Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


31
Istat: disoccupazione RECORD
A giugno le persone senza lavoro sono 2 milioni 792 mila. In un anno 761mila disoccupati in più.

Il tasso di disoccupazione a giugno è al 10,8%, in rialzo di 0,3 punti percentuali su maggio e di 2,7 punti su base annua. Il numero dei disoccupati a giugno è di 2 milioni 792 mila. Si tratta di un record storico, il livello più alto dall'inizio delle serie mensili (gennaio 2004) e delle trimestrali (quarto trimestre 1992).  Lo rileva l'Istat (dati destagionalizzati, stime provvisorie).
 
Il numero di disoccupati a giugno registra un boom, in rialzo su base annua del 37,5%, ovvero di 761 mila unità. Soltanto da maggio a giugno 73 mila persone hanno perso il lavoro.

Continua il dramma della disoccupazione giovanile (15-24 anni) che a giugno è al 34,3%, comunque in diminuzione di un punto percentuale su maggio. L’Istat aggiunge che tra i 15-24enni le persone in cerca di lavoro sono 608 mila. I giovani disoccupati rappresentano il 10,1% della popolazione di questa fascia d'età.

Più in dettaglio a giugno l’occupazione maschile è sostanzialmente stabile rispetto a maggio (-4 mila unità), a fronte di una riduzione dello 0,3% di quella femminile (-25 mila unità). In confronto a un anno prima, la stabilità dell’occupazione è determinata dalla crescita della componente femminile (1,6%), a fronte di una diminuzione di quella maschile (-1,0%).

Il tasso di occupazione maschile, pari al 66,7%, è invariato rispetto a maggio e cala di 0,8 punti su base annua. Quello femminile, pari al 47,2%, diminuisce di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e aumenta di 0,8 punti rispetto a dodici mesi prima.

L’incremento congiunturale della disoccupazione interessa sia la componente maschile sia quella femminile; gli uomini disoccupati aumentano del 2,9%, le donne del 2,5%. Anche in termini tendenziali cresce sia la disoccupazione maschile (43,0%) sia quella femminile (31,5%).

L’inattività diminuisce dello 0,4% in confronto a maggio. Il calo interessa la sola componente maschile (-1,0%), mentre quella femminile resta invariata. Rispetto a dodici mesi prima gli inattivi diminuiscono del 5,0%: in particolare, la componente maschile si riduce del 5,5% e quella femminile del 4,7%.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.