Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


21
E’ possibile chiedere lo sgravio Imu se l’immobile di proprietà è messo a disposizione del coniuge per il 50%?

Il proprietario di un immobile, messo a disposizione al 50% del coniuge, può ottenere lo sgravio totale dell’Imu se il coniuge ha versato la restante somma dovuta?



Risposta a cura di 50&PiùCaaf



DOMANDA

 

Nel 2012 ho pagato l’Imu per una casa di cui sono il proprietario al 100%, ma è a mia disposizione al 50%, il restante 50% è a disposizione di mia moglie. Ho ricevuto una comunicazione dal comune in cui è ubicato l’immobile per il mancato pagamento dell’altro 50% di Imu. Ho risposto ed ho richiesto lo sgravio totale perché la somma versata al comune è quella spettante anche se pagata da mia moglie. Il comune mi ha risposto che il sottoscritto deve pagare il 50% dell’Imu omessa oltre le sanzioni e gli interessi, mentre per mia moglie dovrò fare richiesta di rimborso. Sbaglia il sottoscritto o l’ufficio tributi del comune?

Grazie








       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

L’art. 9, comma 1, del D. Lgs. n. 23 del 2011, cui fa rinvio l’art. 13, comma 1, del D.L. n. 201 del 2011, stabilisce che sono soggetti passivi il proprietario di fabbricati, aree fabbricabili e terreni (a qualsiasi uso destinati) e il titolare del diritto reale di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi, superficie sugli stessi.  Inoltre, ai soli fini IMU e TASI, anche l’ex coniuge affidatario della casa coniugale si intende in ogni caso titolare di un diritto di abitazione (vedi anche la Circolare del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 18/05/2012 n. 3/DF).

Tornando al suo quesito si ritiene che, stante il tenore letterale della norma, la richiesta del comune è da ritenersi legittima. È bene evidenziare che nel primo anno di applicazione della nuova imposta, visti anche i profili di incertezza sull’applicazione del tributo e sulla determinazione degli importi dovuti, alcuni comuni hanno accolto le Istanze dei contribuenti volti a rettificare un mero errore materiale nell’esecuzione del versamento. Nel suo caso, tuttavia, se ha già presentato Istanza di Autotutela chiedendo la rettifica del versamento effettuato per errore a nome di sua moglie e l’ufficio Tributi del comune l’ha respinta, riteniamo che la soluzione prospettata dal suo comune sia quella da adottare, in quanto un eventuale ricorso, a nostro parere, difficilmente sarebbe accolto.


Cosa c’è da sapere...

La Risoluzione del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 2/DF del 13 dicembre 2012 ha individuato nel solo Comune l’unico ente preposto a gestire ogni attività.

In merito ai tempi per il rimborso l’art. 1, comma 164, della Legge 296/2006 prevede che sia effettuato entro 180 giorni dalla data di presentazione dell’Istanza.

Sulla base del medesimo principio il Comune è anche l’unico soggetto competente a ricevere eventuali Istanze per la correzione di errori materiali commessi nel Modello F24, come per esempio il codice tributo.

In riferimento a eventuali versamenti effettuati dai contribuenti in maniera errata è intervenuta la Legge 147/2013 che, all’art.1 commi da 722 a 727, ha stabilito che possono essere così regolarizzati:

 - nel caso in cui il contribuente abbia effettuato un versamento relativo all'IMU a un comune diverso da quello destinatario dell'imposta, il comune che viene a conoscenza dell'errato versamento, anche a seguito di comunicazione del contribuente, deve procedere al riversamento al comune competente delle somme indebitamente percepite. Nella comunicazione il contribuente indica gli estremi del versamento, l'importo versato, i dati catastali dell'immobile a cui si riferisce il versamento, il comune destinatario delle somme e quello che ha ricevuto erroneamente il versamento;

 - nel caso in cui il contribuente abbia effettuato un versamento relativo all’imposta municipale propria di importo superiore a quello dovuto, l'istanza di rimborso va presentata sempre al comune. Nell’Istanza dovrà essere evidenziato se il versamento in eccesso è stato effettuato a favore del comune o a favore dello Stato. Il comune a sua volta restituisce le somme di propria spettanza e segnala all’Erario l’eventuale quota da rimborsare;

 - il contribuente, qualora abbia effettuato il versamento di un importo complessivamente corretto ma abbia versato al comune la quota in realtà spettante allo Stato (o viceversa), deve comunque presentare Istanza al comune che, a sua volta, provvederà alle rispettive regolazioni con lo Stato.

 

 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Pensioni: tornano a crescere, ma di poco

Dal prossimo gennaio è previsto un aumento dell’1,1% sull’attuale importo. Un valore modesto


Pensionati al lavoro

Gli over 60 impegnati in una attività lavorativa nel 2017 sono il 14,1%, un aumento del 3,6% sul 2008


Speciale Colombia e Panama

Un tour tra storia e modernità. Con 50&Più Turismo dall'11 al 22 marzo 2018


Chi vincerà il Trofeo invernale?

L’appuntamenton con le Olimpiadi 50&Più è ad Andalo (Tn) dal 28 Gennaio al 4 Febbraio 2018


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.