Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


23
La legge di stabilità 2017 consente di beneficiare del bonus mobili se la ristrutturazione è iniziata nel 2015?

La legge di stabilità 2017 consente di beneficiare del bonus mobili se la ristrutturazione è iniziata nel 2015?


Risposta a cura di 50&PiùCaaf



DOMANDA

Non mi è ben chiara la possibilità o meno di detrarre alcune spese che dovrò effettuare inerenti il bonus arredi 2017 secondo la nuova legge di stabilità.

Abito in un appartamento regolato da contratto di comodato d'uso gratuito registrato presso l' Agenzia delle entrate nel 2013.

 

Nel 2015, a seguito alcuni lavori di ristrutturazione da effettuare, il proprietario (mia madre) ha aperto a suo nome una pratica di ristrutturazione edilizia presso il comune in cui è ubicato l'immobile.


La pratica è quindi aperta dal 07/2015 e non ancora chiusa.

Nel corso di quell esercizio sono stati fatti lavori (pavimenti, soffitti, impianti vari ecc...) e pagati regolarmente con "bonifico parlante", effettuati a mio nome.


Lo scorso anno ho allegato il tutto alla dichiarazione dei redditi ed ho iniziato a beneficiare del credito a mio favore.

Ora, quest' anno ho intenzione di acquistare mobili (tavolo, cucina nuova ecc...).

Posso beneficiare della detrazione anche per questi? La pratica di ristrutturazione è ancora aperta.


Ho letto sull'informativa dell'agenzia delle entrate che per gli acquisti effettuati nel 2017 la detrazione spetta solo in riferimento ad interventi edilizi iniziati a decorrere dal 01/01/2016.

Quindi, se l'intervento e' aperto dal 07/2015, non ne posso beneficiare?


Grazie

 


 






       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

 

L’agevolazione per l’acquisto di e di grandi di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione, è stata prorogata dalla recente legge di bilancio (Legge n. 232 del 11/12/2016) anche per gli acquisti che si effettueranno nel 2017, ma potrà essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato a partire dal 1° gennaio 2016.

 

Invece, se l’acquisto del mobile o dell’elettrodomestico è avvenuto nel periodo compreso tra il 6 giugno 2013 e il 31 dicembre 2016, il presupposto per poter usufruire della detrazione rimane quello di aver sostenuto spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio a partire dal 26 giugno 2012.

 

Non è stato invece confermato – scaduto il 31 dicembre 2016 – il bonus mobili riservato alle giovani coppie under 35 che comprano casa.

 

Venendo al suo quesito non è possibile, pertanto, agganciare un acquisto di mobili e grandi elettrodomestici datato 2017 ad un vecchio lavoro. La data di inizio lavori dovrà essere documentata con il titolo abilitativo rilasciato dal Comune, quale la Dia, Scia, Cil o Cila, e non potrà essere anteriore al 01/01/2016.

 

Per le attività in edilizia libera, l’Agenzia delle Entrate, con provvedimento del direttore del 2 novembre 2011, ha chiarito invece che è sufficiente una autocertificazione in cui il contribuente attesta la data di inizio dei lavori e attesti che gli interventi di ristrutturazione posti in essere rientrano tra quelli agevolabili.

Cosa c’è da sapere...

La legge di bilancio per il 2017 conferma, in pratica, la precedente disciplina di accesso all’agevolazione:

E’ indispensabile realizzare una ristrutturazione edilizia (e usufruire della relativa detrazione), su singole unità immobiliari residenziali sia sulle parti comuni di un edificio residenziale.

 

In particolare sono necessari i seguenti interventi edilizi:

- manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti. I lavori di manutenzione ordinaria su singoli appartamenti (per esempio, tinteggiatura di pareti e soffitti, sostituzione di pavimenti, sostituzione di infissi esterni, rifacimento di intonaci interni) non danno diritto al bonus;

- ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza;

- restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro 18 mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile

- manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni di edifici residenziali.

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Inoltre, la detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in quote annuali di pari importo.

 

Per avere la detrazione occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito.

Non è consentito, invece, effettuare il pagamento mediante assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

Come precisato dall’Agenzia delle Entrate nella circolare n. 7/2016, se il pagamento è disposto con bonifico bancario o postale, non è necessario utilizzare quello (soggetto a ritenuta) appositamente predisposto da banche e Poste S.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia.


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa


 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Nella terra amata dagli Dei

Voglia di Grecia a bordo di Costa Deliziosa con una tappa in Croazia. Partenza da Venezia e Bari il 21 e 22 ottobre


Concorso 50&Più: Farfalle e Libellule d'oro 2018

Proclamati i vincitori della XXXVI edizione del Concorso Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia. VIDEO


Concorso 50&Più, le prime premiazioni

I 4 supervincitori del Concorso 50&Più 2017 votati dai lettori della rivista 50&Più e del sito 50epiu.it


Al via il Concorso 50&Più

A Salsomaggiore Terme (Pr) da tutta Italia per la finalissima di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.