Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


14
Maggiorazioni contributive per i lavoratori non vedenti



Al via dall’Inps il riconoscimento dell’incremento del coefficiente del montante contributivo di 4 mesi per ogni anno di lavoro sia nel pubblico che nel privato. Per ottenere la maggiorazione occorre fare domanda.



A cura di 50&PiùEnasco

 

Le attività svolte dai lavoratori non vedenti sono considerate particolarmente usuranti e per questo ai fini pensionistici è riconosciuta una maggiorazione pari a 4 mesi per ogni anno di servizio effettivamente prestato presso aziende pubbliche o private.

La Legge istitutiva n.113/85 ha previsto che la maggiorazione è utile sia per il diritto raggiungimento del requisito pensionistico, sia per il calcolo della pensione.  In quest’ultimo caso, però, questa maggiorazione viene valutata soltanto per i periodi che rientrano nel calcolo retributivo, non essendo previsto nulla per i periodi che si collocano nel sistema contributivo.

La legge di Bilancio 2017, ha colmato a questo vuoto normativo, prevedendo (al comma 209) un beneficio sulla pensione contributiva o quota di pensione calcolata con il sistema contributivo, beneficio che si concretizza nell’incremento dell’età anagrafica a cui applicare il coefficiente di trasformazione per il calcolo della quota di pensione nel sistema contributivo...”

Questo significa che per il calcolo della quota contributiva, si procede a maggiorare l’età anagrafica del lavoratore, in misura pari a 4 mesi per ogni anno di servizio (o frazione di anno).
Il coefficiente di trasformazione relativo all’età risulta così maggiorato rispetto all’effettiva età anagrafica del lavoratore al momento del pensionamento.

Con il messaggio 2114/2018 del 24 maggio, l’Inps ha comunicato che inizierà ad applicare i benefici per i lavoratori non vedenti, in seguito all’innovazione introdotta dall’art. 1, comma 209 della legge 232/2016, e illustrata con la circolare n. 73/2017. Il beneficio previsto, riconosciuto a richiesta, per le pensioni con decorrenza a partire dal 1° gennaio 2017, sarà un incremento del coefficiente di trasformazione pari a 4 mesi per ogni anno di lavoro svolto presso le amministrazioni pubbliche o aziende private in condizione di cecità. 

A chi spetta la maggiorazione

I destinatari della maggiorazione sull'assegno pensionistico sono tutti i lavoratori non vedenti, cioè coloro che sono colpiti da cecità assoluta o hanno un residuo visivo non superiore ad un decimo in entrambi gli occhi con eventuale correzione. Il beneficio spetta quindi alle seguenti categorie:

- ciechi civili; 

- ciechi invalidi per servizio; 

- ciechi invalidi del lavoro; 

- ciechi di guerra. 

Il calcolo dell'aumento

Come chiarito dall'Inps, la maggiorazione deve essere calcolata aggiungendo all’età posseduta al momento della decorrenza della pensione, 4 mesi per ogni anno di servizio effettivamente svolto. Va però ricordato che tale maggiorazione deve essere attribuita per i soli periodi che concorrono alla determinazione della quota contributiva. L'incremento viene ridotto in caso di un periodo di lavoro inferiore all'anno, con la frazione di anno che viene determinata in mesi, senza alcun arrotondamento.


 


   In evidenza...


Le due maggiorazioni sono cumulabili

La maggiorazione dell’anzianità contributiva è cumulabile a richiesta con la maggiorazione del  coefficiente di trasformazione.

Esempio: se un  lavoratore va in pensione a 60 anni dopo aver svolto 12 anni di lavoro effettivo, in concomitanza con la cecità, potrà godere non solo dei 4 anni in più di anzianità contributiva aggiuntiva, ma anche di un coefficiente di trasformazione del montante contributivo maggiorato di 4 anni, cioè calcolato su un'età di 64 anni invece che 60.

La maggiorazione del coefficiente di trasformazione opera solo sulle quote da calcolare con il sistema di calcolo contributivo. Nell’ipotesi di lavoro inferiore all’anno, l’incremento viene corrisposto in misura ridotto, infatti la frazione di anno deve essere determinata in mesi senza arrotondamento dei giorni.

 

 


Per qualsiasi problematica attinente l’argomento trattato, o per altra questione di natura previdenziale, il Patronato 50&PiùEnasco offre tutta la consulenza e l’assistenza necessarie.



Leggi qui tutti gli articoli della rubrica previdenza

 Gli esperti di 50&PiùEnasco che curano questa Rubrica sono:
 Paolo Daprelà, Filomena Ianni, Mauro Torciano, Daniela Toschetti.


50&PiùEnasco è un Istituto di Patronato e di Assistenza Sociale, presente su tutto il territorio nazionale e fornisce la propria assistenza gratuita nello svolgimento delle pratiche relative a tutte le tipologie di prestazioni erogate da INPS (comprensive di quelle a carico dei lavoratori pubblici - ex INPDAP - e dei lavoratori dello spettacolo - ex ENPALS, ENASARCO, INAIL, Ministero dell'Interno.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.


Stampa

 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Olimpiadi 50&Più: per i 25 anni un'edizione speciale

Testimonial tre grandi glorie della storia dello sport: Gabriella Dorio, Paola Pigni e Marcello Guarducci


Nella terra amata dagli Dei

Voglia di Grecia a bordo di Costa Deliziosa con una tappa in Croazia. Partenza da Venezia e Bari il 21 e 22 ottobre


Concorso 50&Più: Farfalle e Libellule d'oro 2018

Proclamati i vincitori della XXXVI edizione del Concorso Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia. VIDEO


Concorso 50&Più, le prime premiazioni

I 4 supervincitori del Concorso 50&Più 2017 votati dai lettori della rivista 50&Più e del sito 50epiu.it


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.