Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


23
Figli a carico: in fase di 730 è possibile modificare la detrazione a favore di un unico genitore?

Figli a carico: in fase di 730 è possibile modificare la detrazione a favore di un unico genitore anche se nella Certificazione Unica era indicata al 50%?

   

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA


In sede di CU, abbiamo scelto entrambi i coniugi la ripartizione al 50% del figlio a carico. Quindi le detrazioni sono già state fruite in busta paga. Dato che mia moglie risulta incapiente per il 2015, posso in fase di compilazione 730/2016 modificare la percentuale di carico, ovviamente rispettando il criterio del 100% al componente con reddito più elevato e 0% al componente con reddito più basso?

Grazie


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

La risposta è affermativa. Le detrazioni richieste in corso d’anno tramite i sostituti d’imposta, possono essere modificate nei vostri rispettivi modelli 730/2016 (o nel mod.730/2016 “congiunto”) così come prospettato nel quesito.

 

La CU (Certificazione Unica) non serve ad autoliquidare le imposte dei contribuenti in quanto i medesimi possono sempre presentare la dichiarazione dei redditi al fine di conguagliare per l'anno d'imposta le detrazioni effettivamente spettanti.

 

Nel caso in esame, valgono quindi le disposizioni, di pagina 17 delle istruzioni 730/2016, da lei, esattamente, richiamate nel quesito: “la detrazione per figli a carico non può essere ripartita liberamente tra entrambi i genitori. Se i genitori non sono legalmente ed effettivamente separati la detrazione per figli a carico deve essere ripartita nella misura del 50 per cento ciascuno. Tuttavia i genitori possono decidere di comune accordo di attribuire l’intera detrazione al genitore con reddito complessivopiù elevato per evitare che la detrazione non possa essere fruita in tutto o in parte dal genitore con il reddito inferiore”.

 

Cosa c’è da sapere...

Oneri sostenuti per i familiari a carico

Alcuni oneri e spese (ad esempio le spese sanitarie, i premi di assicurazione, le spese per la frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria, i contributi previdenziali e assistenziali) danno diritto alla detrazione o alla deduzione anche se sono stati sostenuti nell’interesse delle persone fiscalmente a carico .


In questo caso, la detrazione o deduzione spetta anche se non si fruisce delle detrazioni per carichi di famiglia, che invece sono attribuite interamente ad un altro soggetto.

In pratica, se anche un genitore intende fruire delle detrazioni per figlio a carico indicando nell’apposita casella del prospetto familiari quale percentuale di spettanza il valore “zero”, comunque, potrà decidere di detrarre anche al 100% le spese mediche da lui sostenute nell’interesse dello stesso figlio.


Quando l’onere è sostenuto per i figli la detrazione spetta al genitore al quale è intestato il documento che certifica la spesa. Se il documento è intestato al figlio, le spese devono essere suddivise tra i due genitori in relazione al loro effettivo sostenimento. Qualora i genitori intendano ripartire le spese in misura diversa dal 50% devono annotare sul documento comprovante la spesa la percentuale di ripartizione.


Ovviamente se uno dei due coniugi è fiscalmente a carico dell’altro, quest’ultimo può sempre considerare l’intera spesa sostenuta ai fini del calcolo della detrazione. Nel caso di oneri sostenuti dal dichiarante per il coniuge a carico . La C.M. n.95/E punto 1.1.3 del 12/5/2000 invece ha precisato che il contribuente a cui siano state fatturate le spese mediche sostenute dal coniuge non fiscalmente a carico non può calcolare la detrazione per tali spese.


Nell’ipotesi di familiare che non è più a carico nel corso d’anno relativamente alle spese sostenute nel suo interesse, non spetta la detrazione. In particolare le spese non danno diritto a detrazione, né alla persona che ha sostenuto l’onere, né alla persona che ha beneficiato della prestazione. Essendo ininfluente il momento in cui il familiare è diventato titolare di redditi superiori euro 2.840,51, la detrazione non spetta ad alcun soggetto (C.M. n.55/E , punto 1.2.4 del 14/6/2001).

 


 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 800.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa
È necessario essere in modalità di modifica per inserire il contenuto






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Indennizzo commercianti: conferme dal Governo

Il nuovo esecutivo intende ampliare la platea di coloro che ne hanno diritto, vista la crisi del settore


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.