Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


12
Figli a carico: se nel corso dell'anno il reddito supera il nuovo limite di 4.000 euro, cosa  è necessario fare?

Figli a carico: se nel corso dell'anno il reddito supera il nuovo limite di 4.000 euro, cosa  è necessario fare?

 

Risposta a cura di 50&PiùCaaf




DOMANDA

Mia figlia, nata a marzo del 1995, ha lavorato con contratto di somministrazione per due mesi e precisamente a novembre e dicembre 2018. Percepisco detrazioni per figlio a carico essendo dipendente pubblico. Mia figlia ha percepito un reddito di circa 3.945,00 euro. La nuova legge di bilancio 2018 ha elevato il reddito per figli a carico, con età inferiore a 24 anni (mia figlia nel 2018 ne ha 24), a 4.000,00 euro. Mi chiedo cosa devo fare? 

Grazie








       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


In linea generale ai sensi dell’articolo 12, comma 2 del Tuir, sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che possiedono un reddito complessivo, computando anche le retribuzioni corrisposte da enti e organismi internazionali, rappresentanze diplomatiche e consolari e missioni, nonché quelle corrisposte dalla Santa Sede, dagli enti gestiti direttamente da essa e dagli enti centrali della Chiesa cattolica, non superiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.


A partire dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a ventiquattro anni, il limite di reddito complessivo per poter essere considerati fiscalmente a carico è elevato a 4mila euro (articolo 1, commi 252 e 253, legge 205/2017).


La legge di bilancio 2018 ha modificato, infatti, l’articolo 12, comma 2 del Tuir, stabilendo che, a partire dal 1° gennaio 2019, per i figli di età non superiore a ventiquattro anni, il limite di reddito complessivo per poter essere considerati fiscalmente a carico è elevato a 4mila euro.


Pertanto, venendo al suo quesito, con riferimento al periodo d’imposta 2018, il limite da considerare resto quello fissato a 2.840,51 euro per tutti i familiari. Se tale limite nel corso del 2018 è stato superato, presentando la dichiarazione dei redditi Modello 730/2019 (redditi 2018), si potrà restituire la detrazione di cui si è beneficiati in busta paga. Se per l’anno d’imposta 2018 sua figlia non è fiscalmente a carico, non potrà beneficiare neanche della detrazioni delle spese mediche per la stessa sostenute.

Con riferimento all’anno 2019, se sua figlia ha superato i ventiquattro anni d’età, oppure ha percepito redditi complessivi superiori ad euro 4.000, è opportuno che comunichi al suo datore di lavoro di non applicarle la detrazioni per figli a carico.

 

 

Cosa c'è da sapere 

La detrazione per figli a carico compete a ciascuno dei genitori nella misura del 50 % e non può essere ripartita liberamente fra i due soggetti.

E’ tuttavia previsto che, in caso di accordo, la detrazione possa essere attribuita, nella misura del 100 %, al coniuge con il reddito più elevato. 


Qualora i genitori siano legalmente ed effettivamente separati o divorziati, la detrazione:

  • in mancanza di accordo, spetta al genitore affidatario al 100%;

  • nel caso di affidamento congiunto, la detrazione è ripartita in mancanza di accordo nella misura del 50% tra i genitori;

  • tanto nel caso di affidamento esclusivo quanto nel caso di affidamento congiunto, in presenza di accordo, i genitori separati/divorziati potranno utilizzare le regole previste per i genitori coniugati;

  • qualora il genitore affidatario (ovvero, nel caso di affidamento congiunto, uno dei genitori affidatari) non possa beneficiare parzialmente o integralmente della detrazione per “incapienza d’imposta”, la stessa è attribuita per intero all’altro genitore. In pratica, il genitore che risulta capiente può usufruire della detrazione al 100% sia nel caso in cui abbia un reddito complessivo più elevato, sia nel caso in cui il suddetto reddito sia minore rispetto a quello relativo al genitore che risulta incapiente.

Quest’ultima regola è stata prevista dal legislatore esclusivamente a favore dei genitori separati o divorziati, e non per i genitori regolarmente coniugati.


Qualora i genitori non siano coniugati, si applicano le regole previste per i genitori coniugati nel caso di affidamento congiunto dei figli, mentre si ricorre alle regole disposte per i genitori separati/divorziati in caso di affidamento esclusivo.


 

 Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: 

Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

Rivolgiti a 50&PiùCaaf per il tuo modello 730, penseremo noi a certificare la correttezza dei dati inseriti apponendo il visto di conformità che ti permetterà di beneficiare di tutte le detrazioni e deduzioni fiscali a cui hai diritto. Ogni anno oltre 800.000 lavoratori e pensionati scelgono il nostro Caaf.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Olimpiadi 50&Più, annunciati i testimonial

Valerio Aspromonte e Stefano Mei daranno il via ai "giochi", Franceso Moser aprirà la gara ciclistica a cronometro


Corti di lunga vita al Festival del Cinema di Venezia

Presentazione il 5 settembre in occasione della 76° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica


ROMA: presentazioni dei corsi Anno Accademico 2019/2020


Pronti per le Olimpiadi 50&Più?

Tornano a Marina di Pisticci (Mt) le Olimpiadi degli over 50. Giunte alla XXVI edizione, si terranno dal 15 al 23 settembre


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.