Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


13
In caso di un immobile abitato dal coniuge superstite ed ereditato dal figlio, su chi ricadono gli obblighi fiscali?

In caso di un immobile abitato dal coniuge superstite ed ereditato dal figlio, su chi ricadono gli obblighi della dichiarazione fiscale e delle imposte locali?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Vorrei sapere se l'immobile (e pertinenze) abitato da un coniuge superstite ed ereditato dal figlio in seguito al decesso del padre, deve essere considerato fonte di reddito ai fini Irpef e pertanto dichiarato nel Mod.730 del figlio. Preciso che l'immobile è abitazione principale solo del genitore superstite.

Grazie


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

In caso di morte di uno dei coniugi, ai sensi dell’articolo 540, secondo comma, del codice civile, a quello superstite spetta il diritto di abitazione sulla residenza principale e sulle pertinenze. Trattandosi di un “diritto reale” il relativo obbligo dichiarativo (modello 730 o modello Unico) ricade interamente sul coniuge del de cuius che dovrà dichiarare per intero il reddito dell’abitazione principale e delle relative pertinenze (ad esempio box o cantina) usufruendo, al contempo, anche della deduzione per abitazione principale.

Secondo quanto specificato nell’art. 540 anche un’eventuale rinuncia del coniuge all’eredità non prevede la decadenza del diritto stesso. A conferma di tale previsione l’Agenzia dell’Entrate, con la
Risoluzione del 25.02.2005 n. 29, ha confermato che il coniuge superstite, anche se rinunciatario, può richiedere l’agevolazione prima casa sull’immobile inteso come abitazione principale, fatti comunque salvi i requisiti oggettivi e soggettivi.

Poiché il
coniuge superstite conserva la piena titolarità dell’immobile sarà anche tenuto al pagamento delle imposte locali (Imu, Tasi e Tari). Si ricorda che, per quanto riguarda l’Imu, la legge 147/2013 ha previsto che, dal 2014, l’imposta non è dovuta in relazione all'abitazione principale ad eccezione di quelle cosiddette “di lusso” accatastate alle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 (immobili di pregio, ville e castelli).


Il titolare della “nuda proprietà”, al contrario, non avrà alcun obbligo dichiarativo posto che, come sopra indicato, lo stesso ricade interamente sul coniuge superstite.

COSA C'E' DA SAPERE…

L'articolo 26 del TUIR prevede che i redditi fondiari concorrono, indipendentemente dalla percezione, a formare il reddito complessivo dei soggetti che possiedono gli immobili a titolo di proprietà, enfiteusi, usufrutto o altro diritto reale.

La particolare disposizione contenuta nel citato articolo prevede, pertanto, che il reddito sia attribuito al contribuente,
indipendentemente dalla percezione dello stesso, contrariamente a quanto accade nella generalità dei casi in cui i redditi sono tassati solo se vengono “percepiti” nel periodo d’imposta (si pensi, ad esempio, ai redditi di lavoro dipendente o di pensione).

Qualora su un immobile venga costituito un
diritto reale di usufrutto, di uso o di abitazione, obbligato al pagamento non è il proprietario, ma il titolare del relativo diritto reale di godimento mentre il cosiddetto nudo proprietario dell’immobile rimane completamente estraneo al prelievo fiscale. Anche ai fini Imu e Tasi il nudo proprietario non è tenuto al pagamento dell’imposta.

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo Melucci.
Questa rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi
a
: comunicazione.esterna@50epiu.it.

 

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Indennizzo commercianti: conferme dal Governo

Il nuovo esecutivo intende ampliare la platea di coloro che ne hanno diritto, vista la crisi del settore


Il Patronato 50&PiùEnasco alla presidenza del Cipla

Tagli, incertezza economica, ritardi e scarsa vigilanza. Sono queste le valutazioni emerse e condivise nel corso della prima riunione del Comitato


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.