Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > NOTIZIE DEL GIORNO > Viaggi e Turismo


24
PASSAPORTO anche per  i minori
Dal 26 giugno sono cambiate le regole per viaggiare all’estero con i minori che devono essere in possesso di un documento di viaggio individuale.

Disagi e partenze cancellate. Una condizione che nelle ultime settimane ha colpito centinaia di famiglie. La causa è il passaporto per i minorenni, diventato obbligatorio dallo scorso 26 giugno nell'indifferenza generale. Così, tanti italiani si sono ritrovati bloccati in aeroporto, costretti a terra non avendo provveduto a dotarsi del documento per i propri figli.

La norma, entrata in vigore il 26 giugno, fa parte di una disposizione della Ue destinata a tutti gli Stati membri. Anche i minorenni in procinto di andare all'estero devono possedere una carta d'identità valida per l'espatrio o un passaporto individuale. Non basta più che il minore abbia i propri dati riportati sul documento del genitore. Senza il documento è vietato l'imbarco.

Poca informazione, dunque, al riguardo, oltre al fatto che le nuove regole sono entrate in vigore troppo a ridosso delle partenze estive. Fatto sta che gli uffici distaccati negli aeroporti hanno dovuto smaltire numerose richieste di passaporti "last minute", di chi, in pratica, aveva saputo della novità all’atto del controllo passaporti... e non per tutti la storia si è conclusa con un lieto fine.

Anche l’Unione Nazionale Consumatori è stata presa d’assalto da parte di famiglie che si sono trovate nella medesima situazione: c’è chi ha dovuto solo rimandare, ma anche chi non è riuscito proprio a partire, come riporta Helpconsumatori.

Che fare in questi casi? Esiste un rimborso? Secondo Massimiliano Dona, UNC, bisogna distinguere due casi: “Chi ha acquistato semplicemente un biglietto aereo, non può avere alcun rimborso perché non può essere addossata alla compagnia aerea la responsabilità legale per l’omessa comunicazione al momento della prenotazione” spiega l’avvocato che aggiunge: “Chi ha comprato un pacchetto turistico, invece, ha speranze di veder risarcito il danno in quanto il Codice del turismo espressamente prevede che le informazioni sui documenti per l’espatrio vengano rilasciate ‘per iscritto’ dal tour operator o dall’agenzia di viaggio al momento dell’acquisto. In questo caso, dunque è possibile chiedere il risarcimento al tour operator o all’agenzia di viaggio in cui è stata effettuata la prenotazione”.

Riportiamo un vademecum pubblicato da Altroconsumo con tutte le indicazioni utili sui documenti che i bambini e i minorenni devono avere per viaggiare all’estero, su come fare la richiesta e sulla durata dei documenti.

Da oggi , ricorda l’associazione, per poter espatriare al di fuori dell’area Schengen, i minori non sono più iscritti sul passaporto dei genitori ma devono essere forniti di un documento proprio, un libretto di passaporto che rimarrà valido fino alla naturale scadenza. Se il ragazzo è in possesso di un passaporto individuale rilasciato prima dell’entrata in vigore della nuova normativa del 25 novembre 2009 e con durata decennale, potrà continuare a utilizzarlo fino alla scadenza (al di sotto dei 14 anni, il passaporto deve contenere i dati dei genitori). Il nuovo libretto di passaporto sarà fornito di un microchip, ma la normativa prevede che solo dal compimento dei 12 anni di età vengano acquisite le impronte e la firma digitalizzata.

È possibile espatriare con un passaporto individuale, oppure con la carta d’identità, oppure con un lasciapassare valido fino a 15 anni, composto da certificato contestuale di nascita e cittadinanza vidimato dal questore.

PASSAPORTO. Per chiedere il passaporto per un minorenne, è necessario che entrambi i genitori diano l’assenso, che deve essere firmato presso l’ufficio in cui si presenta la documentazione – Questura, ufficio passaporti del Commissariato di Pubblica Sicurezza, stazione dei Carabinieri o Comune. In mancanza dell’assenso, bisogna essere in possesso del nulla osta del giudice tutelare e, nel caso in cui uno dei due genitori fosse impossibilitato a presentarsi per la dichiarazione, il richiedente può allegare una fotocopia del documento del coniuge firmato in originale con una dichiarazione scritta di assenso all’espatrio. Per la legalizzazione delle foto, sia per il passaporto che per il lasciapassare, il minore deve essere fisicamente presente, altrimenti l’Ufficiale non potrà procedere poiché ha il dovere di verificare al momento  l’identità del richiedente.

CARTA DI IDENTITA’. Viene richiesta all’Anagrafe. Se deve essere valida per l’espatrio, serve l’assenso di entrambi i genitori, che devono firmare un modulo, anche separatamente, presso l’ufficio comunale oppure compilare un apposito atto d’assenso senza firmare in presenza del funzionario comunale ma allegando la fotocopia del documento d’identità in corso di validità. Anche in questo caso, se non c’è il consenso di entrambi i genitori, serve l’autorizzazione del giudice tutelare. Per il minore di 14 anni, l’uso della carta d’identità ai fini dell’espatrio è subordinato alla condizione che il minore viaggi accompagnato da almeno uno dei genitori o di chi ne fa le veci.

LASCIAPASSARE PER L’ESPATRIO. È un documento per i minori di 15 anni e non è altro che un certificato o un semplice estratto di nascita, rilasciato dal Comune di residenza e vidimato dal questore. Per ottenerlo, occorre che il minore sia presente al momento della presentazione della domanda che verrà fatta alla Questura, in Commissariato o dai Carabinieri e dovrà essere completa di assenso di entrambi i genitori o nulla osta del giudice tutelare, certificato o estratto di nascita e due foto tessera recenti.
Tutte le volte che un ragazzo con meno di 14 anni viaggia all’estero non accompagnato da uno dei genitori, è necessario che sia fornito di una dichiarazione di “accompagno” firmata dai genitori, in cui deve essere riportato il nome della persona o dell’ente cui il minore viene affidato.

DURATA. Passaporti e carte d’identità per i minorenni valgono tre anni se il bimbo ha fra zero e tre anni di età, mentre dai 2 ai 18 anni hanno durata di cinque anni.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.