Cerca
Register   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


21
Il CONGEDO “guarda nipoti”
In una società che invecchia, e dove si smette di lavorare sempre più tardi, potrebbe essere questa la formula giusta per evitare che i bambini crescano senza troppi sensi di colpa da parte dei genitori.

Il congedo “guarda nipoti” potrebbe essere una soluzione per limitare le temporanee rinunce al lavoro dei genitori o il ricorso al part-time. E non solo in Germania.

La prima a pensarci è stata il ministro per la famiglia tedesco Kristina Schröder, che è tornata in ufficio solo dieci settimane dopo la nascita di sua figlia. Ma nei primi giorni ha portato con sé la bambina. Secondo la Schröder, è il tempo, più che il denaro, «la valuta-guida di una moderna politica familiare».

A questo proposito il 14 marzo il quotidiano tedesco Der Spiegel ha presentato il rapporto dal nome «Tempo per la famiglia» che parte dal presupposto che sia indispensabile trovare i rimedi per ridurre lo stress che colpisce i genitori costretti a dividersi tra il lavoro e l'educazione dei figli.

Secondo il rapporto, infatti,  il 63% dei padri e il 37%  della mamme tedeschi hanno troppo poco tempo da dedicare ai loro bambini. Attualmente, il 25% dei minori di tre anni viene affidato a "baby parking" (luoghi dedicati per lasciare i bambini per breve tempo nell’arco della giornata) o a una persona esterna alla famiglia. Per tutte queste ragioni, il contributo dei nonni alla cura e all'educazione dei bambini, potrebbe trovare un quadro normativo in grado di farlo diventare una vera e propria istituzione.

Il progetto tiene anche conto del fatto che i primi nipoti arrivano in media quando le donne hanno 51 anni e gli uomini 53, mentre l'età della pensione in Germania sta per essere portata a 67 anni.

I nonni, quindi, non hanno più tanto tempo a disposizione. Il congedo permetterebbe di ridurre l'orario di lavoro o sospendere l'attività con la certezza di non perdere il posto. Al contrario di quanto accade per i genitori, che oggi conservano i due terzi dello stipendio per un anno fino ad un massimo di 1.800 euro.

Ma vediamo cosa succede nel nostro Paese.

Secondo il Rapporto Italia Eurispes 2012 il 68,5 % degli over 64 si prende cura dei nipoti, provvedendo anche ad accompagnarli a scuola, mentre il 71,3% aiuta economicamente i figli e gli prepara da mangiare. Sono meno numerosi quelli che fanno le pulizie di casa per loro. Sono le donne dai 65 anni in su le più impegnate, rispetto agli uomini, nel sostegno del figli.

Calcolando che con l’ultima riforma Monti in Italia l’età pensionabile è aumentata e tenderà ad aumentare ancora di più, probabilmente con il tempo sempre meno nonni avranno tempo a disposizione da dedicare ai nipoti. I figli, d’altro canto, saranno sempre più occupati, invece, a trovare soluzioni alternative.

E allora? Il congedo “guarda nipoti” alla tedesca, potrebbe essere una soluzione per le famiglie che potrebbero scegliere questa opportunità.
Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Invalidità civile 2020: i nuovi importi

Pochi euro per tutti: è la situazione che molti affrontano da tempo, sebbene i trattamenti siano calcolati sui redditi dei singoli


Spese detraibili: dal 1° gennaio è cambiato il metodo di pagamento


Olimpiadi invernali: vince il Trofeo la provincia di Massa Carrara

Secondo posto per la squadra provinciale di Bergamo e terzo per Lucca


Incontri 50&Più in Sardegna

La grande festa de soci 50&Più quest’anno si tiene a Geremeas (Ca) dal 30 maggio al 28 giugno


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.