Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


17
IMU: le rate diventano  tre
Imu: le rate per la prima casa passano da due a tre ed entra il principio del "diritto di abitazione". Per gli anziani presso gli istituti di cura, è facoltà dei Comuni stabilire se la casa di proprietà è "l'abitazione principale". Tra le novità del Decreto fiscale licenziato dalla Commissione Finanze della Camera dei Deputati,  c'è anche lo slittamento, ancora una volta, dei pagamenti in contanti per stipendi e pensioni della pubblica amministrazione oltre i 1.000 euro. Il nuovo termine è al 1° luglio.  

Tre rate anziché due per il pagamento dell’Imu sulla prima abitazione, il contribuente però può sceglire se pagare in due o in tre soluzioni. Sulla seconda casa invece le rate restano due. Lo prevede il Decreto fiscale licenziato alla Camera dalla Commissione Finanze.


Modalità di versamento e pagamento
Le tre rate per la prima casa hanno le seguenti scadenze: 18 giugno, 17 settembre e 17 dicembre. Il contribuente può sceglire se pagare in due o tre rate. Secondo questa novità introdotta nel Decreto il contribuente, entro il 17 giugno,  potrà decidere se pagare il 33%, e avere altre due rate (a settembre e dicembre), oppure pagare il 50% e avere una seconda e ultima rata a dicembre. Le prime due sono calcolate applicando l’aliquota base del 4 per mille uguale su tutto il territorio nazionale più la rivalutazione del 5% sulla rendita catastale moltiplicata per il coefficiente che il Salva-Italia ha portato da 100 a 160. Entro il 30 settembre i comuni potranno decidere se alzare l’aliquota fino al 6 per mille. Inoltre,  il governo entro il 10 dicembre si riserva di ritoccare le aliquote per colmare eventuali discordanze di gettito per gli enti locali, rispetto alle stime. In pratica soltanto con il pagamento dell’ultima rata i contribuenti sapranno quanto peserà l’Imu sul bilancio familiare. Lo stesso dicasi per il pagamento dell’Imu sulla seconda casa, in questo caso però  l’aliquota base è del 7,6 per mille che i comuni potranno portare, sempre entro il 30 settembre, al 10,6 per mille.

Il pagamento della tassa sugli immobili potrà avvenire tramite modello F24, l’ultima rata potrà essere pagata anche attraverso il bollettino postale. 

Il caso degli anziani negli istituti di ricovero o sanitari
I Comuni possono considerare direttamente adibita ad "abitazione principale" la casa di proprietà di anziani o disabili "che acquisiscono la residenza in istituti di ricovero o sanitari" a condizione che la stessa non risulti locata.

Inoltre, alla Giunta comunale sarà data falcoltà di applicare o meno sconti a favore dei cittadini proprietari di un immobile ma residenti all'estero.

Il “diritto di abitazione”
E’ il principio secondo cui per le coppie separate o divorziate il pagamento dell’Imu spetta a chi usufruisce dell’abitazione indipendentemente dal fatto che ne sia proprietario.

Le detrazioni
Per le prime abitazioni va applicata una detrazione di 200 euro più 50 euro per ogni figlio a carico fino a 26 anni di età.  Vengono poi messi paletti per evitare abusi sulla prima casa: l'aliquota agevolata e la detrazione si applica per l'immobile dove abita tutto il nucleo familiare e comunque sarà possibile solo un'agevolazione a famiglia. Vengono alleggerite le tasse sulle dimore storiche e restano invece fuori da ogni tassazione quelle distrutte dopo il terremoto del 2009 in Abruzzo.

Sulle case in affitto nessuna imposta di bollo per i proprietari che scelgono la cedolare secca.

Pensioni sopra i 1.000 euro
Slitta, ancora una volta, la norma che impedirà i pagamenti in contanti per stipendi e pensioni della pubblica amministrazione oltre i 1.000 euro. Il Senato aveva portato la data limite al primo giugno. La Commissione Finanze della Camera l’ha spostata al 1° luglio. Ad ogni modo rimane da sciogliere il nodo se la soglia dei 1.000 euro riguarda anche la tredicesima

Ultimo aggiornamento, 17 aprile ore 15.30
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.