Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


05
Prima casa: nel caso di un cambio di residenza, si perde il diritto alle detrazioni sul mutuo e all'esenzione di Imu e Tasi?

Prima casa: nel caso di un cambio di residenza, si perde il diritto alle detrazioni sul mutuo e all'esenzione di Imu e Tasi?


Risposta a cura di 50&PiùCaaf



DOMANDA

A breve dovrei trasferirmi in un paese e provincia diversi dalla mia residenza attuale. Ho un appartamento e sto pagando ancora il mutuo. Questa è la mia prima casa. Mi trasferirò nell'abitazione del mio fidanzato, quindi non acquisterò nessun altro immobile. A questo punto, come cambieranno le tasse sulla mia prima casa?

Anche nel mio caso diventerà seconda casa e quindi dovrò pagare l'Imu?

Grazie

 


 






       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA


Ai fini Irpef si considera abitazione principale quella nella quale il contribuente o i suoi familiari (coniuge, parenti entro il terzo grado e affini entro il secondo grado) dimorano abitualmente. A seguito del trasferimento della sua residenza e dimora abituale, tali requisiti verranno meno e l’immobile non potrà più essere considerato come abitazione principale. E’ bene precisare che nel suo caso, per l’effetto sostitutivo Irpef/Imu, non ci sarà comunque alcun reddito da assoggettare a Irpef a meno che non decida di concederlo in locazione. Altra questione su cui fare chiarezza è quella relativa all’eventuale detrazione di cui sta beneficiando per gli interessi passivi su mutui ipotecari. Tale detrazione, infatti, spetta al contribuente acquirente e intestatario del contratto di mutuo se l’immobile costituisce la sua abitazione principale oppure quella dei suoi familiari.

 

Il diritto alla detrazione viene meno a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui l’immobile non è più utilizzato come abitazione principale (ad eccezione del trasferimento per motivi di lavoro o del ricovero permanente in istituti di ricovero o sanitari). Di conseguenza se a seguito del suo trasferimento l’immobile non costituirà più la sua abitazione principale perderà il diritto alla detrazione degli interessi passivi a partire dall’anno successivo (a partire dal 2018 se si trasferirà nel 2017).

 

Ai fini Imu, invece, per essere considerata abitazione principale è necessario il doppio requisito della “residenza anagrafica” e “dimora abituale”. In assenza di questi requisiti, anche se l’abitazione costituisce l’unico immobile di proprietà, dovrà pagare l’Imu e la Tasi con l’aliquota prevista dalla delibera del Comune e non beneficerà più dell’esenzione prevista dal legislatore per la cosiddetta prima casa.

Cosa c’è da sapere...

L’articolo 15 del TUIR prevede la detrazione del 19% gli interessi passivi e relativi oneri accessori, nonché le quote di rivalutazione dipendenti da clausole di indicizzazione, derivanti da mutui garantiti da ipoteca su immobili contratti per l'acquisto dell'unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. La detrazione d'imposta è concessa solo in relazione all'acquisto dell'abitazione principale e delle sue pertinenze e l’immobile deve essere adibito ad abitazione principale entro un annodall'acquisto.

 

La detrazione, su un importo massimo di euro 4.000, spetta al contribuente acquirente ed intestatario del contratto di mutuo, anche se l’immobile è adibito ad abitazione principale di un suo familiare (coniuge, parenti entro il terzo grado ed affini entro il secondo grado). Tale importo deve essere ripartito in parti uguali tra i mutuatari, ad eccezione del mutuo cointestato con il coniugefiscalmente a carico, per il quale, il coniuge che sostiene interamente la spesa, può fruire della detrazione per entrambe le quote di interessi passivi.

 

Nella generalità dei casi il diritto alla detrazione viene meno a partire dal periodo d’imposta successivo a quello in cui l’immobile non è più utilizzato come abitazione principale. Tuttavia se il contribuente torna ad adibire l’immobile ad abitazione principale, in relazione alle rate pagate a decorrere da tale momento, è possibile fruire nuovamente della detrazione (Circolare Agenzia Entrate del 20.06.2002 n. 55).Il diritto alla detrazione, invece, non viene mai meno nel caso in cui il trasferimento è causato da motivi di lavoro o dal ricovero permanente in istituti di ricovero o sanitari.

 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa
 


AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

L'arte in gioco con 50&Più

Torna il Concorso di Prosa, Poesia, Pittura e Fotografia. Invio delle opere entro il 6 aprile


Donne: in pensione più tardi dal 2018

Una panoramica dettagliata sui requisiti necessari per accedere alla pensione di vecchiaia e alla prestazione anticipata nel corso del nuovo anno


Pensioni: tornano a crescere, ma di poco

Dal prossimo gennaio è previsto un aumento dell’1,1% sull’attuale importo. Un valore modesto


Pensionati al lavoro

Gli over 60 impegnati in una attività lavorativa nel 2017 sono il 14,1%, un aumento del 3,6% sul 2008


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.