Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


05
Il Comune può chiedere il pagamento dell’Imu anche per un periodo inferiore a un mese?

Se si perde l’esenzione Imu a seguito di un cambio di residenza, il Comune può chiedere il pagamento dell’imposta anche per un periodo inferiore a un mese?

 Risposta a cura di 50&PiùCaaf

 



DOMANDA

Mio fratello lo scorso 6 dicembre 2018 ha trasferito la residenza in un‘altra città, perdendo così il diritto all’ esenzione Imu per la prima casa. La predetta imposta non è stata pagata. Quindi, essendo scoperti 24 giorni, dovrà essere pagata anche a distanza di un anno?

Grazie








       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

L’Imu è disciplinata dall’articolo 13 del DL 201/2011 il quale, al comma 2, evidenzia quanto segue:

“L'imposta municipale propria non si applica al possesso dell'abitazione principale e delle pertinenze della stessa, ad eccezione di quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9……... Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente.”

Il Legislatore in pratica evidenzia due concetti fondamentali: quello dell’unica unità immobiliare e quello della dimora abituale e residenza anagrafica del possessore e del suo nucleo familiare.

In merito ai termini previsti per l’attività di verifica ed accertamento i comuni possono procedere alla rettifica delle dichiarazioni incomplete o infedeli o dei parziali o ritardati versamenti, nonché all’accertamento d’ufficio delle omesse dichiarazioni ed omessi versamenti, notificando al contribuente un avviso di accertamento entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui la dichiarazione o il versamento sono stati o avrebbero dovuto essere effettuati.

Tornando al suo quesito la pretesa del Comune si ritiene fondata in quanto l’accertamento è stato effettuato dal Comune entro i termini previsti. Poiché il periodo di versamento è calcolato sulla base dei “mesi” di possesso, considerando per intero il mese in cui il possesso si è protratto per almeno 15 giorni, suo fratello dovrà corrispondere l’Imu come “seconda casa” a partire dal mese di dicembre 2018.

Cosa c'è da sapere 

L’Imu e la Tasi, sono dovute in due rate: la prima va versata entro il 16 giugno (prorogato al 17 giugno per il corrente anno in quanto il 16 cadeva di domenica) e la seconda il 16 dicembre. Per il calcolo della prima rata di acconto il versamento è effettuato sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente. Per il saldo, al 16 dicembre, il conguaglio dovrà essere calcolato sulla base della delibera comunale pubblicata sul portale del Ministero dell’Economia e delle finanze (MEF) entro il 28 ottobre di ciascun anno.

Il D.L. 34/2019 (c.d. Decreto Crescita) ha apportato modifiche all’articolo 13, comma 12-ter, del D.L. 201/2011 prevedendo il differimento dei termini di presentazione della Dichiarazione IMU. L’articolo 13 prevede ora che: “I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro il 31 dicembre dell'anno successivo a quello in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell'imposta”.

 

Di conseguenza per le variazioni intervenute nell’anno 2019 il termine di scadenza per la Dichiarazione IMU è il 31 dicembre 2020.

 

Il citato DL 34/2019 ha anche eliminato gli obblighi dichiarativi relativi al possesso dei requisiti per fruire delle agevolazioni Imu e Tasi relative alle seguenti agevolazioni:

 

- la riduzione al 50% della base imponibile degli immobili concessi in comodato a parenti in linea retta di primo grado;

 

- la riduzione del 25% dell’aliquota sugli immobili in locazione a canone concordato.

 

Si ritiene comunque utile, al fine di evitare la notifica di eventuali Accertamenti da parte dell’ente locale, a chiedere conferma all’Ufficio Tributi del Comune di ubicazione dell’immobile in merito all’eventuale obbligo di presentazione di specifiche Comunicazioni/Autocertificazioni per la spettanza di aliquote ridotte e/o agevolazioni ai fini Imu -Tasi.

 


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: 

Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

Rivolgiti a 50&PiùCaaf per il tuo modello 730, penseremo noi a certificare la correttezza dei dati inseriti apponendo il visto di conformità che ti permetterà di beneficiare di tutte le detrazioni e deduzioni fiscali a cui hai diritto. Ogni anno oltre 800.000 lavoratori e pensionati scelgono il nostro Caaf.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il nuovo portale dell'associazione 50&Più

Un sito moderno, dinamico, ricco di informazioni. Si chiama Spazio50 ed è aperto a tutti gli over 50


Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.