Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


20
Figli a carico: in fase di 730/2017 è possibile ripartire la detrazione fiscale tra i coniugi al 50%?

Figli a carico: in fase di 730/2017 è possibile ripartire la detrazione fiscale tra i coniugi al 50%?


Risposta a cura di 50&PiùCaaf



DOMANDA

Nel 2016 mia figlia era a mio carico al 100%  in quanto mio marito non lavorava, ad agosto è stato assunto e, erroneamente, nostra figlia è anche a suo carico al 50%.

In fase di 730 possiamo ripartire la detrazione in parti uguali? Se sì, debbo restituire la detrazione anche se non ho capienza Irpef? E come devo fare per restituirla?

Grazie
 






       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

In linea generale la detrazione per figli a carico non può essere ripartita liberamente tra entrambi i genitori. Se i genitori non sono legalmente ed effettivamente separati la detrazione per figli a carico deve essere ripartita nella misura del 50 per cento ciascuno. Tuttavia i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire lintera detrazione al genitore con reddito complessivo più elevato per evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore.

Se un genitore fruisce al 100 per cento della detrazione per figlio a carico, l'altro genitore non può fruirne. La detrazione spetta per intero ad uno solo dei genitori quando l'altro genitore è fiscalmente a carico del primo.

E'  importante sapere che nel caso in cui non si è obbligati, si può comunque presentare la dichiarazione dei redditi per far valere eventuali oneri sostenuti, deduzioni e/o detrazioni non attribuite o attribuite in misura inferiore a quella spettante oppure per chiedere il rimborso di eccedenze di imposta derivanti dalla dichiarazione presentata nell'anno precedente o da acconti versati.

Nel suo caso, pertanto, qualora non le siano state riconosciute dal datore di lavoro le detrazioni a lei spettanti per carichi familiari potrà recuperarle presentando la dichiarazione dei redditi. Presentando il Modello 730/2017 si potrà, infatti, stabilire la giusta ripartizione delle detrazioni per figli a carico, attribuendole nella misura del 100% al genitore che nell’anno 2016 ha il reddito più alto, ovvero nella misura del 50 per cento a ciascun genitore.

Con la dichiarazione dei redditi, in fase di conguaglio, il sostituto dimposta (datore di  lavoro) le riconoscerà direttamente in busta paga le eventuali somme a credito, ovvero a debito risultanti dal prospetto di liquidazione (Modello 730/3).

 

 Cosa c’è da sapere...

 

Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nel 2016 hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

Nel limite di reddito di 2.840,51 euro che il familiare deve possedere per essere considerato fiscalmente a carico, vanno computate anche le seguenti somme, che non sono comprese nel reddito complessivo:

- il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni;

- le retribuzioni corrisposte da Enti e Organismi Internazionali, Rappresentanze diplomatiche e consolari, Missioni, Santa Sede, Enti gestiti direttamente da essa ed Enti Centrali della Chiesa Cattolica;

- la quota esente dei redditi di lavoro dipendente prestato nelle zone di frontiera ed in altri Paesi limitrofi in via continuativa e come oggetto esclusivo del rapporto lavorativo da soggetti residenti nel territorio dello Stato;

- il reddito d'impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime fiscale di vantaggio per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità (art. 27, commi 1 e 2, del D.L. 6 luglio 2011, n. 98);

- il reddito d'impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva in applicazione del regime forfetario per gli esercenti attività d’impresa, arti o professioni (art. 1, commi da 54 a 89, legge 23 dicembre 2014, n. 190).

Possono essere considerati a carico anche se non conviventi con il contribuente o residenti all'estero:

- il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;

- i figli (compresi i figli adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o al tirocinio gratuito; gli stessi, pertanto, ai fini dellattribuzione della detrazione non rientrano mai nella categoria “altri familiari”.

Possono essere considerati a carico anche i seguenti altri familiari, a condizione che convivano con il contribuente o che ricevano dallo stesso assegni alimentari non risultanti da provvedimenti dell'Autorità giudiziaria:

- il coniuge legalmente ed effettivamente separato;

- i discendenti dei figli;

- i genitori (compresi quelli adottivi);

- i generi e le nuore;

- il suocero e la suocera;

- i fratelli e le sorelle (anche unilaterali);

- i nonni e le nonne.


 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede di 50&PiùCaaf a te più vicina

Stampa

 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Tornano le audizioni di Italia in… Canto

Aperte le iscrizioni all’unico talent canoro dedicato agli over 50 ideato e organizzato da 50&Più


Flat tax ed equità: il fisco dimenticato

La promessa di cambiare il sistema fiscale è rimasta schiacciata tra le due proposte di politica economica: il reddito di cittadinanza e la riforma delle pensioni


Premiati i vincitori dei Corti 50&Più

Vince la seconda edizione del Concorso il corto Amarcord sal mèn del regista Dorin Valeriu Mihai


Corti di Lunga Vita, i tre finalisti

La cerimonia di premiazione si terrà mercoledì 12 dicembre alle ore 18.00 al MAXXI di Roma


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.