Cerca
Registrazione   |  Login
Pause
Percorso di navigazione > Home > Notizie


03
Se nel 730 non sono state inserite le spese detraibili o deducibili come è possibile rimediare?

Se nel 730 non sono state inserite le spese detraibili o deducibili come è possibile rimediare?

 

Risposta a cura di 50&PiùCaaf

DOMANDA

Mi sono servita come sempre di un Caf per compilare il mio 730. Mi sono accorta però di un mio errore: non sono state inserite delle spese mediche per le quali solo ora mi è giunta la fattura. E' possibile correggere questo errore oppure no?
Vi ringrazio per la disponibilità e dell'interessante servizio che offrite.


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 


RISPOSTA

La ringraziamo per la sua domanda, e la rassicuriamo in quanto, pur avendo dimenticato di esporre degli oneri deducibili o detraibili ha due possibilità per poter sistemare la situazione:

  • presentare entro il 25 ottobre un modello 730 integrativo. Il modello 730 integrativo deve essere presentato a un intermediario (Caf, professionista), anche se il modello precedente era stato presentato al datore di lavoro o all’ente pensionistico;

  • presentare, in alternativa, un modello Unico Persone fisiche entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta successivo.

Qualora lei decida di consegnare la dichiarazione integrativa presso lo stesso Caf cui ha consegnato il modello originario, deve esibire solo la documentazione relativa all’integrazione da effettuare.

Se invece l’assistenza è stata prestata dal sostituto d’imposta o da qualche altro Caf/intermediario abilitato, oppure decida di rivolgersi per l’integrazione presso un altro caf, dovrà nuovamente esibire tutta la documentazione utilizzata per poter elaborare il mod.730 originario.

COSA C'E' DA SAPERE…
Va ricordato che la presentazione di una dichiarazione integrativa non sospende le procedure avviate con la consegna del primo 730, e di conseguenza non fa venir meno l’obbligo per il sostituto d’imposta di effettuare i rimborsi spettanti o trattenere le somme dovute in base al 730 originario e che i conguagli derivanti da dichiarazioni integrative saranno effettuati sulla retribuzione erogata nel mese di dicembre.

Le modalità di integrazione della dichiarazione dei redditi (Modello 730) sono diverse a seconda che le modifiche comportino o meno una situazione più favorevole per il contribuente:

  • Va presentato il Modello 730 integrativo - Dichiarazione integrativa a favore: codice 1 se il contribuente riscontra nella dichiarazione già presentata errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso, un minor debito o un’imposta pari a quella determinata con il mod. 730 originari

  • Va presentato il Modello 730 integrativo neutro - codice 2 se i per incompletezza o incongruenza, i dati del sostituto che effettuerà il conguaglio sono errati ovvero non sono stati correttamente identificati ed il conguaglio non è stato effettuato. In questi casi la dichiarazione va integrata limitatamente al riquadro relativo ai dati del sostituto, mentre i rimanenti dati devono essere i medesimi della dichiarazione originaria.

  • Va presentato il Modello 730 integrativo a favore - codice 3 se l’integrazione riguarda errori od omissioni la cui correzione comporta un maggior rimborso, un minor credito o un’imposta pari a quella determinata con il mod. 730 originario, inoltre il risultato contabile del modello 730 originario non è mai pervenuto al sostituto d’imposta per incompletezza o incongruenza dei dati del sostituto che esegue il conguaglio che, di conseguenza, non è stato effettuato.

  • Modello Unico correttivo - integrativo
    Se il contribuente si accorge di non aver fornito tutti gli elementi da indicare nella dichiarazione e l’integrazione o la rettifica comporta un minor credito o un maggior debito deve utilizzare il Modello Unico - Persone fisiche che può essere presentato:

-> entro il 30 settembre (correttiva nei termini). In questo caso, se dall’integrazione emerge un importo a debito, il contribuente dovrà procedere al contestuale pagamento del tributo dovuto, degli interessi calcolati al tasso legale con maturazione giornaliera e le sanzioni in misura ridotta previste in materia di ravvedimento operoso;

-> entro il termine previsto per la presentazione del Modello Unico relativo all’anno successivo (dichiarazione integrativa). In questo caso se dall’integrazione emerge un importo a debito, il contribuente dovrà pagare contemporaneamente il tributo dovuto, gli interessi calcolati al tasso legale con maturazione giornaliera e le sanzioni in misura ridotta previste in materia di ravvedimento operoso.

 

Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo MelucciQuesta rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.


50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Quota 100: vecchie e nuove regole?

Al momento non ci sono precise indicazioni sul destino di Quota 100. E il cantiere pensioni resta aperto con la scritta “lavori in corso”


Olimpiadi 50&Più: tutte le classifiche

Le discipline, le coppe e le medaglie dell'unico evento sportivo dedicato agli over 50. Video


Lecce vince il Trofeo delle Olimpiadi di 50&Più

Al 2° posto Lodi e al 3° Venezia. A Lecce anche l'assoluto maschile. Belluno primeggia nella classifica femminile


Il Patronato 50&PiùEnasco è operativo anche in Spagna

Aperta la sede a Valencia per assistere gli italiani che vivono nella Comunidad Valenciana


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.