Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


23
Ddl lavoro: PARITA’ retributiva
Entro il 2016 parità di stipendi tra uomini e donne. Alla firma di Monti il decreto per 65mila “esodati” atteso entro fine maggio.

La  Commissione Lavoro del Senato ha approvato un ordine del giorno che impegna il governo ad approvare, entro il 2016, misure per arrivare, a parità di ruolo, all’uguaglianza dei salari tra uomini e donne.

Il provvedimento, presentato dall'Idv, chiede all'esecutivo di ''definire e programmare, d'intesa e in stretta collaborazione con le parti sociali, entro un anno dalla data di approvazione'' del ddl lavoro ''misure concrete volte a conseguire entro il 31 dicembre 2016 il definitivo superamento per ciascun settore lavorativo del divario retributivo tra uomini e donne''.

Nell'odg si ricordano anche i dati diffusi  in occasione della Giornata europea per la parità retributiva nell'Unione europea, secondo i quali le donne continuano a guadagnare in media il 16,4% in meno degli uomini. "Il fenomeno - è sottolineato - rispecchia le difficoltà che incontrano le lavoratrici a conciliare lavoro e vita privata: molte donne si vedono infatti costrette a prendere congedi di maternità o a lavorare part-time". Il problema è accentuato in Italia dalla bassa spesa sociale a favore della famiglie e la disabilità, che carica sulle donne il peso del lavoro di cura.

La commissione ha anche cancellato il “refuso” sui ticket sanitari per i disoccupati. E’ stata quindi reinserita l'esenzione dai ticket per i disoccupati a basso reddito e per i loro familiari.

E’ stata anche introdotta la proposta di modifica che prevede la partecipazione dei lavoratori agli utili d'impresa. Vengono inoltre rafforzate le misure per contrastare il fenomeno delle dimissioni in bianco.

La commissione ha poi approvato le modifiche sui congedi parentali; i giorni di congedo per il papà diventano: uno obbligatorio e due facoltativi da concordare con la madre (che a sua volta li dovrà scalare dal suo congedo). Sempre sullo stesso tema, il voucher per chi rinuncia al congedo viene esteso anche all'assunzione di baby-sitter.

Riguardo poi il decreto relativo ai 65mila "esodati" individuati dal governo, il ministro del Lavoro Elsa Fornero ha annunciato, a margine della relazione annuale della Covip, di aver “inviato al co-firmatario Mario Monti, premier e ministro dell'Economia” il testo del provvedimento. Il decreto è atteso entro maggio.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.