Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


09
730/2018: è possibile recuperare la prima rata delle spese di manutenzione edilizia non inserita nel 730/2017?

730/2018: è possibile recuperare la prima rata delle spese di manutenzione edilizia non inserita nel 730/2017?


Risposta a cura di 50&PiùCaaf




DOMANDA

L’anno scorso ho dimenticato di inserire nel modello 730/2017 la prima quota per le spese di manutenzione sostenute per  le parti condominiali della prima casa, posso farlo nel 730/2018 partendo dalla seconda quota?

Grazie
 






       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA 

In linea generale se il contribuente si accorge di non aver fornito tutti gli elementi da indicare nella dichiarazione e l’integrazione e/o la rettifica comportano un maggiore credito o un minor debito (ad esempio, per oneri non indicati nel mod. 730 originario), può:

- presentare entro il 25 ottobre dello stesso anno un nuovo modello 730 integrativo completo di tutte le sue parti;
- presentare un modello REDDITI Persone fisiche 2017 integrativo entro il termine previsto per la presentazione del modello REDDITI Persone fisiche relativo all’anno successivo (dichiarazione integrativa a favore) oppure entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione.


In quest’ultimo caso l’importo a credito, potrà essere utilizzato in compensazione, ai sensi dell’articolo 17 del decreto legislativo n. 241 del 1997, per eseguire il versamento di debiti maturati a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione integrativa
.

Pertanto, venendo al suo quesito, può recuperare la prima rata delle spese sostenute nel 2016 per i lavori di ristrutturazione edilizia eseguiti sulle parti comuni del condominio, non indicata nel Modello 730/2017, presentando un Modello Redditi PF 2017 Integrativo entro il termine previsto per la presentazione del modello REDDITI Persone fisiche 2018. Il credito che scaturisce dalla dichiarazione integrativa può essere utilizzato in compensazione, ovvero indicato come eccedenza d’imposta, già nel 2018.

Le confermiamo anche che può indicare nel Modello 730/2018 la seconda rata delle spese sostenute nel 2016 per i lavori condominiali, anche senza presentare un Modello Redditi PF 2017 Integrativo, come detto sopra, per recuperare la prima rata non indicata nel Modello 730/2017.



Cosa c'è da sapere

Il D.L. 193/2016 convertito con Legge n.225/2016 (“Collegato alla Finanziaria 2017”) ha ampliato significativamente i termini per poter integrare la dichiarazione dei redditi, anche a favore del contribuente.

In particolare, la dichiarazione dei redditi, può essere integrata per correggere errori od omissioni, compresi quelli che abbiano determinato l'indicazione di un maggiore o di un minore imponibile o, comunque, di un maggiore o di un minore debito d'imposta ovvero di un maggiore o di un minore credito, mediante successiva dichiarazione da presentare utilizzando modelli conformi a quelli approvati per il periodo d'imposta cui si riferisce la dichiarazione, entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione.

Nel caso in cui la dichiarazione oggetto di integrazione a favore sia presentata oltre il termine prescritto per la presentazione della dichiarazione relativa al periodo d'imposta successivo, il credito può essere utilizzato in compensazione per eseguire il versamento debiti maturati a partire dal periodo d'imposta successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione; in tal caso, dichiarazione relativa al periodo d'imposta in cui è presentata la dichiarazione è indicato il credito derivante dal minor debito o dal maggiore credito risultante dalla dichiarazione integrativa.



Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa


 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il reddito di inclusione per le fasce più deboli

Si chiama REI ed è in vigore dal 1° gennaio 2018. Si tratta di un bonus da 187,50 a 539,83 euro al mese in base alla dimensione del nucleo familiare


La quattordicesima, pagamento a luglio

Introdotta dalla Legge n. 127 del 2007 sulle pensioni di importo basso, sarà in pagamento dal prossimo 1° luglio


Lo sport dopo i 50 anni: tornano le Olimpiadi di 50&Più

Dal 15 al 23 settembre in Toscana a San Vincenzo (Li), presso il Life Resort Garden Toscana


Conto alla rovescia per il Concorso 50&Più

L'evento dedicato alla creatività degli over 50 si arricchisce di eventi collaterali. Tra gli ospiti Silvia Mezzanotte


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.