Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


13
Il marito può detrarre le spese di ristrutturazione di un'abitazione intestata al 100% alla moglie?

Il marito può detrarre le spese di ristrutturazione di un'abitazione intestata al 100% alla moglie?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Vi scrivo per un problema sorto a fronte di una donazione di un appartamento. 
A mia moglie è stato donato un appartamento al mare in Liguria  (non la casa in cui viviamo, noi  siamo di Milano ed abbiamo la residenza a Milano) e vorremmo ristrutturarla, il problema nasce dal fatto che lei non ha reddito e ad oggi non fa nessun 730. La casa è intestata a lei al 100%. Siamo in separazione dei beni.
Volevo sapere se ristrutturiamo la casa e intestando tutte le fatture a me, posso usufruire della detrazione?
Io faccio il 730 ma la casa non essendo intestata a me non comparirà nel modulo.
Grazie 


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

la detrazione fiscale per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’articolo 16-bis del TUIR compete anche ai familiari conviventi del possessore o detentore dell’immobile sul quale vengono effettuati i lavori purché ne sostengano le spese (e quindi risultino destinatari delle relative fatture) ed abbiano provveduto al pagamento con bonifico dal quale risulti:

- la causale del versamento (Bonifico relativo a lavori edilizi che danno diritto alla detrazione prevista dall’articolo 16-bis del Dpr 917/1986);

- il codice fiscale del beneficiario della detrazione fiscale;

- il codice fiscale/partita Iva del beneficiario del pagamento.

Per familiari, ai fini delle imposte sui redditi, si intendono il coniuge, i parenti entro il terzo grado e gli affini entro il secondo grado. Le detrazioni spettano al familiare per i costi sostenuti per la ristrutturazione di qualsiasi abitazione in cui venga “esercitata” in linea generale la convivenza. Infatti in riferimento al convivente, con la Circolare 12.06.2002 n. 50/E è stato precisato che: “… non è invece richiesto che l’immobile sia considerato abitazione principale per il proprietario o per il familiare convivente, essendo sufficiente che si tratti di una delle abitazioni su cui si esplica il rapporto di convivenza”. Il rapporto di convivenza deve comunque sussistere fin dal momento in cui hanno avuto inizio i lavori.

Tornando al suo quesito, in relazione all’appartamento a vostra disposizione donato a sua moglie in Liguria, lei, in qualità di “familiare convivente”, potrà usufruire delle detrazioni fiscali per le spese di ristrutturazione in quanto, pur non essendo ivi residente, su tale immobile, in linea di principio, si esplica comunque il rapporto di convivenza. Come su indicato le fatture dovranno essere a lei intestate (“marito”) ed il bonifico dovrà riportare unicamente il suo codice fiscale quale soggetto beneficiario della detrazione (“marito”).

Da ultimo si ricorda che per usufruire della detrazione fiscale il Provvedimento del 2/11/2011, tra i requisiti richiesti, prevede che i lavori siano eseguiti in conformità alla normativa edilizia vigente e in accordo con i regolamenti comunali in materia. Di conseguenza, ferme restando le altre condizioni, la detrazione spetta anche se le abilitazioni comunali saranno intestate al proprietario dell’immobile (“moglie”) e non al familiare che usufruisce della detrazione. Nel suo modello 730 (quadro E Sezione IIIB) dovrà riportare i dati catastali dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

 

COSA C’E’ DA SAPERE
Le agevolazioni fiscali per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, di cui all’art. 16 bis del TUIR, spettano sia al proprietario (o al nudo proprietario) sia al titolare di un diritto reale di godimento (uso, usufrutto, abitazione). L’agevolazione, inoltre, spetta anche ai locatari ed ai comodatari titolari di un contratto debitamente registrato all’Agenzia delle entrate (previo consenso del legittimo possessore). Anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile può godere delle agevolazioni fiscali alle condizioni su indicate.

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci


Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Nuova sede del Patronato 50&PiùEnasco in Canada

Con l’ufficio di Mississauga, salgono a 12 le sedi distribuite sul territorio canadese


Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.