Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


01
Nuovi AUMENTI in bolletta
L'Autorità per l'energia ha stabilito un nuovo incremento dei prezzi di luce e gas dal 1° ottobre.

E' arrivato puntuale l'aggiornamento dei prezzi dell'Autorità per l'Energia Elettrica e Gas, che per il quarto trimestre ha stabilito un ulteriore aumento delle tariffe. Così dal 1° ottobre  per le famiglie e i piccoli consumatori serviti in tutela (coloro che non hanno scelto un contratto di fornitura nel mercato libero), il gas aumenterà dell'1,1% e l’energia elettrica dell’1,4%. La maggiore spesa su base annua sarà di 14 euro per il gas e di 7,6 euro per l’energia elettrica.

A influire sulle variazioni sono principalmente gli inaspettati rialzi delle quotazioni petrolifere che in meno di tre mesi sono saliti oltre il 20%. Tuttavia, per il gas poteva anche andare peggio visto che sarebbe dovuto aumentare dell’1,7% con un esborso maggiore di 21 euro.

Questo è stato evitato – spiega l’Autorità in una nota – dall’applicazione del nuovo metodo di aggiornamento della “quota energia” (QE), approvato a giugno. Infatti, grazie al nuovo meccanismo, il prezzo della materia prima gas (ovvero la QE) è stato determinato con un mix di contratti di importazione di lungo periodo più favorevole per i consumatori. E il 2013 potrebbe aprirsi con ulteriori ribassi del prezzo del gas alle famiglie, visto che ci sarà una nuova fase di riforma della QE, già annunciata dall'Autorità che sarà operativa dai primi mesi dell’anno.

Per l’energia elettrica, oltre ai rialzi del petrolio, ha inciso la necessità di aumentare per il 2012 il gettito a copertura della voce A3 degli oneri di sistema.
Di cosa si tratta? Degli incentivi alle fonti rinnovabili che comprendono, caso unico in Europa, anche l'energia prodotta dagli inceneritori dei rifiuti. Ma all'interno della voce A3 ci sono anche gli incentivi alle fonti assimilate, ovvero impianti di cogenerazione (cioè che producono in maniera combinata energia elettrica e calore), calore recuperabile dai fumi di scarico e da impianti termici, elettrici o da processi industriali, impianti che usano gli scarti di lavorazione o di processi e che utilizzano fonti fossili prodotte solo da giacimenti minori isolati.

Quindi dal 1° ottobre, il prezzo di riferimento dell’energia elettrica va a 19,403 centesimi di euro per kilowattora, tasse incluse. La spesa media annua della famiglia tipo (consumo 2.700 kWh – potenza 3 kW) sarà pari a circa 524 euro così ripartiti:
• 297 euro (pari al 56,74% del totale della bolletta) per i costi di
approvvigionamento dell’energia e commercializzazione al dettaglio;
• 69 euro (13,18%) per i servizi tariffati a rete (trasmissione, distribuzione e misura);
• 70 euro (13,25%) per le imposte che comprendono l’IVA e le imposte erariali (o accise);
• 88 euro (16,83%) per gli oneri generali di sistema, fissati per legge.

Per il gas i prezzi di riferimento salgono a 91,24 centesimi di euro per metro cubo, con un aumento rispetto al trimestre precedente, di 1,02 centesimi di euro, tasse incluse. Per il cliente tipo (riscaldamento individuale consumo annuo di 1.400 m3), ciò comporta una spesa di circa 1.277 euro su base annua.

La spesa media annua della famiglia tipo è così suddivisa:
• 531 euro (pari al 41,53% del totale della bolletta) per la materia prima;
• 430 euro (33,68%) per le imposte che comprendono le accise (16,76%), l’addizionale regionale (2,22%) e l’IVA (14,70%);
• 62 euro (4,87%) per trasporto e stoccaggio;
• 154 (12,09 %) per la distribuzione;
• 100 (7,83%) per vendita al dettaglio, commercializzazione all’ingrosso ed oneri aggiuntivi.

Per saperne di più: www.autorita.energia.it
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.