Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


28
Ape sociale, la prossima scadenza è vicina



Il 15 luglio è l’ultimo giorno utile per presentare la domanda di anticipo pensionistico sociale. Tutti i requisiti necessari per beneficiare della nuova misura previdenziale, prevista in via sperimentale fino al 31 dicembre 2018.


A cura di 50&PiùEnasco


Si chiude il prossimo 15 luglio 2018 la seconda finestra dell'anno per produrre all'Inps domanda di certificazione per accedere all’Ape sociale. Si tratta della seconda fase di monitoraggio delle domande con riferimento ai lavoratori che maturano i requisiti per l'Ape sociale entro il 31 dicembre 2018 e che non hanno potuto produrre la domanda entro il 31 marzo 2018 perché o non in possesso dei requisiti richiesti oppure perché ritardatari sulla scadenza del 31 marzo. L'Inps avrà tempo sino al 15 Ottobre 2018 per dare una risposta circa l'accoglimento o il rigetto dell'istanza. 

All'Ape sociale (misura prevista in via sperimentale fino al 31 dicembre 2018) potranno accedere coloro che abbiano compiuto i 63 anni di età, non titolari di pensione diretta, con 30 o 36 anni di contributi (a seconda dei casi) e che siano iscritti all'assicurazione generale obbligatoria dei lavoratori dipendenti, alle forme sostitutive ed esclusive della stessa, alle gestioni speciali dei lavoratori autonomi o alla gestione separata. Questi dovranno altresì trovarsi in una delle situazioni previste dalla legge, ossia in una delle quattro categorie prese in considerazione:


  • disoccupati (per licenziamento, dimissioni per giusta causa, scadenza termine rapporto di lavoro, risoluzione consensuale e nell'ambito della procedura obbligatoria di conciliazione prevista per i licenziamenti per giustificato motivo oggettivo) che non percepiscano ammortizzatori sociali da almeno tre mesi, se persiste lo stato di disoccupazione;

  • caregiver che prestano assistenza da almeno 6 mesi al coniuge, partner dell'unione civile, parente o affine convivente fino al secondo grado affetto da handicap grave ex legge n. 104/1992. Età almeno 63 anni di età e 30 anni di contributi;

  • invalidi civili con invalidità almeno pari al 74%. Età 63 anni e 30 anni di anzianità contributiva;

  • addetti a mansioni gravose che svolgano o abbiano svolto l'attività per almeno 7 anni negli ultimi 10 o per almeno 6 anni negli ultimi 7. Sono richiesti oltre ai 63 anni di età e 36 anni di contributi.

Le mansioni gravose, individuate nel Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri n. 88/2017, sono seguenti:

  • operai edili, addetti alla manutenzione degli edifici e operai dell’industria estrattiva;

  • conduttori di gru e di macchinati usati per la perforazione nelle costruzioni;

  • conciatori di pelle e di pellicce;

  • personale ferroviario;

  • conduttori di mezzi pesanti e di camion;

  • infermieri e ostetriche che hanno svolto lavori organizzati su turni;

  • attività di assistenza a persone non autosufficienti;

  • educatori di asilo nido e insegnanti di scuola dell’infanzia;

  • facchini e addetti allo spostamento delle merci;

  • addetti alle pulizie;

  • operatori ecologici e personale impegnato nella raccolta dei rifiuti.

L’Ape rosa per le donne con figli prevede uno sconto sugli anni di contribuzione necessari per accedere al beneficio. Lo sconto riconosciuto dalla legge è di un anno per le donne che hanno avuto un figlio e di 2 anni per chi ha avuto 2 o più figli.

Il primo passo che dovrà effettuare il lavoratore che desidera accedere al beneficio, sarà quello di presentare l'istanza per verificare e certificare il suo diritto di accesso all'Ape sociale, e questo potrà essere fatto con l'ausilio di un patronato.


Una volta ottenuto il via libera dell'Istituto, dovrà essere poi inoltrata la domanda vera e propria, sempre tramite patronato; chi, invece, sia già in possesso dei requisiti potrà inoltrare all'Inps sia la domanda di certificazione del diritto all'Ape sia la domanda di pensione vera e propria.


L’esito delle domande sarà comunicato entro il 15 ottobre ed il 31 dicembre. Trattandosi di un anticipo pensionistico totalmente a carico dello Stato, le domande saranno accolte solo fino all’esaurimento dei fondi messi a disposizione. Chi riceve una risposta positiva da parte dell’Inps inizierà a percepire l’assegno mensile a partire dal mese successivo a quello in cui ha maturato i requisiti richiesti dalla legge.

L’Ape sociale viene riconosciuta per 12 mensilità, fino a quando non si maturano i requisiti per il pensionamento e l’importo è uguale alla pensione a cui si avrà diritto al termine del periodo di pensionamento anticipato. L’importo massimo dell’indennità è di 1.500 euro.

 



   In evidenza...


Cosa fare se non si presenta la domanda in tempo

Chi entro il 15 luglio non presenta la domanda per il diritto all’Ape sociale, può comunque farlo successivamente, ma entro il 30 novembre.

In questo caso però, non si ha la certezza che la domanda venga accolta, infatti l’elaborazione viene effettuata solo nel caso in cui avanzino risorse dopo aver liquidato tutti i benefici relativi alle domande presentate entro il 15 luglio.

 


Per qualsiasi problematica attinente l’argomento trattato, o per altra questione di natura previdenziale, il Patronato 50&PiùEnasco offre tutta la consulenza e l’assistenza necessarie.



Leggi qui tutti gli articoli della rubrica previdenza

 Gli esperti di 50&PiùEnasco che curano questa Rubrica sono:
 Paolo Daprelà, Filomena Ianni, Mauro Torciano, Daniela Toschetti.


50&PiùEnasco è un Istituto di Patronato e di Assistenza Sociale, presente su tutto il territorio nazionale e fornisce la propria assistenza gratuita nello svolgimento delle pratiche relative a tutte le tipologie di prestazioni erogate da INPS (comprensive di quelle a carico dei lavoratori pubblici - ex INPDAP - e dei lavoratori dello spettacolo - ex ENPALS, ENASARCO, INAIL, Ministero dell'Interno.


 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.


Stampa

 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Al via la 25° edizione delle Olimpiadi 50&Più

Gabriella Dorio e Marcello Guarducci accendono il braciere olimpico e agli atleti dicono: "Non fermatevi mai!"


Flat tax: solo un problema di finanza pubblica?

I benefici maggiori della nuova tassazione dovrebbero interessare i redditi medi, anche se resta qualche dubbio sulle coperture finanziarie


Mostra del Cinema: al Lido i Corti di Lunga Vita

Presentazione del Concorso di cortometraggi di 50&Più in collaborazione con la Fondazione Ente dello Spettacolo


Olimpiadi 50&Più: per i 25 anni un'edizione speciale

Testimonial tre grandi glorie della storia dello sport: Gabriella Dorio, Paola Pigni e Marcello Guarducci


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.