Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


20
Conguaglio 730: se i dati del sostituto d'imposta sono errati, come recuperare il rimborso in busta paga?

Conguaglio 730: se i dati del sostituto di imposta sono errati, come recuperare il rimborso in busta paga?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Ho cambiato lavoro a inizio marzo 2016. Non vedendo arrivare il rimborso del 730 ho chiesto al mio nuovo datore di lavoro come mai. Il suo commercialista mi ha riferito che probabilmente ho indicato il vecchio sostituto d'imposta.

Se così fosse, posso chiedere al precedente datore di lavoro il mio rimborso?

Grazie


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

Per i modelli 730 presentati all’Agenzia delle entrate, a partire dalla retribuzione di competenza del mese di luglio, il datore di lavoro o l’ente pensionistico deve operare il “conguaglio” del risultato contabile della dichiarazione ed effettuare al dichiarante i rimborsi spettanti oppure trattenere le eventuali somme dovute.

Nel suo caso poiché il rapporto di lavoro era cessato prima della presentazione del modello 730 avrebbe dovuto indicare i dati del nuovo sostituto d’imposta (datore di lavoro) in modo tale che nel mese di luglio avrebbe potuto provvedere ad erogarle il rimborso spettante.


Tuttavia le Istruzioni ministeriali alla compilazione del modello 730 precisano che se il contribuente si accorge di non aver fornito tutti i dati per consentire di identificare il sostituto che effettuerà il conguaglio o di averli forniti in modo inesatto può presentare entro il 25 ottobre un nuovo modello 730 per integrare e/o correggere tali dati. In questo caso dovrà essere indicato il codice 2 nella relativa casella “730 integrativo” presente nel frontespizio.

 

Nel suo caso, pertanto, dovrà recarsi allo stesso CAF/professionista abilitato che le ha elaborato il modello 730/2016 ordinario e richiedere l’elaborazione del modello Integrativo di tipo 2 a seguito dello scarto del 730/4 da parte del precedente datore di lavoro. Qualora avesse presentato il modello 730 sul sito web dell’Agenzia delle entrate potrà anche rivolgersi ad un CAF per l’elaborazione del modello Integrativo di tipo 2. In quest’ultimo caso dovrà esibire tutta la documentazione relativa alla dichiarazione dei redditi.

 

Cosa c’è da sapere...


La Circolare dell’Agenzia delle entrate del 23 marzo 2015 n. 11/E precisa che:

- se il contribuente riscontra, nella dichiarazione 730 presentata, errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso, un minor debito o non influisce sulla determinazione dell’imposta scaturita dalla dichiarazione originaria, nel modello 730 deve essere indicato il codice 1 nell’apposita casella “730 integrativo” e deve essere presentato ad un Caf o a un professionista abilitato, anche se l’assistenza era stata precedentemente prestata dal sostituto d’imposta;

- se per incompletezza o incongruenza dei dati indicati nel frontespizio della dichiarazione originaria il sostituto non è stato correttamente identificato e, quindi, non è stato possibile trasmettergli il risultato contabile della dichiarazione, nell’apposita casella deve essere indicato il codice 2 e la dichiarazione va integrata limitatamente al riquadro relativo ai dati del sostituto d’imposta che deve effettuare il conguaglio;

- se l’integrazione riguarda errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso, un minor debito o non influisce sulla determinazione dell’imposta scaturita dalla dichiarazione originaria e il risultato contabile del modello 730 originario non è mai pervenuto al sostituto d’imposta per inesattezze nei dati indicati nel frontespizio relativamente al sostituto che deve effettuare il conguaglio, nella casella “730 integrativo” deve essere indicato il codice 3.


Se la dichiarazione originaria è stata presentata direttamente dal contribuente via web sul sito dell’Agenzia delle entrate, sarà possibile presentare presso un Caf o un professionista anche la dichiarazione integrativa con codice 1, 2 o 3. In questo caso il contribuente deve esibire tutta la documentazione al soggetto che presta l’assistenza fiscale.

    

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Pensione 2020: vecchie e nuove regole

Cercando di fornire risposte semplici, vediamo di chiarire cosa cambierà in tema di pensioni nel corso dell'anno entrante


Pensioni: sempre più magre dal 2020

Il nuovo anno non prevede alcuna grande novità per gli importi in pagamento, se non rivalutazioni assai modeste


50&Più: tornano le Olimpiadi invernali

Appuntamento dal 19 al 26 gennaio a San Sicario (TO), nel comprensorio sciistico della Via Lattea


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.