Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


03
Un giovane che vuole beneficiare della detrazione fiscale per l'affitto deve trasferire anche la residenza?

Un giovane che vuole beneficiare della detrazione fiscale per l'affitto deve provvedere al trasferimento della residenza?

 

 Risposta a cura di 50&PiùCaaf

 



DOMANDA

Vorrei avere maggiori informazioni per quanto riguarda la detrazione per canoni di locazione per giovani tra 20 e 30 anni. 

Tra i documenti richiesti vi è l'autocertificazione di abitazione principale, ma vorrei sapere se è necessario il cambio di residenza o è sufficiente un contratto di lavoro o l'iscrizione all'università in tale città (differente da quella dei genitori) per dimostrare che essa è utilizzata come abitazione principale.

Grazie








RISPOSTA
La detrazione prevista dall’articolo 16, comma 1 ter), del TUIR, a favore di giovani di età compresa fra i 20 e 30 anni, titolari di un contratto di locazione stipulato o rinnovato ( secondo la Legge 9 dicembre 1998 n. 431), prescinde dall’esistenza di un rapporto di lavoro o la condizione di essere studenti universitari e presuppone, soltanto, oltre al requisito anagrafico del conduttore, che l’immobile venga dallo stesso adibito ad “abitazione principale”.


 A quest’ultimo scopo ed in riscontro al quesito posto, non è necessario che nel luogo di abitazione vi sia anche la “residenza anagrafica”, essendo sufficiente avervi stabilito la “dimora abituale” così come disciplinata dall’articolo16 comma 1-quinquies Tuir. Per usufruire della detrazione è necessario, inoltre, che l’unità immobiliare sia diversa da quella destinata ad abitazione principale dei genitori o di coloro cui sono affidati per legge.

 

Cosa c’è da sapere ...

Ai fini del conseguimento della detrazione del rigo E71 codice “3” del modello 730, prevale l’aspetto sostanziale rispetto a quello formale circa il requisito dell’abitazione principale. La quale, in quanto definita dal comma 1 - quinquies dell'art.16 del Tuir come dimora abituale, non deve necessariamente coincidere con il luogo della residenza così come risultante dai registri anagrafici.

Aspetti principali della detrazione: ai giovani di età compresa tra i 20 ed i 30 anni che hanno stipulato un contratto di locazione ai sensi della legge n. 431 del 1998, per l’unità immobiliare adibita ad abitazione principale, spetta una detrazione stabilita in misura forfetaria, rapportata al numero dei giorni nei quali la medesima è stata adibita ad abitazione principale, di euro 991,60.

La detrazione spetta solo se il reddito complessivo (comprensivo del reddito assoggettato al regime della cedolare secca) non è superiore a euro 15.493,71. 

La detrazione compete per i primi tre anni dalla stipula del contratto sempreché il conduttore si trovi nelle condizioni anagrafiche e reddituali richieste dalla norma (Circolare 04.04.2008 n. 34, risposta 9.1). Il rispetto dei requisiti richiesti deve essere verificato in ogni singolo periodo d’imposta per il quale si chiede di fruire dell’agevolazione. 

Se il contribuente presenta i requisiti richiesti nel primo periodo d’imposta, occorre verificare che gli stessi siano presenti anche nei due anni successivi. Il requisito dell’età è soddisfatto se ricorre anche per una parte del periodo d’imposta. Così, ad esempio, se il giovane ha compiuto 30 anni nel corso del periodo d’imposta , ha diritto a fruire della detrazione, nel rispetto degli altri requisiti, solo per tale periodo d’imposta (Circolare 04.04.2008 n. 34, risposta 9.2) . Per usufruire della detrazione è necessario che l’unità immobiliare sia diversa da quella destinata ad abitazione principale dei genitori o di coloro ai quali il giovane è stato affidato dagli organi competenti ai sensi di legge.

La detrazione è suddivisa in base ai cointestatari del contratto di locazione dell’abitazione principale. Nel caso in cui il contratto di locazione sia stipulato da più conduttori e solo uno abbia i requisiti di età previsti dalla norma, solo quest’ultimo può fruire della detrazione in esame per la sua quota (Circolare 04.04.2008 n. 34, risposta 9.3).


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: 

Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

Rivolgiti a 50&PiùCaaf per il tuo modello 730, penseremo noi a certificare la correttezza dei dati inseriti apponendo il visto di conformità che ti permetterà di beneficiare di tutte le detrazioni e deduzioni fiscali a cui hai diritto. Ogni anno oltre 800.000 lavoratori e pensionati scelgono il nostro Caaf.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il cumulo contributivo: le soluzioni

Ricongiungere gli anni di contribuzione versati in più gestioni è una delle possibilità per raggiungere prima la prestazione pensionistica


Come i senior vedono il futuro

Le risposte arrivano da un ampio sondaggio condotto da 50&Più sul dopo Coronavirus


Nuovo Decreto: cosa resta aperto e chi può lavorare

Le nuove misure per contrastare la diffusione del Coronavirus sono operarative. La lista delle attività consentite


“Io resto a casa”. Tutta l’Italia è zona protetta

Estese all’intero territorio le misure relative all’emergenza Coronavirus


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.