Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Economia e Finanza


28
Clima di FIDUCIA al top


Istat: sulla situazione economica del Paese ottimismo ai massimi per imprese e famiglie.


Come vedono le imprese e le famiglie la situazione economica del Paese? Secondo l’ultima rilevazione Istat l’indice del clima di fiducia dei consumatori a ottobre 2015  sale a 116,9 da 113 del mese precedente, il più alto da febbraio 2002. Per le imprese italiane, l’indice composito del clima di fiducia passa a 107,5 da 106,1 di settembre e segna il livello più alto dall'inizio della crisi (ottobre 2007).

I giudizi dei consumatori sulla situazione economica del Paese nell’ultimo anno migliorano in modo significativo rispetto al mese di settembre. Tutte le stime delle componenti del clima di fiducia aumentano, con un incremento più marcato per quella economica generale  (a 153,0 da 143,9) e più lieve per quella personale (a 103,9 da 103,6), quella corrente (a 109,3 da 108,0) e quella futura (a 127,1 da 122,3).

Aumenta la quota di coloro che si attendono un leggero miglioramento della situazione economica della famiglia (12,6% dal 10,7%), ma le attese sulla possibilità di risparmiare qualcosa in futuro scendono al 18,9% dal 19,5% mentre aumenta la quota di chi dichiara di dover “usare i risparmi” (al 20,4% dal 19,7%) per far fronte alle spese familiari.

Migliorano però i  giudizi sull’opportunità attuale di acquisto di beni durevoli visto che la quota di coloro che ritengono di poter spendere “molto di più” che in passato sale al 23,2% dal 22,7%.

Proprio sull’acquisto dei principali beni durevoli, migliorano le intenzioni di acquisto dell’autovettura, restano stabili gli orientamenti all’acquisto di un’abitazione e diminuiscono le intenzioni di effettuare la manutenzione straordinaria della propria abitazione.

Sul lato delle imprese, cresce il clima di fiducia dei servizi di mercato (a 113,1 da 112,2), quello della manifattura (a 105,9 da 104,4) e quello del commercio al dettaglio (a 116,6 da 109,2), ma scende quello delle costruzioni (a 119,8 da 123,3).

Nelle imprese manifatturiere migliorano sia i giudizi sugli ordini  sia le attese sulla produzione, invece i giudizi sulle scorte rimangono stabili. Nelle costruzioni peggiorano i giudizi sugli ordini e/o piani di costruzione.

Nelle imprese dei servizi migliorano le attese sull'andamento generale dell'economia. Si riducono, invece, sia i giudizi sia le attese sul livello degli ordini. Nel commercio al dettaglio migliorano sia i giudizi sulle vendite correnti, sia le attese sulle vendite future.

L.B.

 

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Il nuovo portale dell'associazione 50&Più

Un sito moderno, dinamico, ricco di informazioni. Si chiama Spazio50 ed è aperto a tutti gli over 50


Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.