Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


25
Comodato d'uso e Imu: per poter usufruire dell'agevolazione fiscale, entro quando occorre registrare il contratto?
Comodato d'uso e Imu: per poter usufruire dell'agevolazione fiscale, entro quando occorre registrare il contratto?
   

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA 

Esiste  una scadenza per poter ottenere le agevolazioni IMU, relative al 2016nella registrazione del comodato fatto a parenti?


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

La Legge n. 208 del 28/12/2015 (Legge di Stabilità) ha abrogato la disposizione che permetteva ai Comuni l’assimilazione ad abitazione principale dell’immobile dato in comodato a parenti in linea retta entro il primo grado (genitori-figli).Queste abitazioni dal 2016 saranno soggette, in via generale, ad IMU e TASI ad aliquota ordinaria.


Il legislatore però ha previsto una deroga alla disciplina generale grazie alla quale è possibile ridurre del 50% la base imponibile su cui calcolare l’imposta (la riduzione non si applica mai alle abitazioni cosiddette di “lusso” accatastate alla categorie A/1, A/8, A/9).

Nello specifico l’articolo 1, comma 10, della predetta Legge prevede che la riduzione si applichi per le unità immobiliari, fatta eccezione per quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9, concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, a condizione che il contratto sia registrato e che il comodante possieda un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato; il beneficio si applica anche nel caso in cui il comodante oltre all’immobile concesso in comodato possieda nello stesso comune un altro immobile adibito a propria abitazione principale, ad eccezione delle unità abitative classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.”


Si tratta, in effetti, di una disposizione che limita il beneficio ad un numero limitato di casi:


  • l’agevolazione è prevista solo ai parenti in linea retta di primo grado (genitori/figli);

  • deve essere stipulato un contratto di comodato tra il proprietario dell’immobile (comodante) e il genitore/figlio (comodatario) che deve essere registrato;

  • per il comodatario deve costituire la propria abitazione principale (è necessario, pertanto, il doppio requisito della “residenza anagrafica” e della “dimora abituale”).


  • il comodante deve possedere:
  1. un solo immobile in Italia (quello dato in comodato al genitore/figlio) e al contempo deve risiedere e dimorare abitualmente nello stesso Comune ove è ubicato l’immobile;

  2. oppure, in alternativa, anche due immobili ma entrambi ubicati nel medesimo comune di cui uno destinato a propria abitazione principale e l’altro a quella del comodatario (genitore/figlio)

  • gli immobili non devono essere accatastati alle categorie A1, A8, A9.


In questi casi abbattendo la base imponibile al 50%, in sostanza, si verserà solamente la metà dell’imposta totale.


Tornando al suo quesito,qualora si trovi nelle condizioni previste dalla norma, è possibile redigere un contratto di comodato e registrarlo presso un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle entrate. La registrazione va eseguita entro venti giorni dalla decorrenza oppure dalla data di sottoscrizione se questa è anteriore alla decorrenza. L’imposta di registro dovuta è in misura “fissa” ed è pari a euro 200.


Si ricorda che entro il 30 giugno 2017 i soggetti passivi (“proprietario/i”) dovranno tassativamente presentare la dichiarazione IMU al proprio Comune evidenziando la presenza dei requisiti per la spettanza dell’agevolazione. E’ comunque opportuno verificare, presso l’Ufficio Tributi del Comune, se è stato predisposto uno specifico Modello di Comunicazione. In quest’ultimo caso, presentandolo, non sarà necessario predisporre, in aggiunta, anche la dichiarazione IMU.


Cosa c’è da sapere...

Per usufruire dell’agevolazione della riduzione della base imponibile IMU al 50% il contratto di comodato (tra genitori e figli) deve essere registrato presso un qualsiasi Ufficio dell’Agenzia delle Entrate. L’articolo 9, comma 2, del D.Lgs 23/2011 prevede che l'imposta è dovuta proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso; a tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è computato per intero. Di conseguenza, ad oggi, è possibile ritenere che se il contratto, regolarmente registrato, ha decorrenza a partire dal giorno 15 il mese possa essere conteggiato per intero.


Se ad esempio il contratto di comodato è stipulato in data 15/01/2015, con decorrenza dalla medesima data, e registrato il 4/2/2016, il beneficio sarà comunque applicabile per 12 mesi. In considerazione della rilevante novità introdotta, e di alcuni importanti aspetti ancora da chiarire, si auspica che il MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze) emani, quanto prima, un Circolare/Nota esplicativa.

 


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci, Giuseppe Russo.


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Nuova sede del Patronato 50&PiùEnasco in Canada

Con l’ufficio di Mississauga, salgono a 12 le sedi distribuite sul territorio canadese


Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.