Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


30
Bonus bebè, nuova DSU entro dicembre


Per continuare a ricevere o per riattivare l'erogazione del bonus bebè, i beneficiari devono presentare entro il 31 dicembre 2017 la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che servirà per il rilascio dell'Isee aggiornato. In caso contrario, si perderanno i requisiti e la domanda decadrà.


A cura di 50&PiùEnasco


L’assegno di natalità, ovvero il cosiddetto “bonus bebè”, è un contributo economico destinato alle famiglie con un figlio nato, adottato o in affido preadottivo tra il primo  gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017 e con un Isee non superiore a 25mila euro. Viene corrisposto ogni mese fino al terzo anno di vita del bambino o al terzo anno dall’ingresso in famiglia del figlio adottato.


Il bonus
è pari a:

- 960 Euro annui (80 Euro al mese) se il valore dell'ISEE non è superiore a 25.000 Euro annui;


- 1.920 Euro annui
(160 Euro al mese) se il valore dell'ISEE non è superiore a 7.000 Euro annui.


Spetta p
er ogni figlio nato o adottato o in affido preadottivo tra il 1° gennaio 2015 e il 31 dicembre 2017, a decorrere dal giorno di nascita o di ingresso del minore nel nucleo familiare fino al compimento del terzo anno d'età del bambino o fino al terzo anno di ingresso del minore nel nucleo familiare.

L'assegno è erogato per un massimo di 36 mensilità, a partire dal mese di nascita/ingresso in famigliaIn via transitoria, per i figli adottati nel triennio 2015-2017, ma entrati in famiglia adottiva prima del 1° gennaio 2015 a titolo di affidamento preadottivo, il bonus è riconosciuto per tre anni a decorrere dal 1° gennaio 2015.

 

Ogni anno va presentata la nuova DSU

Rischiano di perdere il bonus, le famiglie che non hanno presentato una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica, necessaria per il rilascio dell’Isee per l’anno 2017. Per questo l’Inps, dopo aver sospeso i pagamenti, ricorda che è necessario provvedere alla consegna della DSU entro un termine tassativo, il 31 dicembre 2017. Appena arriveranno le informazioni aggiornate, ferma restando la permanenza dei requisiti richiesti, l’Istituto ricomincerà a versare gli importi dovuti o darà il via agli accrediti. “Le DSU hanno validità fino al 15 gennaio dell’anno successivo a quello in cui sono presentate”, ne discende che, sebbene la richiesta di assegno si presenti di regola una sola volta, solitamente nell’anno di nascita o di adozione del figlio, è necessario che il beneficiario rinnovi la Dichiarazione, ai fini della verifica annuale dell’Isee, per ciascun anno di erogazione del contributo”.

Possono chiedere il bonus bebé  le famiglie con i seguenti requisiti:

- cittadinanza italiana, di uno stato dell’Unione europea o permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo (articolo 9, decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286 e successive modifiche) o carta di soggiorno per familiare di cittadino dell’Unione europea (italiano o comunitario) non avente la cittadinanza di uno Stato membro, di cui all’articolo 10, decreto legislativo 6 febbraio 2007, n. 30 o carta di soggiorno permanente per i familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro di cui all’articolo 17, decreto legislativo n. 30/2007.
- residenza in Italia; - convivivenza il figlio (figlio e genitore richiedente devono essere coabitanti e avere dimora abituale nello stesso comune); 
- ISEE del nucleo familiare del richiedente (o del minore se fa nucleo a sé perché affidato), non superiore a 25.000 euro al momento di presentazione della domanda e per tutta ladurata del beneficio. Rileva l’ISEE minorenni del minore per il quale si richiede l’assegno visualizzabile nella specifica tabella dell’attestazione, denominata "prestazioni agevolate rivolte a minorenni o a famiglie con minorenni". 

Nel caso in cui il figlio venga affidato temporaneamente a terzi, la domanda di assegno può essere presentata dall’affidatario. In questo caso il requisito dell’ ISEE è calcolato con riferimento al nucleo familiare del quale fa parte il minore affidato: precisamente, i minori in affidamento temporaneo sono considerati nuclei familiari a sé stanti, ma l’affidatario ha facoltà di considerarli parte del proprio nucleo.

In caso di nascita o adozione di due o più minori, ad esempio parto gemellare o di ingresso in famiglia gemellare, occorre presentare una domanda per ciascun minore.

Se il genitore che ha i requisiti per avere l’assegno è minorenne o incapace di agire per altri motivi, la domanda è presentata a suo nome dal suo legale rappresentante.

La domanda va inviata esclusivamente per via telematica all’Inps, una sola volta per ogni figlio, entro il termine di 90 giorni dalla nascita o dall’ingresso del minore in famiglia a seguito di adozione  o di affidamento preadottivo.

Un emendamento alla legge di Bilancio 2018, approvato in commissione Bilancio del Senato, prevede la proroga del Bonus è anche per il nati nel 2018. Per la definizione è necessario attendere l’approvazione definitiva delle Camere.


 


   In evidenza...


Sospensione e riattivazione del Bonus


Il mancato invio della Dichiarazione sostitutiva ai fini Isee, da qui alla fine dell’anno, comporterà la perdita delle mensilità dell’assegni per il 2017 e anche la decadenza della domanda presentata nel 2016 e in alcuni casi nel 2015.

L’utente che ha fatto richiesta nel 2016 e si trova in possesso dei requisiti di legge, nel caso di decadenza potrà proporre una nuova istanza nel 2018, per il periodo residuo. Tuttavia, in questa situazione, non potrà riavere le mensilità dell'anno 2017. Il
beneficio sarà riattivato “solo” dalla data di presentazione della nuova domanda.

 



Per qualsiasi problematica attinente l’argomento trattato, o per altra questione di natura previdenziale, il Patronato 50&PiùEnasco offre in via del tutto gratuita la consulenza e l’assistenza necessaria.



Leggi qui tutti gli articoli della rubrica previdenza

 Gli esperti di 50&PiùEnasco che curano questa Rubrica sono:
 Paolo Daprelà, Filomena Ianni, Mauro Torciano, Daniela Toschetti.

50&PiùEnasco è un Istituto di Patronato e di Assistenza Sociale, presente su tutto il territorio nazionale e fornisce la propria assistenza gratuita nello svolgimento delle pratiche relative a tutte le tipologie di prestazioni erogate da INPS (comprensive di quelle a carico dei lavoratori pubblici - ex INPDAP - e dei lavoratori dello spettacolo - ex ENPALS, ENASARCO, INAIL, Ministero dell'Interno.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.


Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Pensioni: tornano a crescere, ma di poco

Dal prossimo gennaio è previsto un aumento dell’1,1% sull’attuale importo. Un valore modesto


Pensionati al lavoro

Gli over 60 impegnati in una attività lavorativa nel 2017 sono il 14,1%, un aumento del 3,6% sul 2008


Speciale Colombia e Panama

Un tour tra storia e modernità. Con 50&Più Turismo dall'11 al 22 marzo 2018


Chi vincerà il Trofeo invernale?

L’appuntamenton con le Olimpiadi 50&Più è ad Andalo (Tn) dal 28 Gennaio al 4 Febbraio 2018


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.