Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


13
Questione ESODATI: spunta l'altra ipotesi
Mentre si studia la possibilità di mandare in pensione con i vecchi requisiti chi ha firmato accordi fino al 31 dicembre 2011, spunta una seconda ipotesi: le condizioni pre-riforma potrebbero estendersi anche a chi ha maturato il diritto all’assegno entro il 6 dicembre 2013.

Lo scontro tra i vertici Inps sembra ormai entrato nel pieno. Le parole del ministro Fornero, dopo la diffusione della relazione dell’Istituto sugli oltre 390mila esodati, suonano quindi come un atto di accusa all’Istituto stesso. Diffondere quei dati, in tal modo, per il ministro è stato un atto “irresponsabile”, che ha danneggiato l’immagine del governo, attraverso numeri parziali e non interpretati. La Fornero ha confermato che il decreto, firmato lo scorso 5 giugno, “salvaguarderà” intanto 65.000 persone, ribadendo l’intenzione di occuparsi di un problema che esiste ma la cui dimensione esatta non è contenuta nei numeri appena forniti.

Chi sono i 390.000. La stima - 390.200 per l’esattezza - comprende tutti quei lavoratori che si sono accordati per uscire dall’attività e che ora rischiano di restare sia senza occupazione che senza pensione causa l’aumento dell’età pensionabile. Il numero degli esodati aumenta vertiginosamente considerando chi prosegue volontariamente la contribuzione (133.000 persone autorizzate ai versamenti volontari, nati dopo il 1946 e che riscontrano un ultimo versamento contributivo prima del 6 dicembre 2011). A questi si aggiungono i cosiddetti “cessati”, cioè quelli che tra il 2009 e il 2011 sono usciti dal lavoro per dimissioni, licenziamento o altro e che hanno più di 53 anni e non hanno trovato altra occupazione (180.000 secondo l’Inps). Per queste due categorie il decreto prevede - secondo notizia Ansa - rispettivamente 10.250 e 6.890 “salvaguardati”.

Tutta la verità: la chiedono i partiti e i sindacati. Sia i partiti che i sindacati sollecitano un chiarimento. Persino Confindustria ha voluto precisare che gli eventuali costi di questa situazione ed eventuali errori di valutazioni non siano caricati sulle spalle delle aziende già sotto pressione. Il ministro, intanto, viene chiamato in causa da tutti i partiti. Sul tema “esodati” comincia a profilarsi una soluzione parlamentare bipartisan, visto che - autore l’ex ministro del Lavoro Damiano - circola una proposta di legge con le firme degli esponenti dei partiti di maggioranza in Commissione lavoro alla Camera.

Cosa prevede il testo. Cresciuto da 1 a 3 articoli, che raccolgono le richieste avanzate dai sindacati su tutte le questioni previste dal decreto governativo, il testo estende la possibilità di andare in pensione con i requisiti pre-riforma Fornero per i rapporti di lavoro siglati entro il 31 dicembre 2011 (invece del 4 dicembre del ddl). Prevede la possibilità di andare in pensione con le vecchie regole anche per i lavoratori che tra il 6 dicembre 2011 (entrata in vigore del Dl 201) e il 6 dicembre 2013 abbiano maturato il diritto alla pensione, ampliando così la platea.

I sindacati sul piede di guerra. Intanto, si e aperto il fronte sindacale: la Cgil è pronta anche a scioperare, perché secondo Susanna Camusso serve una norma generale che dia certezza a tutti i lavoratori che si trovano in tale condizione. Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, sì è espresso positivamente nei confronti dei vertici dell’Inps giudicando ingenerosa la Fornero. Per Luigi Angeletti della Uil, il ministro Fornero rispetto a centinaia di migliaia di lavoratori non ha alcun diritto di arrabbiarsi.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.