Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


09
Ristrutturazione edilizia: il marito può detrarre le spese sostenute dalla moglie che nel 2017 non ha percepito reddito?

Ristrutturazione edilizia: il marito può detrarre la quota delle spese sostenute dalla moglie che nel 2017 non ha percepito reddito?



Risposta a cura di 50&PiùCaaf




DOMANDA

Mia moglie è proprietaria di un appartamento in cui abitiamo. Nell’anno 2011 eseguiamo lavori di ristrutturazione le cui spese sono state sostenute congiuntamente con mia moglie, pertanto le fatture sono state pagate tramite bonifici eseguiti da un conto corrente cointestato con mia moglie e nei quali sono stati riportati i codici fiscali di entrambi.

Con la dichiarazione dei redditi (730) a partire dall’anno 2012 e fino all’anno 2017 detta spesa di ristrutturazione è stata detratta al 50% in quanto entrambi possessori di reddito da lavoro dipendente.

Nell’anno 2017 mia moglie non ha percepito alcun reddito da lavoro (unico reddito dato dal possesso dell’appartamento in oggetto). Vorrei sapere se posso detrarre dalla dichiarazione 730/2018 anche la quota del 50% delle spese di ristrutturazione di mia moglie.


Grazie








       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA 

A differenza di altri benefici fiscali il legislatore ha previsto che la detrazione può essere usufruita esclusivamente dal soggetto che, in presenza degli altri presupposti, ha sostenuto la spesa. Se quest’ultimo, in un determinato anno, non ha capienza, oppure non ha redditi, non potrà recuperarla.

Tornando al suo quesito, se Sua moglie non è attualmente titolare di alcun reddito imponibile, non potrà usufruire della detrazione per la rata di competenza dell’anno in cui è in assenza di “un’imposta lorda” e non potrà nemmeno usufruirne Lei, nonostante Sua moglie sia fiscalmente a Suo carico.

Per i prossimi anni, se la condizione reddituale dovesse variare, Sua moglie potrà tornare ad usufruire della detrazione ma solo dalla rata di competenza dell’anno fiscale trattato.

Cosa c'è da sapere 


Dall’imposta lorda si detrae un importo pari al 36% (elevato, dal 26 giugno 2012, al 50%) delle spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio realizzati su parti comuni di edifici residenziali e su singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale e relative pertinenze. La detrazione, introdotta dall’art. 1, comma 1, della legge n. 449 del 1997, è stata resa permanente dall’art. 4 del DL n. 201 del 2011 che ha previsto l’introduzione nel TUIR dell’art. 16-bis.4.

La detrazione spetta in relazione alle spese sostenute ed effettivamente rimaste a carico dei contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi di ristrutturazione (articolo 16-bis del Dpr 917/1986). Non è possibile modificare, nei periodi d’imposta successivi, la ripartizione della spesa sostenuta (paragrafo 4.1 della circolare 11/E del 2014) in quanto il comportamento dei contribuenti deve essere coerente per tutto il corso della detrazione e quindi dal primo anno di fruizione del beneficio.


Possono fruire della detrazione tutti i contribuenti assoggettati all’imposta sul reddito delle persone fisiche, residenti o meno nel territorio dello Stato (Circolare 24.02.1998 n. 57, paragrafo 2). La detrazione spetta ai soggetti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, gli immobili oggetto degli interventi, a condizione che ne sostengano le relative spese. Tali soggetti sono:

- proprietari o nudi proprietari;

- titolari di un diritto reale di godimento quale usufrutto, uso, abitazione o superficie;

- soci di cooperative a proprietà divisa e indivisa;

- imprenditori individuali, per gli immobili non rientranti fra i beni strumentali o beni merce (Circolare 11.05.1998 n. 121, paragrafo 2.3);

- soggetti indicati nell’art.5 del TUIR, che producono redditi in forma associata (società semplici, in nome collettivo, in accomandita semplice e soggetti a questi equiparati, imprese familiari), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali;

- detentori (locatari, comodatari) dell’immobile (Circolare 24.02.1998 n. 57, paragrafo 2);

familiari conviventi;


- coniuge separato assegnatario dell’immobile intestato all’altro coniuge (Circolare 9.05.2013 n. 13, risposta 1.2);


- conviventi more uxorio;


- futuro acquirente.

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa


 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Concorso 50&Più: Farfalle e Libellule d'oro 2018

Proclamati i vincitori della XXXVI edizione del Concorso Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia. VIDEO


Concorso 50&Più, le prime premiazioni

I 4 supervincitori del Concorso 50&Più 2017 votati dai lettori della rivista 50&Più e del sito 50epiu.it


Al via il Concorso 50&Più

A Salsomaggiore Terme (Pr) da tutta Italia per la finalissima di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia


Pensioni: superare la “Legge Fornero”

Tra le proposte sul tavolo del nuovo Governo c’è la cosiddetta quota 100 per il ritiro dall’attività lavorativa


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.