Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


23
Per beneficiare del bonus arredi il familiare convivente deve partecipare anche alle spese di ristrutturazione?

Per beneficiare del bonus arredi il familiare convivente deve partecipare anche alle spese di ristrutturazione?

 

 

Risposta a cura di 50&PiùCaaf




DOMANDA

Ho acquistato dei mobili utilizzando la scia di mio padre quando ancora convivevo con lui. La ristrutturazione è stata effettuata da lui e i bonifici per l'acquisto dei mobili sono a mio nome. Per 3 anni mi hanno rimborsato la quota prevista, ora il mio commercialista mi contesta una ristrutturazione a mio nome. Cosa dice la norma al riguardo per il familiare convivente?

 

Grazie








       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


L’Agenzia delle entrate nella Circolare 7/2018, confermando i precedenti documenti di Prassi, ha evidenziato che i soggetti che possono usufruire del cosiddetto Bonus Arredi sono i contribuenti che fruiscono della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’articolo 16 bis del TUIR e che usufruiscono della detrazione del 50%. Per avere l’agevolazione è indispensabile, quindi, realizzare una ristrutturazione edilizia e usufruire della relativa detrazione.


Tornando al suo quesito se lei non ha sostenuto spese di ristrutturazione non potrà nemmeno usufruire del cosiddetto bonus arredi. Riteniamo, pertanto, corretto quanto le ha comunicato il suo commercialista in merito alla non spettanza della citata detrazione in assenza delle corrispondenti spese di ristrutturazione.


Da ultimo si evidenzia che nemmeno suo padre potrà usufruire del bonus arredi in quanto, non avendone sostenuto le relative spese, non ha i requisiti per portarle in detrazione.

 

 

Cosa c'è da sapere 

Si può usufruire della detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Per avere l’agevolazione, su singole unità immobiliari, è indispensabile, pertanto, realizzare uno dei seguenti interventi:

- manutenzione straordinaria;

- restauro e risanamento conservativo;

- ristrutturazione edilizia.


L’agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettuano nel 2019, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2018.


Per ottenere il bonus è necessario che la data dell’inizio dei lavori di ristrutturazione preceda quella in cui si acquistano i beni. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.


Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. La detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.

 


 Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: 

Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa




 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Verifica dei redditi: invito ai pensionati

Entro il 31 marzo è necessario comunicare all’Inps i redditi del 2017 e del 2016. La mancata comunicazione comporta la sospensione delle prestazioni legate al reddito


Asseconda la tua creatività!

Al via le iscrizioni al Concorso di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia di 50&Più. C'è tempo fino al 12 aprile


Lucca vince il Trofeo delle Olimpiadi invernali 50&Più

Al secondo posto la squadra provinciale di Vicenza e al terzo la squadra della provincia di Genova


Quota 100: 50&PiùEnasco lancia un nuovo servizio

Sampaolo: “Per comprendere non solo se si ha diritto ma anche vantaggi e svantaggi della scelta”


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.