Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


25
Se il rapporto di lavoro termina dopo aver presentato il 730, il sostituto d'imposta indicato è tenuto al conguaglio fiscale?

Se il rapporto di lavoro termina dopo aver presentato il 730, l’azienda indicata come sostituto d’imposta è tenuta alle operazioni di conguaglio fiscale?


Risposta a cura di 50&PiùCaaf



DOMANDA

Se un dipendente, dopo aver fatto il 730 e aver indicato come sostituto d’imposta l’azienda per cui lavora, cessa il rapporto di lavoro (concluso il 30 giugno), l’azienda può trattenere il debito risultante dal 730 sul primo cedolino che emette (mensilità di luglio) per conguagli/TFR?

 

Grazie
 






       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

 

L’Agenzia delle Entrate con la Circolare n. 14/E del 9 maggio 2013, ha chiarito che: “Se prima dell’effettuazione o del completamento delle operazioni di conguaglio è intervenuta la cessazione del rapporto di lavoro, ovvero l’aspettativa, con assenza di retribuzione o analoga posizione, il sostituto d’imposta non effettua i conguagli a debito e comunica tempestivamente agli interessati gli importi risultanti dalla dichiarazione, che gli stessi devono versare direttamente. In alternativa, i contribuenti che si trovano nella posizione di momentanea assenza di retribuzione possono scegliere di richiedere la trattenuta della somma a debito, con l’applicazione dell’interesse dello 0,40% mensile, se il sostituto deve loro erogare emolumenti entro l’anno d’imposta. In caso di conguaglio a credito, il sostituto d’imposta è tenuto a operare i rimborsi spettanti ai dipendenti cessati o privi di retribuzione, mediante una corrispondente riduzione delle ritenute relative ai compensi corrisposti agli altri dipendenti con le modalità e nei tempi ordinariamente previsti.”


Pertanto, venendo al suo quesito, se il rapporto di lavoro è cessato il 30/06/2016, dopo la presentazione del Modello 730/2017, e qualora la dichiarazione chiudesse con un debito, il sostituto d’imposta è comunque tenuto ad effettuare le operazioni di conguaglio fiscale, se nei mesi successivi alla cessazione del rapporto di lavoro dovrà erogare ulteriori emolumenti.


Diversamente, il sostituto d’imposta, in assenza di ulteriori retribuzioni da erogare, non effettuerà il conguaglio fiscale e dovrà comunicarle tempestivamente gli importi a debito risultanti dalla dichiarazione, che lei dovrà versare autonomamente con Modello F24 applicando gli interessi dello 0,40% mensile.

In caso di conguaglio a credito, invece, il sostituto d’imposta è tenuto ad operare i rimborsi spettanti ai dipendenti cessati o privi di retribuzione.



Cosa c’è da sapere...

Nel caso in cui il sostituto d’imposta indicato nel Modello 730/2017 ordinario, già trasmesso, non è

stato indicato correttamente e, pertanto, non è stato possibile operare il conguaglio, il contribuente può presentare un Modello 730/2017 Integrativo di tipo 2 cambiando il sostituto.

A tal proposito, si evidenzia che l’Agenzia delle Entrate, con Provvedimento del 14/4/2017, ha apportato variazioni in merito alla notifica degli scarti da parte dei sostituti d’imposta necessari ai fini dell’elaborazione dei Modelli 730 Integrativi di tipo 2. 

Il citato Provvedimento precisa, infatti, che: “Il sostituto d’imposta che riceve il risultato contabile di un contribuente per il quale non è tenuto all’effettuazione delle operazioni di conguaglio ne deve dare comunicazione tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate per il successivo inoltro al soggetto che ha prestato l’assistenza fiscale.” 

Di conseguenza, a decorrere dal 2017, il sostituto d’imposta che riceve un modello 730-4 per il quale non è tenuto ad effettuare le conseguenti operazioni di conguaglio, entro 5 giorni dal ricevimento deve darne comunicazione all’Agenzia delle Entrate tramite i servizi telematici. 

Sarà l’Agenzia delle Entrate a comunicare lo scarto al CAF, al fine di poter elaborare il modello 730 Integrativo tipo 2.

 


 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

In 50 per le Semifinali di Italia In... canto

A Roma l’evento che selezionerà i 20 finalisti dell’unico talent dedicato agli over 50


Pensioni: torna la rivalutazione

Dopo anni di blocco e inflazione negativa, i pensionati potranno ottenere da gennaio 2018 un incremento dell’1,3% sull'importo attuale


ISEE: i Caf scrivono all’Inps

Lettera al presidente Inps, Tito Boeri, per scongiurare il rischio dell’interruzione del servizio delle dichiarazioni


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi 50&Più

Al secondo posto la squadra di Venezia e al terzo Belluno che vince anche la classifica assoluti femminile. Video


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.