Cerca
Registrazione   |  Login
Percorso di navigazione > Home > Notizie > CAF > Quesito Fiscale


04
E' vero che i titolari di contratti di locazione di alloggi sociali beneficiano della detrazione fiscale? E a quanto ammonta?

E' vero che i titolari di contratti di locazione di alloggi sociali beneficiano della detrazione fiscale? E a quanto ammonta?

Risposta a cura di 50&PiùCaaf


DOMANDA

Ho trovato molto utile la vostra rubrica relativa ai quesiti fiscali. Pertanto spero possiate darmi alcune informazioni. Mia madre è assegnataria di una casa popolare. Ho letto che quest'anno ci sono delle detrazioni per questo tipo di alloggi. E' vero? Quali sono i requisiti, e a quanto ammontano i rimborsi?
Grazie per l'attenzione.


       
       
   
 
Scrivi ai nostri esperti
di 50&Più Caaf, invia una mail a:
comunicazione.esterna@50epiu.it

Leggi qui gli altri quesiti fiscali
 
Nota trattamento dati personali
 



RISPOSTA

Per il triennio 2014-2016, ai titolari di contratti di locazione di alloggi sociali (come definiti dal D.M. 22 aprile 2008, attuativo dell’articolo 5, legge n. 9/2007) adibiti a propria abitazione principale, spetta una detrazione da 900 a 450 euro, a seconda del proprio reddito.

Secondo il citato decreto “E' definito «alloggio sociale» l'unità immobiliare adibita ad uso residenziale in locazione permanente che svolge la funzione di interesse generale, nella salvaguardia della coesione sociale, di ridurre il disagio abitativo di individui e nuclei familiari svantaggiati, che non sono in grado di accedere alla locazione di alloggi nel libero mercato. L'alloggio sociale si configura come elemento essenziale del sistema di edilizia residenziale sociale costituito dall'insieme dei servizi abitativi finalizzati al soddisfacimento delle esigenze primarie”.

La definizione, in verità assai generica, pone alcune difficoltà agli operatori, anche in considerazione della mancata previsione di un “contratto tipo” per la locazione dell’alloggio sociale. E’ di questi giorni la notizia di una interpellanza parlamentare tesa a sgombrare il campo da possibili dubbi interpretativi che possano escludere dal beneficio alcuni assegnatari di alloggi popolari. Risulta, inoltre, che sia stata presentata una richiesta di consulenza giuridica alla Agenzia delle Entrate, che però al momento non avrebbe ancora dato risposta.

Tuttavia, nell’attesa che arrivino i chiarimenti richiesti, si osserva che il Decreto precisa anche che “Le regioni, in concertazione con le Anci regionali, definiscono i requisiti per l'accesso e la permanenza nell'alloggio sociale” e che “Il canone di locazione dell'alloggio sociale … è definito dalle regioni, in concertazione con le Anci regionali, in relazione alle diverse capacità economiche degli aventi diritto, alla composizione del nucleo familiare e alle caratteristiche dell'alloggio …”.

Si ritiene quindi che ai fini del riconoscimento della detrazione, non sia sufficiente la semplice detenzione di un alloggio popolare, ma sia necessario appurare che l’assegnazione e la permanenza nell’alloggio per l’anno 2014 sia avvenuta nel rispetto dei predetti requisiti per l'accesso e la permanenza nell'alloggio sociale stabiliti dalla Regione, così come il canone di locazione sia stato determinato in conformità ai medesimi criteri stabiliti sempre dalla Regione “in relazione alle diverse capacità economiche degli aventi diritto, alla composizione del nucleo familiare e alle caratteristiche dell'alloggio”.

In pratica, poiché la verifica dei predetti requisiti richiede la conoscenza di elementi di cui il CAAF non è in possesso (quali le caratteristiche dell’alloggio, o il numero degli occupanti e le loro condizioni soggettive, anche in relazione al canone richiesto, ecc.) si ritiene che - ai fini della detrazione fiscale - l’assegnatario dell’alloggio debba esibire al CAAF apposita certificazione da parte dell’Ente proprietario che attesti che il soggetto è titolare di alloggio sociale come definito dal D.M. 22 aprile 2008, attuativo dell’articolo 5, legge n. 9/2007 e che sono state rispettati i criteri stabiliti dalla predetta normativa riguardo all’accesso e/o permanenza nello stesso per l’anno 2014. Oltre a ciò l’assegnatario dovrà anche autocertificare l’utilizzo del predetto alloggio sociale come abitazione principale.

COSA C'E' DA SAPERE…

Per il triennio 2014-2016, ai titolari di contratti di locazione di alloggi sociali (definiti dal Dm attuativo dell’articolo 5, legge n. 9/2007) adibiti a propria abitazione principale, spetta una detrazione complessivamente pari a: 

  • 900 euro, se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro 
  • 450 euro, se il reddito complessivo supera i 15.493,71 ma non i 30.987,41 euro. 
Se la detrazione risulta superiore all’imposta lorda, diminuita delle detrazioni per carichi di famiglia e delle altre detrazioni relative a particolari tipologie di reddito, spetta un credito pari alla quota della detrazione che non ha trovato capienza nell’Irpef.


Gli esperti di 50&PiùCaaf che rispondono alle vostre domande sono:
Cinzia Calabrese, Marco Chiudioni, Ada Martino, Romeo MelucciQuesta rubrica, curata dai nostri esperti fiscali, risponde al quesito più significativo e di interesse generale pervenuto nel corso della settimana. Se hai una domanda fiscale scrivi a: comunicazione.esterna@50epiu.it.

50&PiùCaaf svolge un qualificato servizio di assistenza fiscale certificato dal visto di conformità, garantito da una polizza assicurativa e dalla competenza dei suoi esperti fiscali. E' scelto ogni anno da oltre 750.000 lavoratori e pensionati.

 Clicca qui per conoscere la sede a te più vicina.

Stampa
È necessario essere in modalità di modifica per inserire il contenuto






AREA RISERVATA 50&PIU' CARD
Sconti e agevolazioni su tutti i servizi riservati ai soci.

COMMUNITY
Accedi allo spazio di incontro, informazioni e proposte.
COLLEGAMENTI UTILI
Accedi alla pagina dedicata ai link di maggiore interesse.

In Primo piano

Natale e Capodanno Insieme

Con 50&Più per trascorrere in compagnia il periodo più festoso dell’anno. Ecco le mete proposte


Pensionati, l’Inps ha avviato la verifica dei redditi 2018-2017

Sono coinvolti oltre 7 milioni di pensionati destinatari delle prestazioni legate al reddito


Italia in... Canto, a Roma le semifinali aspettando Sanremo

Saranno in 50 a contendersi la partecipazione alla finale che si terrà il 16 maggio 2020 al Teatro Ariston di Sanremo


Indennizzo commercianti: conferme dal Governo

Il nuovo esecutivo intende ampliare la platea di coloro che ne hanno diritto, vista la crisi del settore


Archivio News


 Forse ti interessano
 anche notizie su...
LAVORO e PREVIDENZA
Assistenza e sanità, sicurezza, pensioni e contributi  (...)

 TEMPO LIBERO
Arte e cultura, viaggi e turismo, scienza e tecnologia (...)

 COSTUME e SOCIETA'
Eventi, salute e benessere, novità per gli over 50, anniversari  (...)

ECONOMIA e FINANZA
Fisco, consumi e tariffe, trasporti, energia e ambiente (...)


 
Per ogni informazione contatta.il nostro numero verde.
La telefonata è gratuita da tutta Italia.