Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


01
Ristrutturazione: il costo della Cila è ammesso in detrazione nonostante sia antecedente alla data di inizio lavori?

Ristrutturazione: il costo della Cila è ammesso in detrazione nonostante sia antecedente alla data di inizio lavori?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA 

Vorrei cortesemente sapere se il costo del bollettino della Cila (Comunicazione Inizio Lavori) pagato in contanti e prima della data di inizio dei lavori, è una spesa ammessa in detrazione?

Grazie.


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

 

La legge di Stabilità n. 208 del 2015 con il comma 74 ha prorogato fino al 31 dicembre 2016 la possibilità di fruire della detrazione Irpef del 50%, anziché del 36%, per le spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, fino ad un importo massimo di spesa pari ad euro 96 mila per unità immobiliare.

 

La detrazione, che deve essere suddivisa in dieci quote annuali di pari importo, spetta ai contribuenti Irpef che sono proprietari (o nudi proprietari) degli immobili oggetto degli interventi oppure titolari di altri diritti di godimento sugli stessi (usufrutto, uso, abitazione, superficie); il beneficio spetta anche a locatari o comodatari, soci di cooperative divise e indivise, familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile, sempre che sostengano le relative spese e siano a loro intestati bonifici e fatture.

 

I lavori che danno diritto al bonus sono quelli di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia, effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali (e loro pertinenze) e, per i condomini, anche sulle parti comuni degli edifici residenziali (per queste ultime, è agevolabile anche la manutenzione ordinaria).

 

Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori, ai fini dell’agevolazione è possibile detrarre anche:

  • le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse alla ristrutturazione;

  • le spese per la messa in regola degli edifici ai sensi del DM 37/2008 - ex legge 46/90 (impianti elettrici) e delle norme Unicig per gli impianti a metano (legge 1083/71),

  • le spese per l’acquisto dei materiali;

  • il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti,

  • le spese per l’effettuazione di perizie e sopralluoghi;

  • l’imposta sul valore aggiunto, l’imposta di bollo e i diritti pagati per le concessioni, le autorizzazioni e le denunzie di inizio lavori;

  • gli oneri di urbanizzazione;

  • gli altri eventuali costi strettamente collegati alla realizzazione degli interventi nonché agli adempimenti stabiliti dal regolamento di attuazione degli interventi agevolati (decreto n. 41 del 18 febbraio 1998).

 

Venendo al suo quesito, quindi, ai fini della detrazione è possibile considerare nel computo massimo dei 96.000 euro il costo del bollettino postale pagato per i diritti di segreteria per la Comunicazione di inizio Lavori (CILA), anche se sostenuto prima dell’inizio dei lavori, in quanto propedeutico a questi.

 

Cosa c’è da sapere...

Il pagamento delle spese di ristrutturazione deve avvenire esclusivamente a mezzo bonifico bancario, ad eccezione degli importi per i quali non è previsto l’utilizzo del bonifico come i diritti di segreteria per la CILA, le concessioni governative, le imposte di bollo, gli oneri di urbanizzazione pagati in relazione alle pratiche amministrative necessarie per effettuare i lavori.

 

Dal bonifico bancario o postale deve evincersi:

  1. la causale del versamento, con riferimento alla norma (articolo 16-bis del Dpr 917/1986);

  2. il codice fiscale del soggetto che beneficia della detrazione;

  3. il codice fiscale o partita IVA del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.

Con il bonifico bancario le banche e le Poste Italiane Spa opereranno una ritenuta a titolo di acconto d’imposta, pari all’8% dal 1° gennaio 2015, a detrarre sugli importi dovuti all’impresa che effettua i lavori.

 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo

Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Nuova sede del Patronato 50&PiùEnasco in Canada

Con l’ufficio di Mississauga, salgono a 12 le sedi distribuite sul territorio canadese


Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.