Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


28
Pensione ai SUPERSTITI
L’Inps ha recentemente fornito chiarimenti sulla nuova normativa che ha disposto, in particolari casi, la riduzione dell’aliquota percentuale della pensione indiretta e/o di reversibilità a favore del coniuge superstite dell’assicurato o pensionato deceduto.

La nuova disciplina, che si applica con riferimento ai decessi avvenuti dal 1° dicembre 2011, prevede infatti una riduzione del trattamento complessivo nei casi in cui il matrimonio con il dante causa sia stato contratto ad un’età dello stesso superiore a 70 anni e la differenza di età tra i coniugi risulti superiore a 20 anni.

Qualora il matrimonio sia stato contratto per un periodo inferiore a dieci anni, la quota di pensione del 60% spettante al coniuge superstite dovrà essere ridotta del 10% per ogni anno di matrimonio con il dante causa mancante rispetto alla durata minima di 10 anni. In caso di frazione di anno, la riduzione percentuale è proporzionalmente rideterminata.

Tale decurtazione non opera, invece, in presenza di figli minori, studenti o inabili.

Resta, comunque, fermo il regime di cumulabilità disciplinato della legge n. 335 del 1995, che ha previsto la riduzione della pensione del 25%, del 40% o del 50% a seconda dei redditi posseduti.

Per maggori informazioni rivolgiti alla sede 50&Più Enasco a te più vicina.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il cumulo contributivo: le soluzioni

Ricongiungere gli anni di contribuzione versati in più gestioni è una delle possibilità per raggiungere prima la prestazione pensionistica


Come i senior vedono il futuro

Le risposte arrivano da un ampio sondaggio condotto da 50&Più sul dopo Coronavirus


Nuovo Decreto: cosa resta aperto e chi può lavorare

Le nuove misure per contrastare la diffusione del Coronavirus sono operarative. La lista delle attività consentite


“Io resto a casa”. Tutta l’Italia è zona protetta

Estese all’intero territorio le misure relative all’emergenza Coronavirus


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.