Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


18
Detrazione acquisto box pertinenziale: in caso di comproprietà, occorre fare due bonifici o uno intestato a entrambi?

Detrazione acquisto box pertinenziale: in caso di comproprietà, occorre fare due bonifici dello stesso importo o uno intestato a entrambi?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

In caso di acquisto di una nuova abitazione, in merito al recupero della detrazione fiscale per la costruzione del box chiedo: se l'immobile è intestato a 2 persone, è necessario fare il bonifico a nome di entrambi i coniugi? In caso affermativo si devono fare: 2 bonifici del medesimo importo o uno solo intestato a entrambi?

Può effettuarlo una sola persona dei due intestatari recuperando comunque tutto il 50%?


Grazie


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

 

L’agevolazione del 50 per cento sugli interventi di recupero del patrimonio edilizio, prevista dall’articolo 16 bis del Tuir, spetta ai soggetti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, gli immobili oggetto degli interventi e che ne sostengono le relative spese.

In presenza degli altri requisiti hanno diritto all’agevolazione:

- i proprietari o i nudi proprietari;

- i titolari di un diritto reale di godimento quali usufrutto, uso, abitazione o superficie;

- i locatari o i comodatari, previo consenso del legittimo possessore, se titolari di un contratto di locazione/comodato regolarmente registrato all’Agenzia delle entrate.

 

Ai fini della detrazione del 50 per cento, per i proprietari dell’immobile, non rileva la percentuale di possesso in quanto la detrazione spetta per tutte le spese “sostenute” secondo un rigido principio di cassa.

 

Tornando al suo quesito, in riferimento ai costi di realizzazione/costruzione del box, anche se lei è proprietario del solo 50% potrà sostenere interamente le spese per le quali si ha diritto alla detrazione e richiedere al costruttore di intestare solamente a lei la fattura e la dichiarazione inerente il costo di realizzazione del box necessaria ai fini dell’agevolazione fiscale. Il bonifico bancario dovrà essere effettuato utilizzando l’apposita modulistica prevista dalle Banche/Poste per i bonifici di ristrutturazione edilizia indicando unicamente il suo codice fiscale quale soggetto beneficiario della detrazione.

 

E’ bene evidenziare che se il pagamento delle spese relative alla realizzazione dei box auto pertinenziali avviene prima ancora dell’atto notarile è necessario aver stipulato e registrato all’Agenzia delle Entrate un preliminare d’acquisto in cui si evinca il vincolo pertinenziale. In caso contrario non sarà possibile beneficiare dell’agevolazione fiscale (Risoluzione 8.02.2008 n. 38).

 

  Cosa c’è da sapere... 

 

Le Istruzioni ministeriali alla compilazione della dichiarazione dei redditi precisano che possono usufruire della detrazione anche gli acquirenti di box o posti auto pertinenziali già realizzati. La detrazione spetta esclusivamente con riferimento alle spese sostenute per la realizzazione/costruzione, a condizione che siano attestate dal venditore. Nella dichiarazione dei redditi dovranno essere indicati i dati catastali dell’immobile.

 

In caso di acquisto, per usufruire della detrazione, il proprietario deve essere in possesso della seguente documentazione:

- atto di acquisto o preliminare di vendita registrato all’Agenzia delle entrate dal quale si evinca la pertinenzialità;

- dichiarazione del costruttore nella quale siano indicati i costi di costruzione;

- bonifico bancario o postale effettuato con le medesime modalità delle spese di recupero del patrimonio edilizio, di cui all’articolo 16 bis del Tuir, che godono della detrazione del 50%.


La detrazione spetta anche in caso di costruzione, anche realizzata in economia, tuttavia l’esistenza del vincolo pertinenziale dovrà risultare dalla concessione edilizia. Naturalmente, la detrazione compete limitatamente alle spese di realizzazione del box pertinenziale che risultino documentate dal pagamento avvenuto mediante bonifico (Circolare Agenzia Entrate del 10.06.2004 n. 24/E).

 

E’ bene precisare che i pagamenti, a pena di decadenza dell’agevolazione, devono essere effettuati con bonifico bancario o postale da cui risultino:

causale del versamento (per le spese sostenute dal 1° gennaio 2012 va indicato l’art. 16-bis del TUIR);

codice fiscale del soggetto che effettua il pagamento;

codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.

 

 

    

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Indennizzo commercianti: conferme dal Governo

Il nuovo esecutivo intende ampliare la platea di coloro che ne hanno diritto, vista la crisi del settore


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.