Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Economia e Finanza


20
2012: calo dei CONSUMI del 2,7%
Osservatorio Censis-Confcommercio su credito, consumi, clima di fiducia e aspettative di famiglie e imprese. I consumi delle famiglie nel 2012 caleranno del 2,7 per cento. Il direttore dell'Ufficio Studi Mariano Bella: "Il peggior anno dal dopoguerra ad oggi".

Scivolano verso il basso i consumi delle famiglie italiane. Lo dicono i risultati dell'Osservatorio Censis-Confcommercio su credito, consumi, clima di fiducia e aspettative delle famiglie e delle imprese. Il quadro che è emerso conferma quanto già le analisi di Confcommercio avevano evidenziato: clima di fiducia in calo, ridotte capacità di risparmio e spese obbligate in aumento, definiscono un quadro congiunturale molto difficile.

Nei primi mesi del 2012 appare quasi impossibile prevedere una ripresa effettiva dei consumi già da lungo tempo in una fase stagnante. "La pressione fiscale in aumento ed i prezzi ormai fuori controllo dei prodotti energetici e delle utenze domestiche - ha detto il responsabile dell'Ufficio Studi Confcommercio, Mariano Bella - non fanno altro che accelerare la recessione in atto diffondendo un clima di insicurezza per il futuro in molte famiglie a basso reddito e spingendo ad un atteggiamento di forte cautela anche le famiglie con buone o elevate possibilità di spesa".

Dall'indagine emerge che si è ridotta di oltre la metà in sei mesi la quota di famiglie che riesce a mettere da parte qualcosa: meno del 10% oggi, era del 28% a metà del 2011 mentre. Intanto cresce il volume delle spese obbligate: il 70% delle famiglie ha aumentato la spesa per carburanti e trasporti, un ulteriore 70% lamenta maggiori spese per le utenze domestiche. In questo clima l'87% ha riorganizzato le spese alimentari optando per offerte speciali e prodotti meno costosi.

Altri risparmi: il 78% taglia il ristorante, il 63% risparmia sugli spostamenti in auto o scooter, il 40% rinuncia alle spese di abbigliamento e calzature.

"La mancata introduzione nella delega  del fondo taglia-tasse - ha detto il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli - è un grave errore e politici e tecnici devono recuperare questa ingiustizia". "Bisogna infine contrastare la stretta creditizia e assicurare la tempestività dei pagamenti dei debiti della Pubblica Amministrazione verso le imprese", ha aggiunto il presidente di Confcommercio, ricordando alcuni dati: "Per i contribuenti in regola la pressione fiscale è al 55 per cento,  nel quadriennio 2011-2014 gli aumenti dell'Iva bruceranno 38 miliardi di consumi". "Questi dati - ha concluso - ci dicono la drammaticità e profondità della durata della recessione".

 "Un Paese che non investe molto difficilmente può tornare a crescere - ha detto ancora Bella - e in questo senso non aiuta certamente il clima di fiducia delle imprese che è ai minimi dal 2004".

L'analisi del direttore generale del Censis, Giuseppe Roma, ha sottolineato come i consumi diminuiscono perché assorbiti sempre più in larga parte da carburanti, tasse e tariffe". Roma si è poi soffermato sul tema dell'Imu: "secondo il Censis, a fine anno i valori delle case si ridurranno del 20% con punte superiori al 50%". ''Per far fronte alla nuova tassazione le famiglie - ha concluso Roma - venderanno le seconde case''.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.