Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Fisco


06
Nuovo ISEE: possibile inversione di rotta

Bisognerà attendere ormai la fine dell’anno per comprendere se nel calcolo dell’Isee andranno considerati ancora i sussidi ai disabili, le prestazioni d’invalidità e le varie indennità.


di Gianni Tel, 50&Più

Con il debutto del nuovo ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente), già in vigore da gennaio scorso, delle importanti modifiche introdotte nel nostro sistema di Welfare e di come funziona, si è già avuto modo di parlarne più volte su 50epiu.it e sulla rivista di 50&Più.

L’attuale normativa in vigore (decreto n. 159/2013) ha cambiato parecchie cose. Va certificato in maniera più puntuale l’accesso a prestazioni che spaziano dalla non autosufficienza alla disabilità, dal diritto allo studio universitario all’accesso agli asili nido e alle case popolari, fino alle misure di contrasto alla povertà (Social Card).

Nel calcolo, poi, pesa di più la casa di proprietà. Ci sono controlli incrociati sulla somma che gli interessati dicono di avere in banca. Tutte misure che hanno fatto discutere, a seconda di chi ci ha guadagnato e chi ci ha perso.

 

L’accesso però del nucleo familiare alle prestazioni sociali con persone disabili ha fatto discutere più di tutte le altre. Nel nuovo ISEE infatti vengono conteggiate tutte le entrate della famiglia, anche quelle che nel nostro Paese sono “esenti da imposizione fiscale”. Si tiene anche conto di stipendi e pensioni incassate all’estero, delle buste paga di chi lavora in Italia per un altro Paese. Ma per lo stesso principio, entrano nel calcolo anche quei sussidi (esenti da imposizione) che i disabili ricevono proprio in ragione della loro condizione come le indennità di accompagnamento, le pensioni di invalidità ed altre.

 

Il 14 febbraio di quest’anno, il Tar del Lazio (Tribunale amministrativo regionale) ha bocciato la norma sui sussidi ai disabili per “irragionevolezza e manifesta ingiustizia”.

Ma nel frattempo non è cambiato nulla perché anche dopo la sentenza il calcolo dell’ISEE è stato fatto secondo le nuove regole, cioè tenendo conto delle prestazioni di invalidità e indennità varie.

 

A luglio scorso, dopo cinque mesi di riflessione, il Governo ha deciso di impugnare la sentenza in secondo grado, davanti al Consiglio di Stato.

A settembre questo organo della magistratura ha aperto il fascicolo, fissando la discussione della causa al prossimo 3 dicembre. Avrebbe potuto sospendere gli effetti della sentenza del Tar, ma non l’ha fatto, confermando forse così che nel calcolo dell’ISEE non si sarebbe dovuto tenere conto dei sussidi ai disabili.

 

Mentre cresce l’incertezza e si spera che ci sia una positiva inversione di rotta, la risposta definitiva arriverà a fine anno.

Si ricorda, infine, che l’ISEE può essere richiesto da tutti i cittadini che vogliano beneficiare di agevolazioni subordinate alle prestazioni sopra indicate.

Per richiedere il calcolo dell’ISEE è necessario compilare la dichiarazione sostitutiva unica (DSU), indicando tutti i componenti del reddito (si veda riquadro) e presentarla presso uno dei seguenti uffici:

  • I Caaf, Centri di Assistenza Fiscale;

  • Gli uffici che erogano le varie prestazioni richieste;

  • Gli uffici dell’Inps della propria provincia.

Districarsi nella compilazione non è agevole né piacevole e per non incorrere in errori nell’autodenuncia del reddito negli uffici di 50&Più Caaf e del patronato 50&Più Enasco, presenti in ciascuna provincia, è stato previsto da sempre un apposito servizio gratuito con esperti operatori che provvedono a fornire informazioni, a predisporre l’apposito modello e a svolgere tutte le eventuali pratiche necessarie.

Naturalmente andando agli uffici è importante portare con sé tutti i documenti utili che attestino il possesso dei redditi richiesti.


Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il nuovo portale dell'associazione 50&Più

Un sito moderno, dinamico, ricco di informazioni. Si chiama Spazio50 ed è aperto a tutti gli over 50


Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.