Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


05
Ristrutturazione edilizia e bonus mobili: come avviene il trasferimento dei benefici fiscali dal vecchio al nuovo proprietario?

Ristrutturazione edilizia e bonus mobili: come avviene il trasferimento dei benefici fiscali dal vecchio al nuovo proprietario?




Risposta a cura di 50&PiùCaaf



DOMANDA

 

Ho comprato una casa in data 25 maggio 2017 che godeva di una ristrutturazione e del bonus mobili. Nel rogito è stato specificato che le detrazioni passavano al nuovo proprietario,cioè io. In questo caso nel 730 godrò delle detrazioni al 100% oppure vengono suddivise per i mesi nel quale risulto proprietario (quindi da maggio in poi)?


Grazie








       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

In riferimento alle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio l’art. 16-bis del TUIR, al comma 8, prevede che in caso di vendita dell’unità immobiliare sulla quale sono stati realizzati gli interventi la detrazione non utilizzata in tutto o in parte è trasferita per i rimanenti periodi di imposta, salvo diverso accordo delle parti, all’acquirente persona fisica dell’unità immobiliare. In mancanza di tale specifico accordo nell’atto di trasferimento dell’immobile, la conservazione in capo al venditore delle detrazioni non utilizzate può desumersi anche da una scrittura privata, autenticata dal notaio o da altro pubblico ufficiale a ciò autorizzato, sottoscritta da entrambe le parti contraenti, nella quale si dia atto che l’accordo in tal senso esisteva sin dalla data del rogito (Agenzia delle entrate n. 7/E del 4/4/2017 ). Per determinare chi possa fruire della quota di detrazione relativa ad un anno, occorre individuare il soggetto che possedeva l’immobile al 31 dicembre di quell’anno ( n. 95/E del 12.05.2000), anche nell’ipotesi di opzione di mantenimento della detrazione in capo al cedente (n. 19/E del 01.06.2012).


A differenza di quanto avviene per le spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, per il cosiddetto bonus arredi la detrazione non si trasferisce né in caso di decesso del contribuente né in caso di cessione dell’immobile oggetto di intervento di recupero edilizio. Ciò anche nel caso in cui con la cessione dell’immobile vengano trasferite all’acquirente le restanti rate della detrazione delle spese di recupero del patrimonio edilizio (n. 17/E del 24.04.2015 n. 17/E).

Tornando al suo quesito per le spese di ristrutturazione, le cui detrazioni le sono state trasferite nel rogito di compravendita, lei potrà usufruire della detrazione per tutti i 12 mesi del 2017 essendo lei il soggetto che lo possedeva alla data del 31/12/2017. Al contrario si ritiene che nessuna detrazione le spetti per il bonus arredi in quanto l’Agenzia delle entrate ha affermato il principio che, in questo caso, la detrazione non può essere trasferita.

Per usufruire della detrazione relativa alle spese di ristrutturazione nella sua dichiarazione dei redditi, dovrà acquisire dal venditore anche tutta la relativa documentazione come di seguito evidenziato.


 

Cosa c’è da sapere...

Nei casi di acquisto dell’immobile sul quale sono stati effettuati i lavori di ristrutturazione la Circolare dell’Agenzia delle entrate n. 7/E del 4/4/2017, ha precisato che il contribuente, per usufruire della detrazione, deve essere in possesso della seguente documentazione:


- Atto di acquisto o donazione;

- Copia delle fatture a sostegno delle spese intestate al precedente proprietario;

- dei bonifici bancari o postali da cui risulti la causale del versamento, il codice fiscale del soggetto che beneficia della detrazione e il codice fiscale o partita IVA del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato;

- della comunicazione inviata al Centro di Servizio o al Centro Operativo di Pescara e copia della ricevuta postale della raccomandata per i lavori iniziati antecedentemente il 1° gennaio 2011;

- relativa alle spese il cui pagamento è previsto possa non essere eseguito con bonifico bancario (ad esempio per pagamenti relativi oneri di urbanizzazione, ritenute d’acconto operate sui compensi, imposta di bollo e diritti pagati per le concessioni, autorizzazioni e denunce di inizio lavori);

- Dichiarazione dell’Amministratore condominiale (nel caso di spese sulle parti comuni) che attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi previsti dalla legge e che certifichi l’entità della somma corrisposta dal condomino. 

 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Da Los Angeles a San Francisco

In California attraversando i grandi Parchi del West dal 26 giugno al 9 luglio con 50&Più Turismo


Invalidità civile: pochi euro per tutti

Questa la situazione che molti si trovano ad affrontare già da tempo, nonostante i trattamenti siano stati calcolati sui redditi dei singoli


Olimpiadi invernali: a Belluno il Trofeo 50&Più

Belluno sui gradini più alti anche nella classifica assoluti donne. Veneto I nella classifica regionale. Video


Andalo, partite le Olimpiadi invernali di 50&Più

Oggi le prime gare per gli atleti over 50: sci di fondo classico e pattinato alla Paganella Ski Area


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.