Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie


10
L’acqua calda con l’energia SOLARE

Cosa bisogna sapere per installare un impianto solare termico ad uso familiare: dimensionamento, costi e tempi di recupero dell’investimento. Le detrazioni fiscali e il conto termico.


Articolo tratta dalla Rivista 50&Più, numero di giugno 2015

a cura di Leonardo Berlen (QualEnergia.it)


L’energia solare ci consente di abbattere la nostra bolletta energetica e dipendere sempre meno dagli aumenti futuri dei prezzi dell’energia. Uno degli utilizzi dell’energia solare è la produzione di acqua calda sanitaria tramite pannelli solari termici, cioè di un impianto che converte la radiazione solare in energia termica.

La situazione ideale è avere nella propria abitazione un tetto, piano o a falda, non ombreggiato e orientato più o meno a sud. Anche chi vive in condominio può considerare l’opzione solare: si può realizzare un impianto unifamiliare, ottenendo dall’assemblea condominiale il permesso di usare parte del tetto, oppure realizzarne uno condominiale.

Un impianto solare termico potrà sempre fornire acqua calda in genere da aprile a settembre senza alcuna integrazione. Una situazione tipica è quella di integrare l’impianto solare con una caldaia individuale alimentata a gas metano oppure con una resistenza elettrica per soddisfare così le richieste anche nei mesi più freddi, in cui il solare fornirà una parte del contributo.

Quali costi richiede e quali risparmi consente questa soluzione? Una prima cosa è valutare il proprio fabbisogno di acqua calda. A livello indicativo si può stimare un fabbisogno di acqua calda di 40-60 litri al giorno a persona. Per soddisfare nel corso dell’anno questa quantità serve circa 1 mq di collettori al centro Italia, cha diventa pari a 0,8 al sud e 1,2 al nord.

Passiamo allora a valutare il costo dell’impianto per una famiglia. Può variare sensibilmente, ma possiamo considerare che oscillerà da 800 € per ogni mq di collettore installato fino a 1.200 € (iva inclusa). Quindi un impianto solare per una singola utenza familiare, con un superficie media di 4 mq, richiederà un investimento ‘chiavi in mano’ compreso tra 3.200 e 4.800 €.

Considerando gli incentivi a disposizione, conto termico e detrazioni fiscali del 65% (vedi box), valutiamo i tempi di ritorno dell’investimento iniziale secondo le due tipologie di costo sopra considerate. Il tempo necessario per ripagare il costo dell’impianto dipenderà dall’utilizzo di uno dei due differenti incentivi, dalla zona del in cui è installato (radiazioni solari differenti), dall’integrazione utilizzata, caldaia a metano o elettricità.

In caso di utilizzo di un’integrazione a metano, l’investimento si recupera da un minimo di 2 anni e mezzo a Palermo, fino ad un massimo di quasi 10 anni per un impianto realizzato a Milano. In caso invece di utilizzo dell’integrazione elettrica il risparmio consentito dal solare permetterà tempi di ritorno più contenuti, compresi tra poco meno di 2 anni e quasi 6 anni.

Va tenuto conto che gli impianti solari termici hanno una vita di almeno 20 anni.


Quali incentivi utilizzare?

Fino a tutto il 2015 sono disponibili le detrazioni fiscali che consentono di detrarre il 65% della spesa, spalmando il bonus sui 10 anni successivi all’installazione.

Un’alternativa è offerta dal Conto Termico, uno strumento gestito dal GSE. Un piccolo impianto riceverebbe 170 €/mq per ogni anno, su un periodo di 2 anni. Complessivamente, quindi, 340 €/mq che, applicati al nostro sistema di riferimento di 4 mq, diventerebbero 1.360 €.

Si tratta di una decurtazione della spesa inferiore (30-42%) rispetto a quella ottenibile con le detrazioni fiscali (65%), ma va sottolineato che questo incentivo viene corrisposto in un periodo più breve (2 anni invece dei 10 previsti dalle detrazioni) ed è una modalità che prevede una reale remunerazione dell’utente finale e non un corrispettivo sotto forma di riduzione delle tasse, che non tutti possono sfruttare.



Quali costi di manutenzione?
Il costo di manutenzione può essere molto diverso da caso a caso, in quanto dipende dalla complessità impiantistica e dalla qualità e affidabilità dei componenti utilizzati, aspetti che vanno sempre valutati attentamente prima della spesa. Solitamente si stima un costo annuale pari all’1-2% dell’investimento iniziale. Per un piccolo impianto solare per acqua calda sanitaria con superficie di 4 mq e un costo di circa 4.000 €, ad esempio, si può ipotizzare un costo annuale di circa 50 €. I collettori solari e il serbatoio sono garantiti almeno per 5 anni.

Impianti a circolazione naturale o forzata
In genere gli impianti solari termici si distinguono tra quelli a circolazione naturale, con il serbatoio di accumulo dell’acqua calda posizionato in alto rispetto ai pannelli e a circolazione forzata, con il serbatoio di accumulo dell’acqua calda separato dal collettore e collocato all’interno dell’abitazione. In questo caso la circolazione del fluido riscaldato dal sole avviene grazie a una pompa elettrica.


Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Indennizzo commercianti: conferme dal Governo

Il nuovo esecutivo intende ampliare la platea di coloro che ne hanno diritto, vista la crisi del settore


Il Patronato 50&PiùEnasco alla presidenza del Cipla

Tagli, incertezza economica, ritardi e scarsa vigilanza. Sono queste le valutazioni emerse e condivise nel corso della prima riunione del Comitato


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.