Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > NOTIZIE DEL GIORNO > Tecnologia


08
SMARTPHONE: anche un salvavita
Grazie a nuove applicazioni, misura il battito cardiaco, mette in fuga molestatori e non solo.

In principio era il cosiddetto “salvavita”… da tenere al collo, azionandolo manualmente. In caso di pericolo partiva la chiamata a parenti o altre persone registrate. Ma adesso arrivano in soccorso gli smartphone, che si stanno a mano a mano ritagliando un posto sempre più importante in ogni spazio della nostra vita, grazie all’infinita varietà di applicazioni che si possono scaricare. Quindi, non più solo App che consentono di chiamare gratis, giocare, mandare messaggi, viaggiare su internet, chattare e quant’altro. Tutto superato: ora questi dispositivi possono anche salvarci la vita in determinate situazioni, magari “georeferenziando” la nostra posizione in caso di incidente automobilistico. Ma è solo un esempio fra i tanti che si potrebbero fare.

E se sono vittima di stalking?
Una nota azienda telefonica ha messo sul mercato un dispositivo che, attivato in casi di stalking, avvia un protocollo di chiamata direttamente alla più vicina stazione di Polizia. Fa anche di più: una volta attivato il segnale dalla vittima, parte il localizzatore Gps in attesa che “arrivino i nostri” in barba al molestatore. Sembrerebbe tutto e invece fa anche un’altra cosa: quando lo stalker si avvicina, un microfono ambientale registra tutto raccogliendo indizi probatori contro l’incauto molestatore. Insomma, impossibile (o quasi) essere assaliti all’improvviso, o perlomeno senza generare un risposta di aiuto, un messaggio di s.o.s.

Incredibile ma vero
Le nuove App per smartphone riescono a capire persino se siamo caduti o se stiamo per avere un infarto. Ma procediamo con calma, un pezzo alla volta: come farà un semplice dispositivo a comprendere se siamo caduti, staranno pensando alcuni. È semplice: percependo fisiologiche variazioni del nostro organismo: ad esempio, se non siamo più in piedi e, quindi, ci troviamo orizzontali a causa di una rovinosa caduta.

Per le persone anziane
 L’ultimo ritrovato per persone un po’ in avanti con l’età, magari sole, richiede l’uso di uno smartphone con Gps integrato settando un’apposita applicazione. Si aggiunge un dispositivo più piccolo, grande pochissimi centimetri, da portare sempre con sé. Quest’ultimo ha un ricetrasmettitore che “dialoga” costantemente con lo smartphone anche quando non sono vicini. La distanza massima coperta è di 50 metri. Quindi, meglio non allontanarsi oltre dallo smartphone, altrimenti è del tutto inutile. Se succede qualcosa, ad esempio si cade, con il pulsante si fa partire una chiamata che allerta un apposito servizio in convenzione. Il “pulsante” è dotato di un accelerometro triassiale, col quale lo smartphone percepisce se siamo ancora in posizione verticale o se siamo stesi orizzontali. Dunque, meglio non addormentarsi con addosso il congegno: potrebbero partire chiamate senza sosta e, soprattutto, potremmo trovarci i vigili del fuoco che irrompono nell’abitazione dopo aver sfondato la porta…

Scherzi a parte, queste nuove tecnologie possono davvero salvare la vita di molte persone se ben utilizzate. Come l’App che permette allo smartphone di monitorare il battito cardiaco: qui la questione è un po’ più complessa e - se vogliamo - suggestiva. Una sofisticata tecnologia consente, infatti, appoggiando il dito sull’obbiettivo della fotocamera di vedere la frequenza cardiaca direttamente sullo schermo. Addio fila in farmacia per misurare le pulsazioni!
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.