Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


20
E' possibile continuare a detrarre le spese per la ristrutturazione edilizia se il beneficiario è a carico della moglie?

E' possibile continuare a detrarre le spese per la ristrutturazione edilizia se il beneficiario è fiscalmente a carico della moglie?



Risposta a cura di 50&PiùCaaf



DOMANDA

 

La detrazione del 50% per lavori di ristrutturazione edilizia è stata fruita per 2 anni da lavoratore dipendente con moglie a carico non lavoratrice. Essendo ora il marito senza occupazione e a carico della moglie che gestisce un bar, può continuare a fruire delle restanti quote di detrazione come familiare a carico della moglie?


Grazie
 






       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

Ai sensi dell’articolo 16 bis del TUIR, per le spese sostenute per interventi di recupero del patrimonio edilizio realizzati su parti comuni di edifici residenziali e su singole unità immobiliari residenziali e relative pertinenze, spetta una detrazione dall’imposta lorda pari al 36% (elevata, dal 2013, al 50%) delle spese sostenute. La detrazione è ripartita in dieci rate annuali di pari importo.

La detrazione spetta unicamente al soggetto che, in presenza degli altri requisiti, “sostiene” la spesa.

 

Tornando al suo quesito se lei non è titolare di alcun reddito imponibile non potrà usufruire della detrazione per la rata di competenza dell’anno in assenza di “un’imposta lorda” e non potrà nemmeno usufruirne sua moglie nonostante lei sia fiscalmente a suo carico.

Per i prossimi anni, se la sua condizione variasse, potrà tornare ad usufruire della detrazione ma solo per la rata di competenza dell’anno. Tuttavia per quelle precedenti, la cui detrazione non è stata usufruita per assenza di reddito imponibile, il beneficio fiscale non potrà essere recuperato.

 

Cosa c’è da sapere...

Come evidenziato anche dalla Circolare dell’Agenzia delle Entrate del 4/4/2017 n. 7/E le detrazioni possono essere fruite solo nel limite dell’imposta lorda, al netto delle detrazioni per familiari a carico e da lavoro. L’eventuale eccedenza viene quindi persa dal contribuente, non potendo essere chiesta a rimborso né portata in detrazione nel periodo d’imposta successivo. Una eccezione a tale regola generale è prevista per i canoni di locazione che sono detraibili ai sensi dell’art. 16 del TUIR. In caso di incapienza dell’imposta lorda, agli affittuari viene riconosciuta una somma corrispondente alla detrazione non fruita.

Per talune spese, infine, la detrazione spetta anche se le spese stesse sono state sostenute nell’interesse di familiari fiscalmente a carico. Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel 2016 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.



Si tratta, ad esempio, delle spese sanitarie, delle spese per canoni di locazione sostenute dagli studenti universitari, delle spese di istruzione, delle spese per l’acquisto e riparazione dei veicoli per i disabili. Per quanto riguarda gli interessi passivi su mutui contratti per l’acquisto dell’abitazione principale spetta la detrazione anche per la quota di interessi del coniuge fiscalmente a carico se quest’ultimo è comproprietario e contitolare del mutuo. Tra gli oneri deducibili dal reddito complessivo, invece, il beneficio fiscale spetta, ad esempio, per le spese sostenute per contributi familiari e assistenziali versati per i familiari fiscalmente a carico e per i contributi e premi per forme pensionistiche complementari.



 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

In 50 per le Semifinali di Italia In... canto

A Roma l’evento che selezionerà i 20 finalisti dell’unico talent dedicato agli over 50


Pensioni: torna la rivalutazione

Dopo anni di blocco e inflazione negativa, i pensionati potranno ottenere da gennaio 2018 un incremento dell’1,3% sull'importo attuale


ISEE: i Caf scrivono all’Inps

Lettera al presidente Inps, Tito Boeri, per scongiurare il rischio dell’interruzione del servizio delle dichiarazioni


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi 50&Più

Al secondo posto la squadra di Venezia e al terzo Belluno che vince anche la classifica assoluti femminile. Video


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.