Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


03
Chi non ha sostenuto le spese per la ristrutturazione edilizia, può usufruire del bonus arredi?

Chi non ha sostenuto le spese per la ristrutturazione edilizia, può usufruire del beneficio fiscale del bonus arredi?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Ho effettuato una ristrutturazione e sono la proprietaria dell’immobile. Nello stesso periodo ho acquistato un divano (sperando di utilizzare la detrazione per mobili) ma il pagamento è stato effettuato da mio marito che vive con me ma non è proprietario dell’immobile. Può essere effettuata la detrazione a suo nome (il bonifico e la fattura sono intestate a lui), anche se la ristrutturazione è a mio nome?

Cordiali saluti


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 



RISPOSTA

In riferimento alla detrazione spettante per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici (cosiddetto “Bonus arredi”) l’art. 16 comma 2 del D.L. 63/2013 prevede quanto segue:

Ai contribuenti che fruiscono della detrazione di cui al comma 1 è altresì riconosciuta una detrazione dall'imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le ulteriori spese documentate sostenute per l'acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+, nonché A per i forni.”


Il legislatore, come confermato dalla Circolare dell’Agenzia delle entrate n. 29/2013, ha previsto per i soli contribuenti che fruiscono della detrazione per interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all'art. 16-bis del TUIR (con la maggiore aliquota del 50% e con una spesa massima consentita di 96.000 euro) una detrazione dall’Irpef in relazione alle spese documentate e sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici.


In sostanza il soggetto a cui spetta il beneficio fiscale del 50% sulle spese di ristrutturazione sostenute è il medesimo che ha diritto ad usufruire, in presenza delle condizioni richieste, del cosiddetto Bonus arredi.

Nel suo caso se suo marito non ha sostenuto le spese di ristrutturazione non potrà nemmeno beneficiare della detrazione per gli arredi. Inoltre, poiché l’ulteriore requisito richiesto dalla norma è che le spese siano state “sostenute” dal soggetto beneficiario della detrazione, si ritiene che la semplice annotazione in fattura del suo nominativo non sia sufficiente stante l’assenza del pagamento delle spese stesse.

COSA C'E' DA SAPERE…

Indipendentemente dall’importo delle spese sostenute per i lavori di ristrutturazione, la detrazione del 50% va calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, riferito, complessivamente, alle spese sostenute per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. Inoltre, la detrazione deve essere ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo.


Il cosiddetto bonus arredo è vincolato agli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’art.16-bis del TUIR e interessa i contribuenti che hanno chiesto la detrazione Irpef del 50% per una spesa massima consentita di 96.000 euro.


Qualora il contribuente, voglia provvedere al pagamento di mobili e grandi elettrodomestici mediante un bonifico bancario o postale, quest’ultimo deve contenere le seguenti indicazioni:


- causale del versamento attualmente utilizzata da banche e poste per i bonifici relativi alle spese di ristrutturazione agevolati (anche per i bonifici online è prevista la relativa modulistica);

- codice fiscale del beneficiario dell’agevolazione;

- numero di partita IVA ovvero del codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato.


La Circolare dell’Agenzia delle Entrate n.29/E, consente di effettuare il pagamento anche con Carte di Credito e Carte di debito quali, ad esempio, il Bancomat (a tal fine occorre conservare la documentazione relativa alle ricevute di avvenuta transazione, documentazione attestante l’addebito su c/c) conservando le fatture di acquisto dei beni con la usuale specificazione della natura e quantità dei beni e servizi acquisiti.

 

 


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono: Marco Chiudioni, Stefania De Agrò, Ada Martino, Romeo MelucciQuesta rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Indennizzo commercianti: conferme dal Governo

Il nuovo esecutivo intende ampliare la platea di coloro che ne hanno diritto, vista la crisi del settore


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.