Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


09
Il genitore che si fa carico delle rate del mutuo dell'abitazione intestata al figlio, può detrarre le spese notarili?

Il genitore che si fa carico delle rate del mutuo per l’acquisto di una abitazione intestata al figlio, può detrarre le spese notarili e accessorie?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf




DOMANDA

Nel corrente anno ho acquistato una casa a mia figlia intestandola a lei. Ho contratto un mutuo anch'esso intestato a mia figlia, ma le rate sono pagate da me attraverso un conto corrente cointestato con mia figlia.

Mia figlia non ha reddito (oltre ad avere una invalidità del 50%) e risulta da sempre a carico del sottoscritto al 100%, pertanto detraggo le sue spese mediche e farmaceutiche nel mio 730.

Da un mese circa mia figlia ha trasferito la residenza nell'appartamento acquistato.

La mia domanda è la seguente: posso inserire nel mio 730 le spese notarili per l'acquisizione del mutuo e delle spese accessorie (perizia appartamento)?


Grazie







       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA


L’art. 15, comma 1, lett. b), del TUIR stabilisce che, in presenza di un mutuo ipotecario contratto per l’acquisto dell’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale e delle sue pertinenze, spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 19 per cento degli interessi passivi e relativi oneri accessori, nonché delle quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione.

Per fruire della detrazione, è necessario che il contribuente sia contemporaneamente intestatario del mutuo e proprietario dell’unità immobiliare, anche se non deve esserci corrispondenza tra la quota di proprietà e la quota di detrazione spettante per gli interessi passivi (Circolare 26.01.2001 n. 7, risposte 2.3 e 2.5); il requisito congiunto di “acquirente e mutuatario” è pertanto sempre necessario, tranne che nell’ipotesi di mutui contratti anteriormente all’anno 1991 per i quali è previsto che la detrazione degli interessi passivi spetta anche ai soggetti che non siano titolari di redditi di fabbricati (Circolare 12.05.2000 n. 95, risposta 1.2.6). 

Venendo pertanto al suo quesito, qualora l’immobile acquistato risulta essere al 100% di proprietà di sua figlia, lei non può beneficiare né della detrazione degli interessi passivi, né della detrazione delle spese di istruttoria e di perizia tecnica, e né di quelle notarili sostenute per la stipula del mutuo, in quanto non è soddisfatto il requisito congiunto di “acquirente e mutuatario”, ovvero lei non è contemporaneamente intestatario del contratto di mutuo e proprietario dell’unità immobiliare, così come richiesto dalla norma.


Cosa c'è da sapere 


In linea generale, la detrazione spetta con riferimento agli interessi passivi e oneri accessori pagati nell’anno d’imposta, a prescindere dalla scadenza della rata (criterio di cassa). 

Tra gli oneri accessori sono compresi anche: 

  •  l’intero importo delle maggiori somme corrisposte a causa delle variazioni del cambio di valuta relative a mutui stipulati in altra valuta; 
  •  la commissione spettante agli istituti per la loro attività di intermediazione; 
  • gli oneri fiscali (compresa l’imposta per l’iscrizione o la cancellazione di ipoteca e l’imposta sostitutiva sul capitale prestato); 
  • la cosiddetta “provvigione” per scarto rateizzato nei mutui in contanti, le spese di istruttoria e le spese di perizia tecnica; 
  • le spese notarili che comprendono sia l’onorario del notaio per la stipula del contratto di mutuo (Circolare 12.05.2000 n. 95, risposta 1.2.3), sia le spese sostenute dal notaio per conto del cliente quali, ad esempio, l’iscrizione e la cancellazione dell’ipoteca. Qualora il contribuente abbia  costituito un deposito presso il notaio in un dato anno e il notaio depositario emetta fattura nell’anno successivo, le spese sono detraibili dall’imposta dovuta per l’anno di costituzione del deposito in applicazione del principio di cassa. In tali casi il contribuente è tenuto a conservare la documentazione attestante data e importo del deposito e la fattura emessa dal notaio (Circolare 01.06.2012 n. 19, risposta 5.1). 

Sono escluse dalla detrazione: 

  • le spese di assicurazione dell’immobile in quanto non hanno il carattere di necessarietà rispetto al contratto di mutuo (Circolare 20.04.2005 n.15, risposta 4.4); 
  • le spese inerenti l’onorario del notaio per la stipula del contratto di compravendita; 
  • le imposte di registro, l’IVA e le imposte ipotecarie e catastali, connesse al trasferimento dell’immobile.  

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa

 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Premiati i vincitori dei Corti 50&Più

Vince la seconda edizione del Concorso il corto Amarcord sal mèn del regista Dorin Valeriu Mihai


Corti di Lunga Vita, i tre finalisti

La cerimonia di premiazione si terrà mercoledì 12 dicembre alle ore 18.00 al MAXXI di Roma


Thailandia: suggestioni d’oriente

In viaggio con 50&Più Turismo dal 10 al 19 marzo 2019. Un itinerario tra natura incontaminata e antiche capitali


Corti di Lunga Vita, ecco chi sono gli otto finalisti

La finale con la proclamazione dei vincitori si terrà il 12 dicembre al MAXXI di Roma alle ore 18.00


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.