro dell'economia, Vittorio Grilli, ha confermato la scandenza al 17 dicembre 2012. "Non è possibile spostare la scadenza, altrimenti si mettono a rischio di obiettivi di deficit", ha detto il Ministro a margine dell'inaugurazione dell'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate dell'Aquila.

Sulla definizione delle aliquote da parte dei comuni, la situazione è in altro mare. La Consulta dei Caf ha inviato, nelle scorse settimane, agli 8.000 Comuni una precisa richiesta al fine di ottenere le delibere e i regolamenti approvati nonché eventuali altre informazioni che consentissero di anticipare e agevolare l’inserimento delle aliquote per il calcolo del saldo, la stampa dei modelli di versamento e la consegna al cittadino. A oggi hanno dato seguito alla richiesta poco meno di 1.500 (18% sul totale).

Inoltre c'è un'altra scadenza che può creare difficoltà: è la dichiarazione Imu che il contribuente può presentare entro il 30 novembre ma per la quale non è stato ancora approvato il modello di dichiarazione.

Per tutte queste ragioni, i Caf hanno chiesto  uno slittamento al 31 dicembre 2012 per il saldo senza applicazione di sanzioni. Anche Confedercontribuenti ha chisto una proroga, addirittura al 15 gennaio 2013, ravvedendo nel caos che si è venuto a creare “una violazione dello Statuto dei Contribuenti e questa volta la responsabilità è duplice: da una parte, il Governo centrale non ha ancora approvato il modello per redigere la dichiarazione, e dall’altra l’82% dei Comuni non ha deliberato le aliquote da applicare. E’ grave, perché il pagamento dell’IMU a saldo richiede l’esborso di somme rilevanti sia per le famiglie che per le imprese”.

Se non ci saranno ripensamenti da parte del Governo, o soluzioni possibili, il saldo dell'Imu si preannuncia tra mille criticità.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.