Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


21
ESODATI: in attesa del decreto
Sempre più plausibile per gli over 50/55 la fusione di un’attività part-time con uno scivolamento progressivo verso la pensione. Per gli “esodandi”, invece, che passeranno per la mobilità lunga nei prossimi anni, si discute ancora con i Sindacati.

Prima di partire per il G20 del Lavoro in Messico, il Ministro Elsa Fornero ha confermato che il decreto per i 65mila esodati sarà pronto entro la fine di maggio: un modo per distinguere la condizione di chi è vicino alla pensione da quella di chi si troverà in quella stessa condizione nei prossimi anni. Il decreto è stato lasciato all’esame dei Sindacati anche per una valutazione su quanti lavoratori saranno interessati dal decreto: 65mila o più?

Un problema in sospeso

Ma per tutti coloro per cui non è ancora stata trovata una soluzione? Per il Governo appare ormai quasi certo che il futuro prossimo dei lavoratori over 50-55 sarà nell’impiego part-time con un graduale scivolamento verso la pensione. Nel “cantiere” di proposte che sono state fatte, secondo una visione complementare del welfare, la riforma delle pensioni e quella del lavoro messe insieme danno come risultato un regime contributivo puro, in cui, incentivando le carriere lavorative, i versamenti in più rafforzano la pensione.

Un nuovo patto tra generazioni

Per il Ministro si attuerebbe così un patto generazionale virtuoso in grado di consentire un’uscita dal lavoro più morbida dei lavoratori anziani, o come li ha definiti lo stesso ministro, lavoratori “non più compatibili con le esigenze produttive”. Gli over 50-55, che non sono più in grado di reggere i ritmi di produttività, manterrebbero il proprio impiego fino a raggiungere i requisiti della pensione: il part-time permetterebbe all’azienda e allo Stato di risparmiare evitando l’espulsione dal mondo del lavoro di soggetti che avrebbero scarse se non nulle opportunità di reinserimento.

Part-time per insegnare
Non è tutto: il ministro ha introdotto il concetto di “solidarietà espansiva”, ovvero il part-time degli over 50-55 servirà ad istruire e formare i nuovi assunti e, in generale, i lavoratori giovani. L’incentivo al part-time dovrà rispondere naturalmente alle nuove norme sugli esodi e sui contratti di reinserimento del disegno di legge sulla Riforma del Lavoro.

Novità previdenziali
Sul fronte previdenziale, invece, ci sono delle novità: saranno aggiornati i coefficienti che servono a stabilire l’entità degli assegni pensionistici applicati sul montante contributivo, con un decreto apposito. E anche le casse previdenziali dei professionisti e quelle privatizzate dovranno superare degli stress-test: qualora non garantiscano un saldo attivo o in pareggio nell’arco di 50 anni, scatterà il contributivo pro-rata per i professionisti o un prelievo di solidarietà dell’1% sulle pensioni.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.