Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > NOTIZIE DEL GIORNO > Tecnologia


27
Le nuove CABINE telefoniche

Se anche la British Telecom pensa seriamente di dismettere tutte le cabine pubbliche, simbolo dell’Inghilterra vittoriana, cosa dovrebbe succedere in Italia, dove dai primi Anni ’90 si è assistito ad un calo dell’80% nel loro uso? Forse, la risposta è nella tecnologia.

Se persino le famose cabine telefoniche inglesi con il loro colore rosso acceso e le vetrate in stile vittoriano sembrano avvicinarsi alla pensione, cosa potrebbe accadere alle nostre più anonime cabine italiane? A Torino, il prossimo 2 aprile, la domanda troverà una risposta nelle numerose tecnologie applicate: la “cornetta” sarà solo uno (e neanche il più importante) dei servizi che metteranno a disposizione.

Prima un po’ di storia
 La prima cabina telefonica pubblica “apparve” a Milano nel 1952, installata nella “perbenissima” Piazza San Babila. La struttura era di metallo e vetro, materiali con cui continuarono ad essere realizzate anche nei decenni successivi. Prima di allora, i telefoni pubblici erano presenti solo in esercizi pubblici come bar, edicole o nei cosiddetti Posti Telefonici Pubblici. È solo nel 1959 che arrivano i primi gettoni. Valore? Ben tre scatti. Tra il 1971 e il 1990 i punti di telefonia pubblica salgono a quota 233.000, per poi precipitare verso il basso.

La cabina del futuro

Con le nuove cabine telefoniche le possibilità di comunicare appaiono di per sé già infinite. Due schermi touch screen, uno interno e l’altro esterno, consentiranno di veicolare fuori pubblicità e magari informazioni turistiche, mentre per chi è all’interno sarà possibile viaggiare su internet con la banda larga, consultare un giornale on line, mandare un’e-mail o un sms. E grazie ai pannelli solari installati sul piccolo tetto saranno indipendenti dal punto di vista energetico.

Non solo internet e telefonate
Ma la cabina del futuro sarà anche un punto wi-fi, permetterà di ricaricare l’auto o la bici con energia elettrica, di ricaricare il credito del cellulare, di inserire (lì dove possibile) annunci. Insomma, da “non luogo” poco attraente e votato alla solo comunicazione telefonica, sembra aprirsi per quello che fino a qualche tempo fa era considerato un arredo urbano ormai da dismettere, un nuovo futuro pieno di utilità per tutti. E con molti servizi a pagamento, naturalmente.

Da Torino a Catania, passando per le località turistiche
 Se Torino lancerà il progetto, toccherà poi a Catania continuare nella sperimentazione. Infine, verranno coinvolte alcune località turistiche per il momento ancora senza nome. Telecom sta per bandire una vera e propria gara indirizzata agli sviluppatori, ma aperta a tutti, per raccogliere idee su quelle che dovrebbero essere le applicazioni utilizzabili nelle cabine del futuro. Un vero e proprio concorso da cui dipenderà anche il futuro delle “sopravvissute” 103.000 cabine, ridottesi drasticamente nel nostro Paese dopo l’invasione dei cellulari, iniziata verso la metà degli Anni ’90. Erano infatti ben 233.000 i punti di telefonia pubblica, prima della diffusione di massa della telefonia mobile. L’ultimo colpo di grazia? La silenziosa uscita di scena del gettone nel 2001 con l’arrivo dell’euro.

Attenti le cabine ci sorvegliano
 E non poteva mancare l’idea di usarle come l’occhio “discreto” delle Forze dell’Ordine. Sembra, infatti, che le cabine saranno dotate di microcamere interne ed esterne, innanzitutto per proteggerle da qualsiasi vandalo e in seconda battuta per diventare un attivo mezzo di presidio del territorio, che viene così monitorato 24 ore su 24. Non c’è male. Occhio, vandali: le cabine potrebbero rivoltarvisi contro! Stavolta, non è uno scherzo, e diciamo la verità: anche il timido Clark Kent in una “super cabina” come questa ci metterebbe un po’ di più a vestire i panni di Super Man… Forse si fermerebbe a mandare un’e-mail o a ricaricarsi in cellulare con la carta di credito. Chissà…
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.