Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


16
 A seguito del trasferimento in istituti di ricovero o sanitari, occorre pagare Imu e Tasi della casa di proprietà?

A seguito del trasferimento in istituti di ricovero o sanitari, occorre pagare Imu e Tasi della casa di proprietà?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf




DOMANDA

Dal 2017 abito nella casa cointestata con mio papà e mio fratello. In origine la casa era intestata ai miei genitori. Nel 2009 in seguito al decesso di mia madre c’è stata la successione:

66.66% a mio padre e 16.66% a ciascuno dei due figli. Mio padre tuttavia ha sempre dichiarato il 100% in qualità di coniuge superstite, pertanto era esentato dal pagamento IMU.

Dal 2015 mio padre è ricoverato a titolo permanente in casa di riposo in comune diverso da quello nel quale risiedeva. Io (figlia) ho preso la residenza nella casa.

Domanda: oltre a mio fratello obbligato a pagare l’IMU per la sua quota del 16.66%, mio padre deve pagare per la sua quota del  66,67%? Il fatto che ho preso residenza nella ex casa di mio padre ha annullato per mio padre l’esenzione IMU/TASI?

Grazie







       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA


In linea generale, l’abitazione principale e relative pertinenze sono esenti dal versamento dell’imposta.

L’articolo 540 del Codice civile riconosce al coniuge superstite, uno specifico diritto reale di abitazione sulla casa coniugale. Dal punto di vista fiscale, tale previsione ha come conseguenza la possibilità di fruire di tutti i benefici fiscali previsti per l'abitazione principale, dichiarandone il possesso al 100 per cento.

Per il caso prospettato nel quesito, il soggetto passivo d’imposta è unicamente il titolare del diritto reale di abitazione (non c’è imponibilità a carico degli altri coeredi).

Inoltre, dal 2016 i Comuni possono assimilare come abitazione principale anche l’unità immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto, da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata.

Trattandosi di una decisione rimessa alla scelta del Comune, in assenza di una specifica delibera i suddetti fabbricati sono regolarmente soggetti a imposta.

A tale riguardo si consiglia di verificare la situazione con l’Ufficio Tributi del Comune di ubicazione dell’immobile.

 

Cosa c'è da sapere 


Esenzione IMU per abitazione principale:

Dal 2014 sono esenti dall'IMU le abitazioni principali delle categorie catastali A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7.

Dal 2016 (Legge di stabilità 2016) l'esenzione per l'abitazione principale è stata estesa alla TASI. L'esenzione TASI si applica anche alla quota dovuta dall'inquilino in caso l'immobile locato sia abitazione principale dello stesso.

Per abitazione principale si intende l’immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore dimora abitualmente e risiede anagraficamente.

Per pertinenze dell’abitazione principale si intendono esclusivamente quelle classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un’unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.

L’IMU non si applica anche:

a) alle unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, ivi incluse le unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa destinate a studenti universitari soci assegnatari, anche in deroga al richiesto requisito della residenza anagrafica;

b) ai fabbricati di civile abitazione destinati ad alloggi sociali come definiti dal decreto del Ministro delle infrastrutture, di concerto con il Ministro della solidarietà sociale, il Ministro delle politiche per la famiglia e il Ministro per le politiche giovanili e le attività sportive del 22 aprile 2008, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 146 del 24 giugno 2008;

c) alla casa coniugale assegnata al coniuge, a seguito di provvedimento di separazione legale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio;

d) a un unico immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, posseduto, e non concesso in locazione, dal personale in servizio permanente appartenente alle Forze armate e alle Forze di polizia ad ordinamento militare e da quello dipendente delle Forze di polizia ad ordinamento civile, nonché dal personale del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, e, fatto salvo quanto previsto dall'articolo 28, comma 1, del decreto legislativo 19 maggio 2000, n. 139, dal personale appartenente alla carriera prefettizia, per il quale non sono richieste le condizioni della dimora abituale e della residenza anagrafica."

Immobili assimilati ad Abitazione principale

Dal 2016 il Comune può assimilare ad abitazione principale solo "l'unita' immobiliare posseduta a titolo di proprietà o di usufrutto da anziani o disabili che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che la stessa non risulti locata."

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa

 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Pensioni: magra rivalutazione dal 2019

Nulla cambia, o quasi, per la rivalutazione automatica. Novità, invece, per i trattamenti medio-alti con il ripristino delle fasce di reddito previste dalla Legge 388


Tornano le Olimpiadi invernali di 50&Più

Sarà Sansicario, in provincia di Torino, ad ospitare la nuova edizione che si terrà dal 27 gennaio al 3 febbraio


Le grandi crociere di 50&Più

L’Oriente, fra spiagge e cultura: Singapore, Malesia e Thailandia con Costa Fortuna dal 29 gennaio al 5 febbraio 2019


Nuova sede del Patronato 50&PiùEnasco a Ottawa

Premiato con l'Aquila d'oro, l'imprenditore italo-canadese Angelo Filoso


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.